Goldrake: Censura anni ’70

di Echoes-Kun 34

goldrake23Qualche giorno fa vi ho parlato di censura e tagli alla serie “One Piece” da parte della Fox americana (ricordate vero?), ma Akito ha portato alla mia attenzione una cosa che, da una parte mi ha incuriosito, ma dall’altra mi ha fatto tanto schifo.

Torniamo un pò indietro nel tempo e parliamo della prima messa in onda di Goldrake, il magnifico Ufo Robot (di cui vi ho parlato tempo fa). Era il lontano 4 Aprile 1978, la prima puntata venne trasmessa su Rete 2 (vecchio nome di Rai2) alle 18.45, era la primissima volta che un Robot giapponese appariva su una rete televisiva italiana. Voglio chiarire una cosa però, è la prima saga di robot apparsa in Italia, non il primo cartone giapponese, infatti prima di Goldrake gli italiani si sono potuti “godere” Vicky il Vichigo e Heidi (serie tratta dal romanzo omonimo di Johanna Spyri, e realizzato da Isao Takahata con la collaborazione di Hayao Miyazaki), ma Ufo Robot ebbe un successo tale che in quell’anno ogni genitore d’Italia dovette fare i tripli salti mortali per poter regalare al proprio pargolo un esemplare in scala del robottone.

Per la prima volta in Italia un cartone giapponese creò, in poco tempo, una schiera di fan tali che potevano fare invidia ai Beatles. Purtroppo in questo paese le cose belle non sempre vengono accettate da subito, infatti oltre che ai milioni di fan, Goldrake si creò anche tanti oppositori che lo ritenevano violento…

Nel giro di pochi mesi dalla trasmissione della prima puntata il parlamentare Silverio Corvisieri, militante dell’estrema sinistra e in seguito redattore de l’Unità, deputato e membro della Commissione di Vigilanza Rai (a quel tempo), accusò liberamente sulle pagine de La Repubblica il nostro robottone. Calandosi un pò troppo nel ruolo da “perbenista” all’interno della Commissione di Vigilanza Rai, Corvisieri si scagliò contro la “degenerazione della tv italiana, di cui Goldrake era il prototipo” con un articolo intitolato “Un ministero per Goldrake” . “Goldrake – scriveva il parlamentare – deve sempre affrontare qualche nemico spaziale estremamente malvagio… Si celebra dai teleschermi, con molta efficacia spettacolare, l’orgia della violenza annientatrice, il culto della delega al grande combattente, la religione delle macchine elettroniche, il rifiuto viscerale del “diverso”. In quale modo un genitore può fronteggiare con i poveri mezzi delle sue parole la furia di Goldrake?” continua all’interno del suo articolo dai toni apocalittici. Fortunatamente questa “campagna anti-Goldrake” venne cancellata dalle menti dei parlamentari e del popolo, preoccupati per le scorribande delle Br e dal giro di droga che si stava man mano espandendo nel nostro bel paese. Poco più tardi però Nilde Iotti (ex compagna di Palmiro Togliatti e futura Presidente della Camera) si scagliò violentemente contro i cartoni giapponesi etichettandoli come fascisti ribadendo quello che Corvisieri aveva solamente fatto notare senza alcun successo. “Antidemocratico e violentissimo” furono le parole usate dalla Iotti per giudicare Goldrake, parole confermate poi da Corvisieri stesso in un’intervista vent’anni dopo al mensile della Star Comics Kappa Magazine. Insomma, secondo i politici di sinistra degli anni ’70 Ufo Robot era un “demonio” in ferro che alimentava l’odio di tutti i bambini seduti davanti al teleschermo. Ma come diceva Corrado nella Corrida: “E non finisce qui!”, se le cose possono peggiorare allora stai sicuro che certamente accadra accadrà.

