I gruppi del Komixjam Manga Project vi augurano buone feste

di Manuel 5

Al di la di tutti gli auguri che potremmo farvi quest’anno, uno sicuramente mi premeva fosse fatto qui in questo bellissimo sito.

Il Komixjam Manga Project è nato quest’anno e si è ritagliato già una bella fetta di pubblico e di sostenitori, era doveroso che io e tutti quelli che direttamente o indirettamente siamo coinvolti nel progetto vi augurassimo BUONE FESTE!

Questo articolo ha quattro distinti scopi però: uno è farvi gli auguri, l’altro è spiegarvi velocemente quanto siamo cresciuti e quanto ancora stiamo crescendo.

Up di Lonewolf, vincitore della 1° Edizione e della scelta Cyrano Comics di quest'anno

Le cifre parlano chiaro, siamo partiti con due autori nel lontano Aprile 2011 e siamo cresciuti portandoci dietro ben cinque autori nell’ultima edizione ad Autunno ma i numeri non sono finiti di certo qui:

  • 42 – Sono gli autori che da Aprile si sono messi in gioco per realizzare il loro manga
  • 32 – Sono i progetti presentati sul forum da Aprile a Ottobre
  • 14 – Sono i manga che si sono prenotati per il contest di Gennaio 2012
  • 11 – Sono i manga che si sono battagliati sul blog da Aprile a Ottobre
  • 5 – Sono attualmente le richieste di collaborazione inserite nella discussione “AAA Cercasi…”
  • 3 – Sono i vincitori del project di quest’anno
  • 1 – E’ il vincitore (per ora) designato dalla casa editrice Cyrano Comics per la realizzazione di un fumetto per la loro etichetta

Penso che non occorra dire altro in merito.

Il terzo scopo di questo articolo è dare finalmente il giusto riconoscimento al nostro ultimo vincitore (in ordine cronologico) ossia Sicikiller che ad Autunno ha stracciato i suoi avversari con il bizzarro Earl Le Quinn.

Prometheus di Auroll e Jacopo, vincitore della 2° Edizione

Anche stavolta, per aiutare Sicikiller nel proseguimento del suo lavoro già molto buono abbiamo un ospite d’eccezione che, sacrificando parte del suo tempo lavorativo, ha voluto spendere qualche parola nei riguardi del manga di Sicikiller e non solo lui.

Passiamo quindi la parola a Paolo Pederzini (editor di Shaman King Perfect Edition e Monster):

Earl Le Quinn non è un manga, anche se il senso di lettura è alla giapponese. è un fumetto che definirei (in senso positivo, sia chiaro) “sporco in modo efficace”. Avevo già notato il primo capitolo nella scorsa edizione del Manga Project. Questo secondo capitolo è meglio riuscito sotto diversi aspetti. Innanzitutto ci sono meno personaggi, e quindi, viste le poche pagine a disposizione, quasi tutti riescono ad avere il loro spazio, e risultano giustificati, ovvero necessari alla narrazione.
Il disegno è più curato, le inquadrature più ardite. La scena d’azione con Platoon, sebbene migliorabile, ha ritmo.
Vorrei fare un complimento all’autore, perché la tua idea di lavorare sulla TV italiana è molto originale, e la vena splatter funziona. Penso che il soggetto offra numerosissimi spunti, tutti interessanti. Bisogna però narrarli bene, e non è facile. Ci vuole un enorme lavoro di sceneggiatura.
Vorrei pure tirare le orecchie all’autore: tu sai disegnare meglio di così, lo si capisce studiando le tue tavole. Allora perché non lo fai? In alcuni punti le righe storte possono avere un significato, possono concorrere a creare uno stile, in altri punti sono segno di approssimazione. Se un autore non ha tempo o mezzi per disegnare al meglio qualcosa, non deve disegnarlo, perché il risultato sarà deludente. In quei casi l’autore deve cercare una soluzione alternativa, aggirare l’ostacolo, fare di necessità virtù. I giapponesi ce lo insegnano.
Paolo ha voluto spendere anche una parola per un altro manga in concorso che nonostante non abbia vinto ha notevolmente meritato uno spazio all’interno di questo articolo e nelle parole di Paolo, parliamo di Prometheus che nel suo secondo episodio sempre a cura di Jacopo e di Auroll ha ricevuto queste parole:
Un secondo capitolo decisamente superiore al primo. La narrazione, i dialoghi, gli sfondi e il disegno sono più curati, la lettura più piacevole. A mio avviso c’è un errore nell’impostazione delle tavole divise in due sezioni verticali, ma è complicato parlarne per iscritto. Il succo è che il lettore potrebbe seguire un ordine di lettura errato.
Il frequente uso dei primi piani ha aperto un importantissimo canale di comunicazione con il lettore, permettendogli di immedesimarsi o affezionarsi a questo o quel personaggio. Ho particolarmente apprezzato il design dei bambini, non semplici da disegnare. La tavola doppia 19-20 è, purtroppo, un’occasione mancata: poteva essere un momento spettacolare, ma le ombre e la prospettiva approssimative appiattiscono i volumi, e creano un disegno in cui sfondo e personaggi sembrano incollati, su un unico piano. Bisogna lavorare su questi aspetti. Attenzione anche al tavolo e alla sedia di pagina 11. Leggerò volentieri il prossimo capitolo.
Come da nostro regolamento interno, queste due recensioni permettono (oltre alla vittoria di Earl Le Quinn) ai due team di sviluppo di essere sottoposti al giudizio della casa editrice veronese Cyrano Comics che in seguito alla prossima scadenza prevista per Gennaio, sceglierà un vincitore per la pubblicazione sulle loro riviste.

