Echoes – Una miniserie per Padri e Figli

di Manuel 3

Ovviamente non sto parlando del nostro caro amico/collega/marito/mentore Echoes, reggente dell’editoriale Dou Omoimasuka ma di una miniserie che si sta preparando ad uscire per il mercato statunitense e di rimando, può apparire anche nei nostri scaffali.

Già con Term Life mi sono cimentato nell’analizzare queste particolari storie, piccole gemme preziose in un panorama pieno di muscolosi tizi irradiati da qualche misterioso raggio, teenager in piena tempesta ormonale con strani poteri da insetti e molti altri.

Sapere che nel mondo esistono persone in grado di sfornare qualcosa di diverso dal tanto ricercato “Smash Comics” fa bene all’anima e nel caso di Echoes, parliamo di un thriller molto fine con spruzzate di follia che potrebbero toccare livelli mai visti in un fumetto.

La storia ricorda un po’ tutti noi perché la stragrande maggioranza di noi ha un padre di cui va molto orgoglioso, un vero e proprio esempio di ciò a cui dovremo ambire nella vita, un metro di giudizio sulla realizzazione personale. Ma per alcuni questo non vale ed essere come il proprio padre, è l’ultima cosa che si vuole.

E’ il caso del protagonista della miniserie Brian Cohn che, affetto da schizofrenia e mantenuto controllato solo da lunghe terapie mediche e farmacologiche, vede la sua vita disintegrarsi in seguito alla dichiarazione del padre che, ormai vecchio lontano e moribondo, gli rivela dopo anni di silenzio (sul letto di morte peraltro) di essere stato in salute, un serial killer.

Questo nuovo lato appena scoperto apre vecchie ferite nella mente già malata di Brian che riflette sulla sua vita e comprende che molti passaggi oscuri del suo passato, ora sembrano trovare conferma nella “passione” del padre ormai prossimo alla morte.

Inizia quindi un lungo percorso di analisi personale che lo porteranno a chiedersi il motivo della scelta del padre ma soprattutto a chiedersi, se anche lui non debba diventare un serial killer, seguendo l’ombra o l’eco di suo padre.

Apparso per una fugace apparizione sul volume Top Cow First Look del mese di ottobre, Echoes elaborerà la sua trama in cinque volumi esclusivamente in bianco e nero.

Intenzionalmente questa miniserie è parte di un progetto di riedizione di alcuni titoli della Minotaur Press che vedono scendere in campo fumetti indipendenti di autori semi-sconosciuti, fuori dal circuito dei “Supereroi” ma soprattutto delle altre produzioni di Top Cow (editore di WitchBlade, The Darkness ma anche Tomb Raider).

Gli autori al lavoro su questo progetto sono Joshua Hale Fialkov, californiano con un curriculum che lo vede impegnato nella sceneggiatura di alcuni film per la tv, la serie Rampaging Wolverine per conto della Marvel e vincitore dell’Emmy Award nel 2009 per la storia di Afro Samurai Resurrection.

Un esempio dello stile del fumetto "Echoes"

Rahsan Ekedal sarà al timone delle matite e delle chine, i suoi lavori precedenti comprendono opere per la Dark Horse Comics e per i Boom! Studios (quest’ultimo gli ha commissionato la parte artistica della serie Warhammer 40,000 Blood And Thunder)

Potete trovare sul sito Newsarama (linkato in fondo all’articolo) un resoconto completo dell’intervista fatta ai realizzatori mentre se volete approfondire la conoscenza del fumetto, troverete il link al sito ufficiale dell’opera al cui interno gli indirizzi twitter per seguire l’autore Fialkov nel processo!

Per oggi è tutto!

-Hail To The HypnoToad-

[Fonte: Newsarama]

[Fonte: Sito Ufficiale per Echoes]

.

Commenti (3)

  1. beh, come idea di base intrigante, ma realisticamente quante probabilit ci sono che divenga disponibile in italia?

    1. Molto poche purtroppo ma dare visibilit a queste opere il primo passo perch qualcuno le noti e magari non tenti l’approccio internazionale!

      Tutti i pi grandi BIG ONE hanno iniziato cos in fondo ^^

  2. Per li devo citare in giudizio per avermi fregato il nome! XD
    E’ la stessa cosa che hanno fatto con me i Pink Floyd!!! XD

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>