6 Gennaio 1980, Duke Fleed (pilota del Mazinga) sconfigge i mostri provenienti da Vega potendo tornare felicemente a casa sua, ma il 21 dello stesso mese Rai1 presenta in prima visione Mazinga Z, altro cartone che ha come protagonista un robot sempre del maestro nipponico Go-Nagai (cartone che rimane da sempre uno dei preferiti dei giapponesi). ERRORE GRAVISSIMO!!! Infatti la trasmissione di questo cartone sul primo canale nazionale scaturì un polverone gigante, alzato da un gruppo di genitori di Imola, che lanciarono una vera e propria “crociata” contro il beneamato robottone. Raccolsero più di 600 firme (dico seicento!!) e fecero un esposto agli allora Ministri delle Poste e Telecomunicazioni e della Pubblica Istruzione (il nome non è male…il problema è ricordarselo tutto…), alla Rai e all’Ansa chiedendo l’immediata interruzione delle trasmissioni dei cartoni giapponesi in tv (nemmeno fossero il Diavolo in persona!). Secondo loro portavano non solo alla guerra, alla diseducazione ma in più potevano far credere ai bambini che tutta scienza utilizzata per costruire quei robot era messa al “servizio della distruzione”, che il messaggio di fondo di queste serie fosse esattamente l’opposto non balenò nemmeno nel cervello di questi pazzi (ho sottolineato alcune parole poichè mi sembrano assurde…). Fortunatamente c’era anche chi sosteneva i cartoni in tv, come ad esempio i giornalisti di “Lotta Continua”, quotidiano di sinistra, che titolarono “Bambini tenete duro che arriva Goldrake contro i genitori babbalei“, ma la maggior parte dei quotidiani continuava ad attaccare Goldrake e Mazinga con titoli pesanti come: “Topolino è una lettura sana ma Goldrake è il Diavolo” oppure “Goldrake contro i bambini?” e “Questo Mazinga robotizza i nostri ragazzi“. Perfino Alberto Bevilacqua ne fece una questione politica: i cartoni giapponesi davano allo spettatore “la giustificazione che soltanto i suoi divi siano in grado di liberare i grandi dal terrore di rapine e di Br”, continuando poi con la “disumanizzazione” di Mazinga per finire al fatto che, per colpa dei robottoni giapponesi, i figli degli italiani si sarebbero inevitabilmente drogati…

Finalmente nel 1980 un intellettuale di sinistra, tale Gianni Rodari, difese a spada tratta i robottoni nipponici. “Bisognerebbe vedere oggettivamente, liberandoci dai nostri pregiudizi personali, che cos’è per un bambino l’esperienza di Goldrake… Bisognerebbe chiedersi il perché del loro successo, studiare un sistema di domande da rivolgere ai bambini per sapere le loro opinioni vere, non per suggerire loro delle opinioni, dato che noi spesso facciamo delle inchieste per suggerire ai bambini le nostre risposte… Invece di polemizzare con Goldrake, cerchiamo di far parlare i bambini di Goldrake, questa specie di Ercole moderno”, Rodari aveva colto nel segno. Infatti un sondaggio decretò vincitore Goldrake in uno scontro faccia a faccia con Pinocchio, ciò però non impedì che due pesanti censure colpissero i cartoni; infatti la prima censura, imposta dalle Associazioni Genitori a Rai e Fininvest. Dalle tv di stato scomparvero così tutte le serie giapponesi, che però ebbero un enorme successo nelle reti private fino ai giorni nostri. La seconda censura colpì invece nel 1990, una legge vietava la pubblicità all’interno dei cartoni giapponesi, considerati economicamente “non convenienti” e sostituiti con telefilm adolescenziali americani (vedi Beverly Hills 90210 e affini…). Questi poveri robottoni riuscivano a sconfiggere qualsiasi alieno invasore gli si parva davanti, ma il loro perggior nemico rimaneva sempre la censura. Il vento cambiò solo a metà anni ’90, quando i bambini del 1979, cresciuti e con qualche soldo in tasca, riuscirono lentamente a imporre al mercato di nuovo i propri gusti. Quello che non ebbero da piccoli come cittadini, lo ottennero da grandi come consumatori.

Credo che tutti noi siamo d’accordo con le parole di Gianni Rodari; la M.O.I.G.E. suggerisce alle reti Mediaset o chicchessia di tagliare certe scene o vietare delle serie animate, coprire istanti o cambiare il colore del sangue, ma a loro chi glie lo dice cosa è più giusto per noi? Il loro buonsenso? E chi gli dice che il loro buonsenso dica giusto? Se davvero loro fanno “quello che è più giusto per noi” vuol dire che si sono informati, che hanno chiesto in giro, hanno fatto interviste, hanno fatto inchieste…insomma vuol dire che la M.O.I.G.E. ci conosce e sa che per il nostro bene One Piece, Dragon Ball, Naruto e compagnia bella devono essere censurati rischiando di rovinare un’Opera…io non ci credo. Se davvero sapessero cosa è bene per i bambini italiani allora dovrebbero occuparsi di fare altre cose e non “coprire il decoltè della Gioconda” perchè può essere pericoloso per un ragazzetto che guarda quel quadro, tanto sappiamo tutti benissimo che la violenza non nasce da quello che guardiamo in tv, ma dalla realtà che viviamo ogni giorno, in casa e fuori casa, quindi mio caro M.O.I.G.E. guardati in casa tua e pensa ai tuoi figli, che ai miei ci penso io.