Earl Le Quinn di Sicikiller, vincitore della 3° Edizione

Ultimo ma non meno importante avviso di questo articolo è l’invito esteso a TUTTI per seguirci sul nostro forum alla pagina del Komixjam Manga Project per partecipare, seguire e anche VOTARE il vostro manga autoprodotto preferito.
Con i nostri speciali sondaggi natalizi infatti vogliamo sapere da voi CHI è il vincitore “tra i vincitori” e CHI invece si è rivelato, tra quelli che non hanno vinto i contest del 2011, la miglior scoperta dell’anno.
Votate votate votate e intanto tantissimi auguri, ci rivediamo a Gennaio con un nuovo appuntamento del Komixjam Manga Project!
  • Jacopo

    Essere di nuovo notati per me fonte di grande orgoglio.
    Anche per Auroll suppongo.
    Con tutte le difficolt che stiamo avendo, continueremo a mettercela tutta e ad impegnarci.
    Grazie a tutti quelli che ci sostengono e ci sosterranno.
    E soprattutto a Pederzini, che si dimostra sempre cos disponibile ogni volta, non risparmiandoci mai.

    Sono davvero contento. E lo spirito dell’articolo, lo colgo e lo condivido pienamente: siamo cresciuti davvero tanto.

    Grazie

  • tappoxxl

    Auguri a tutti voi da me medesimo myself!!

    a Gennaio voglio leggere tanti fumetti, vecchi e nuovi…DAJE RAGA’, DAJE TUTTI!! :biggrin: :biggrin:

  • Ro-chan

    bello essere tra quei 14 *w*
    Auguri di Buon Natale a tutti! ^^

  • CorNix

    Auguri di buone feste a tutti!!!
    Spero di farcela per gennaio, sto scrivendo da un aeroporto perch sono in viaggio e torno una settimana prima della scadenza, ma prometto di esserci per allora!

  • LoneWolf

    Auguri a tutti! Posso annunciarvelo: quest’anno io e un mio amico lavoreremo a un manga che proporremo alla rivista Morning della Kodansha: si tratta del Morning International Manga Competition (qui c’ il link: http://morningmanga.com/micc/rule_i.html), aperto agli autori di tutto il mondo. Gi altri italiani in passato hanno partecipato e si sono piazzati piuttosto bene. Parteciperemo non alla quinta edizione, che scadeva a ottobre 2011, ma alla prossima, quella di ottobre 2012, cos’ potremo lavorarci anche per tutta l’estate. Confidiamo in un risultato straordinario, stiamo lavorando da un mese e abbiamo i protagonisti e la sceneggiatura dello one-shot in mano, sar fighissimo, ve lo assicuro! Ci sentiamo un po’ come gli Ashirogi di Bakuman (per chi di voi lo leggesse), ma puntiamo a fare meglio! XD
    Un ringraziamento speciale va a voi tutti, lettori di “Up!”, che con il vostro supporto mi state regalando un’energia infinita, davvero! Spero che possiate continuare a tifare per me, anche per questo progetto di cui vi ho parlato.
    Grazie a tutti coloro che hanno creduto nel Komixjam Manga Project: continuate a sostenerlo e voi, mangaka in erba, che state aspettando, partecipate anche voi, venite a divertirvi in questo fantastico mondo che si chiama KOMIXJAM! :biggrin: