Naruto 266 ITA

di Nick90 1

Settimana di pausa per il nostro Nasucchio, questo è l’episodio della settimana precedente, uscito con un leggero ritardo dai Bkt. Ordunque, ritroviamo Kakashi vs Zabuza e Haku come ai bei vecchi tempi, solo che i due antagonisti del ninja copiatore risultano morti all’anagrafe! Zombie vs Ninja, chi la spunterà?

Titolo: Il primo nemico e l’ultimo nemico

Riassunto:

Kabuto, che tira i fili di tutti i gloriosi ninja del passato resuscitati tramite l’Edo Tensei, decide di rendere la battaglia ancora per più complicata per i ninja dell’Alleanza. Infatti, non appena il gruppo del redivivo Zabuza entra in contatto con quello capitanato da Kakashi sensei, il rettiliano allievo di Orochimaru evoca tutti e 7 gli spadaccini della Nebbia. E non solo: a quanto pare Kabuto è entrato anche in possesso di tutte le vecchie spade dei sette fortissimi assassini, tranne naturalmente la Samehada, attualmente in mano a Killer Bee, e la Taisouken Hiramekarei (la Rombosogliola per gli aficionados dell’italica lingua), in mano a Chojuro, ultimo vero erede dello storico gruppo della Nebbia.

Ameyuri Ringo con la sua Kiba; Akebino Jijin con la Kabutowan; Fuguki Suikazan, vecchio proprietario della Samehada ucciso da Kisame; Kushimaru Kuriarare che impugna la Nuibari; Mangetsu Hozuki, il fratello di Suigetsu dei Taka, unico dei sette in grado di avvalersi di tutte e sette le spade, anche lui disarmato, in quanto la sua Taisouken Hiramekarei è in altre mani; Munashi Jinpachi munito della fida Homatsu e Zabuza Momochi con tanto di Kubikiri Hocho al seguito, piuttosto malridotta. Tutti e sette gli spadaccini della Nebbia appaiono dinanzi a Kakashi e ai ninja alleati.

Suigetsu e Juugo sono stati catturati dai samurai del Paese del Ferro. Tornati con estrema facilità in libertà si dirigono verso l’armeria per recuperare la Kubikiri Hocho tanto apprezzata da Suigetsu. Ma la spada è altrove…

Ringraziamo i Bkt per il loro episodio settimanale, amen.

  • inoshikacho

    le puntate della guerra mi stanno piacendo molto!