[Fonte Splinder]

  • bell’articolo. non posso che notare i nomi molto strani di alcuni personaggi “Nilde Iotti” ad es. Ad ogni modo molto facile criticare il MOIGE, specialmente per gli appassionati delle serie, tuttavia nel 2009 un ragazzo pu vedersi un episodio di un anime con un solo giorno di scarto dalla data di uscita giapponese senza censure e sottotitolato. Doppiato in Italiano sarebbe molto meglio, ma bisogna anche accontentarsi… I poveri bambini del ’90 non potevano mica guardarsi Goldrake sul pc.. E cmq Rodari un grande…

    Scusate se rompo ma segnalo alcuni errori:

    Per la prima volta in Italia un cartone giapponese cre, in poco tempo, una schiera di fa tali

    fa->fan

    infatti la prima censura, imposta dale Associazioni Genitori a Rai e Fininvest

    dale->dalle

    devono essere censurati rischiando di rovinare un0peraio non ci credo.

    0pera->opera (si capisce cmq :biggrin:)

    Vabb se correggete e potete modificare il mio messaggio fatelo.. forse sn anche il primo a commentare..

  • Draziel

    Per [email protected]: ma tu non hai proprio una ceppa da fare che correggere sti errorini?Mamma quanto sei pignolo…

  • Michele

    Io che come 78ino sono cresciuto con questi cartoni sono vivo e vegeto e non vado di certo in giro a lanciare raggi antigravit o l’alabarda spaziale a quelli che detesto (ma se potessi…). Addirittura so ancora che il sangue rosso al contrario dei bambini moderni…

  • Hiruma93

    complimenti per l’articolo perch hai dato una storia all’odiata censura!ma la M.O.I.G.E. non pu semplicemente spegnere la tv ai bambini?!?!?!?

  • Io che come 78ino sono cresciuto con questi cartoni sono vivo e vegeto e non vado di certo in giro a lanciare raggi antigravit o l’alabarda spaziale a quelli che detesto (ma se potessi…). Addirittura so ancora che il sangue rosso al contrario dei bambini moderni…

    lol
    Bell’articolo Echoes! Gianni Rodari sempre stato un grande per me, sin dai tempi delle elementari (ehh, quanti bei ricordi i suoi libri…)

    mio caro M.O.I.G.E. guardati in casa tua e pensa ai tuoi figli, che ai miei ci penso io.

    non potrei essere pi d’accordo!

  • devilwind

    bell’articolo. non posso che notare i nomi molto strani di alcuni personaggi “Nilde Iotti” ad es. Ad ogni modo molto facile criticare il MOIGE, specialmente per gli appassionati delle serie, tuttavia nel 2009 un ragazzo pu vedersi un episodio di un anime con un solo giorno di scarto dalla data di uscita giapponese senza censure e sottotitolato. Doppiato in Italiano sarebbe molto meglio, ma bisogna anche accontentarsi… I poveri bambini del ’90 non potevano mica guardarsi Goldrake sul pc.. E cmq Rodari un grande…

    Scusate se rompo ma segnalo alcuni errori:

    Per la prima volta in Italia un cartone giapponese cre, in poco tempo, una schiera di fa tali

    fa->fan

    infatti la prima censura, imposta dale Associazioni Genitori a Rai e Fininvest

    dale->dalle

    devono essere censurati rischiando di rovinare un0peraio non ci credo.

    0pera->opera (si capisce cmq :biggrin:)

    Vabb se correggete e potete modificare il mio messaggio fatelo.. forse sn anche il primo a commentare..

    Non sar affar mio, ma a rompere rompi di sicuro e non meriti certo di essere perdonato. Fossero errori concettuali o dati errati d’accordo, ma ti metti a correggere gli errori di stampa?

    Facciamo una cosa allora:

    ->bellarticolo. non posso -> hai iniziato ben due frasi con la lettera minuscola.

    -> serie, tuttavia -> il periodo scorretto. A “serie” avrebbe dovuto seguire il punto, non la virgola.

    -> vedersi -> uno come te che ha la premura di scrivere “Italiano” con la maiuscola dovrebbe sapere che l’ uso riflessivo del verbo in quel caso una cretinata. Oh no, scusa, dimenticavo, sbagliato anche quello: “Italiano” si scrive con la maiuscola solo se usato come sostitutivo di “persona italiana” e anche cos solo in alcuni casi specifici. Nel caso della lingua si usa comunque la minuscola!!! :getlost:

    -> pc.. -> non so perch di punti ne hai messi due. Se per la sospensione, ne occorrono tre. Se “pc.” + “.”, sappi che pc non va puntato, in quanto non l’ abbreviazione di una parola, ma un acronimo.

