Hataraku Maou-sama! – Recensione Komixjam

di Regola 2

 

Salve a tutti lettori di Komixjam, qui è Regola, che si prende del tempo per parlarvi di una serie in corso… tranquilli, vi garantisco che non sarà molto, e soprattutto non sarà sprecato. Oggigiorno siamo tutti così preoccupati che il nostro tempo venga usato bene… no, non è di questo che devo parlare!

Quest’anime non è tetro.

La serie di cui voglio parlarvi oggi è Hataraku Maou-sama (Il Signore del Male è un Lavoratore Part-Time), che conta all’attivo 5 episodi su un totale annunciato di 13. La serie è tratta da una light novel… titolo semplice per un prodotto del genere… scritta da Satoshi Wagahara e pubblicata dalla ASCII Media Works; mentre la versione animata è prodotta dalla Funimation e lasciata alla realizzazione dello Studio White Fox (Katanagatari, Steins;Gate). Non ci sono nomi famosi, però al primo episodio, dal primo ascolto non ho potuto fare a meno di notare che la doppiatrice della protagonista femminile Emilia fosse la stessa di Mio di K-On!: entrambi i personaggi sono doppiati da Yoko Hikasa (non so se essermene accorto sia qualcosa di cui rallegrarsi…).

Emilia.

Nella lontana isola di Ente, in una realtà alternativa alla nostra, si sta svolgendo l’ultimo atto dell’eterna battaglia tra il bene e il male: dopo una sanguinosa guerra l’eroe Emilia riesce ad arrivare al cospetto del Signore del Male e affrontarlo, ma quando il genere umano sta per vincere, l’Arcinemico, insieme al suo braccio destro Alsiel, fugge creando un varco tra le dimensioni, finendo nel Giappone del ventunesimo secolo. Ovviamente la mano della giustizia Emilia non è intenzionata a farselo sfuggire e lo segue senza indugio, quindi i tre si ritrovano dispersi in un mondo che non conoscono, senza la comprensione del linguaggio, senza soldi, vestiti adatti e soprattutto senza poteri magici e come normali esseri umani, poichè nel nostro mondo non sono in grado di recuperare l’essenza della loro forza. Per vivere, mentre ricercheranno un modo per tornare a casa, dovranno lavorare come tutti i comuni mortali.

Maou e Chiho, la sua spasimante.

Ed è così che in un fast food normalissimo è possibile incontrare Maou, ex-Signore del Male ora lavoratore part-time, il quale vive con il suo braccio destro Aisel che si occupa delle faccende domestiche, mentre Emilia si ritrova a dover lavorare in un Call Center. E ben presto si quasi abituano a questa vita, soprattutto Maou, il quale conosce anche una studentessa liceale che s’innamora di lui, ma per Aisel, e soprattutto Emilia non è facile smettere di pensare all’isola di Ente come lo è per Maou: questo soprattutto perchè il Signore del Male, posizionato questa volta dall’altro lato della barricata, inizierà inevitabilmente a vedere la sua vita e il suo ruolo con occhi completamente differenti, e quindi irrimediabilmente cambiare. Riusciranno i suoi nemici, e soprattutto i suoi alleati, ad accettare questo cambiamento?

Il primo incontro nel nostro mondo di Maou e Emilia.

Hataraku Maou-sama è un bell’anime perchè senza troppe pretese: sa far ridere lo spettatore mettendo in situazioni quotidiane personaggi improbabili… intendiamoci, riuscireste ad immaginare un Demone Infernale stirarsi una camicia, areare una stanza o cucinarsi una cena al micro-onde? Soprattutto quando fanno l’impossibile per non perdere la loro compostezza di pezzi grossi del loro mondo che li rende, agli occhi degli altri comuni mortali, patetici e ridicoli. I personaggi poi si combinano molto bene fra loro, soprattutto Maou ed Emilia, che agli occhi di tutti (tranne Aisel) sembrano poco più di una coppia di fidanzati litigiosi; credo possiate quindi farvi un’idea abbastanza precisa di cosa potreste trovare in questo anime, e vi confermo che sebbene presente, il fan-service (almeno fin’ora) non è mai stato troppo invasivo. In qualche modo, è riuscito anche a stupirmi, quando inaspettatamente vengono aggiunti elementi seri nella storia che completano e arricchiscono l’insieme.

Diglielo anche tu, Emilia.

Questa è la mia impressione, sapevo poco di questa serie prima di vederla ma avevo in qualche modo intuito che nel suo piccolo mi sarebbe piaciuta. Voi, l’avete vista? Non l’avete vista? La vedrete? Fatemi sapere, sono qui anche per le vostre opinioni.

Commenti (2)

  1. Dopo Shingeki no Kyojin *_* l’anime che preferisco di questa stagione (di Haku no ana per ora ho visto solo i primi due episodi, e credo che me lo vedr tutto assieme una volta finito).
    Mi fa ridere, spensiertamente. Soprattutto Alsiel, sia quando riverisce/rimprovera il suo padrone, che quando si improvvisa casalingaXD.
    Anche la trama “seria” non poi malaccio, tratta della guerra senza patetismi ma neanche con leggerezza.
    Insomma, non un prodotto proprio di eccellenza ma sicuramente godibilissimo!

    Ma che lingua parleranno poi?? A tratti mi par quasi tedesco ma non credo lo sia!!XD

  2. Dopo Azazel, l’anime che mi sto godendo maggiormente in questa stagione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>