Hulk registrato nella Terrorist Watch List

di Manuel 2

Che il Nuovo Continente fosse ormai un paese allo sbando, incapace di gestire politicamente numerosi fronti e applicando la regola del far west “Prima sparo, poi domando” in qualsiasi linea di comunicazione con gli altri paesi, io l’avevo recepito ormai da anni.

Ma che un attore, per delle dichiarazioni, venisse incluso nella lista dei “Sorvegliati Speciali” per conto dell’unità Anti-Terrorismo USA…questa mi mancava! Fortuna che l’America riserva sempre di queste sorprese!

L’attore Mark Ruffalo, come potete intuire dalle prime parole di questo articolo è diventato un Sorvegliato speciale per il governo americano, in seguito a dichiarazioni fatte in un docu-film.

Ovviamente il nome di Hulk è solo una copertura per Ruffalo, già presente nei film Zodiac e Shutter’s Island ma tra poco tempo diverrà per noi tutti amanti dei comics il dottor Bruce Banner e il suo alterego mutato dai raggi gamma Hulk.

Le scottanti dichiarazioni di Mark appaiono nel film GasLand, un cinedocumentario nel quale si parla delle trivellazioni per il recupero dei gas naturali, l’uso improprio di questa attività sta da anni deturpando molti bellissimi panorami americani ma in nome del Dio Denaro tutto si può, Ruffalo interpellato dal regista del documento Josh Fox, si è dichiarato contrario alle trivellazioni coatte del paese, peraltro criticando apertamente l’approvvigionamento delle acque sul territorio che parebbero inquinate dagli scarti di lavorazione minerari, producendo effetti dannosi sulla popolazione vicina.

Può Mark Ruffalo essere un nemico della libertà?

Sono bastate poche frasi per far incattivire il Pennsylvania’s Office of Homeland Security che ha subito fatto un esposto alle autorità governative per iscrivere nel registro dei “favorevoli al terrorismo et similia” l’attore.

L’attore in questione questa prossima settimana leggerà il copione degli “Avenger” ed inizierà poi la collaborazione il regista degli stessi, Joss Whedon e il suo collega supereroe Robert Downey Jr. (Tony Stark/ Iron Man)

Inutile dire che questa pagliacciata che solo l’America (o forse il Giappone, ma mi sento buono nei confronti del paese Nipponico) poteva creare ha fatto divertire l’attore che ha espresso con una battuta, la sua posizione sul settimanale GQ Magazine.

L’ennesimo spreco di uomini, risorse e mezzi per una situazione che se non c’entrasse con il terrorismo internazionale sarebbe quasi demenziale, chissà cosa ne penserebbe Hulk di questa cosa!

-HULK SPACCA!

-Non nella mia giuristizione, bello!

-Hail To The HypnoToad-

[Fonte: Ign.com]

Commenti (2)

  1. Eh, questi terroristi internazionali non sanno pi che inventarsi…

    Oggi criticano l’inquinamento delle acque, domani le bevono per protesta e diventano dei mostri verdi da svariate tonnellate che distruggono tutto… non si sa mai come va a parare con questi qui …

    ( e comunque assodato, che in jap, gli avrebbero gi dato la pena di morte … )

  2. Un nemico della libert?

    Chi, lui?

    Con quella faccia XD ?!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>