    -> fatelo.. forse sn anche il primo a commentare.. -> di nuovo hai usato solo 2 puntini (2 volte). O ne metti 3 oppure sbagliato. “sn” -> visto che sei cos preciso, perch non “sono”? A parte il fatto che avresti dovuto usare “sono stato”, che sintatticamente molto pi corretto, oppure “sar”, se non consideri quello un commento e avevi intenzione di scriverne un altro. Non so: non ho idea di che senso avesse quella tua frase, visto che scritta malissimo, senza rispettare la bench minima regola linguistica, dando adito ad ambiguit di significato.

    Come vedi piuttosto facile cercare il proverbiale pelo nell’ uovo, quindi evita inutili precisazioni su piccole imprecisioni insignificanti, specie se non hai la minima idea di cosa sia la sintassi e/o la grammatica.

  • Scusate tutti per i miei errori di scrittura, ma ho la tastiera che ogni tanto salta un tasto, anche se premuto…quindi ci provo ari-leggere tutto l’articolo per intero…ma alle 2 di notte purtroppo qualosa mi sfugge…
    Anche secondo me Rodari era una grande xk vedeva le cose in maniera differente dagli altri…e poi la mia scuola elementare si chiamava proprio “G. Rodari”….quindi come faccio a non stimarlo???

  • va bene amanti dell’ignoranza… non corregger pi niente… fate quello che volete… commentare i commenti miei da stupidi… limitatevi all’articolo…

    P.S.: Non scrivo articoli per un sito nazionale e quindi non ho nessun obbligo a scrivere in Italiano corretto, a differenza degli staffer di KJ. Noto con piacere di come anche voi non abbiate nulla da fare (come mi rinfacciate) se pensate a correggermi… Non accendiamo flames per cortesia…

  • Scusate il doppio post, ma volevo anche far notare le correzioni stupide di devilwind (senza offesa)… In particolare:

    -> serie, tuttavia -> il periodo scorretto. A serie avrebbe dovuto seguire il punto, non la virgola.

    Se ti rileggi la frase noti che:

    , specialmente per gli appassionati delle serie,

    un inciso e quindi va tra due virgole, non devi estrapolare parti di commento che sembrano da sole sbagliate.

    Echoes non ti devi scusare di nulla…

  • Si, ma qu si parla di censure nei cartoni animati, non censure nei commenti….

  • Tony Manero

    ECHOES SANTO SUBITO!

  • ECHOES SANTO SUBITO!

    QUOTO! :biggrin:

  • Shinigami

    @[email protected]: Va bene l’essere attenti alla sintassi e tutto il resto, ma quel tuo commento sulle correzioni era del tutto inutile, fastidioso e fuori luogo :getlost:

    PS: al massimo dovresti scusarti tu con Echoes, non il contrario :dizzy:

  • Ho corretto gli errori….ma qualcuno ti era scappato!! Stai + attento la prox volta :biggrin:

  • Red

    mad che babbasunne che scono fuori dal web XD, comuncue per chi interessasse ai rappresentanti del moige non preme spegnere la tv ai loro bambini “mio dio qualcuno pensi ai bambini! nessuno pemnsa ai bambini!” cit.
    bensi sono convinti che piazzare il proprio figlio 4 5 ore al giorno davanti alla tv sia un perfetto modello educativo, mentre loro (i genitori) dovrebbero darsi da fare a rompere le palle qui o la o a farsi sempliciemente i fatti loro (dei genitori) senza essere infastiditi da quella cosa disguistosa e fastidisa che sono i loro bambini

    ps adoro questo sito ma lultima skin terribbilmente pesante _ ci metto 10 minuti ad aprire una pagina, pesante in senso di elaborazione non di linea, mi si increma il pc

  • Red

    ho forse sono quei cavolo di sponsor animati :getlost:

  • devilwind

    Scusate il doppio post, ma volevo anche far notare le correzioni stupide di devilwind (senza offesa)… In particolare:

    -> serie, tuttavia -> il periodo scorretto. A serie avrebbe dovuto seguire il punto, non la virgola.

    Se ti rileggi la frase noti che:

    , specialmente per gli appassionati delle serie,

    un inciso e quindi va tra due virgole, non devi estrapolare parti di commento che sembrano da sole sbagliate.

    Echoes non ti devi scusare di nulla…

    Shika, quello NON E’ un inciso. Un inciso viene incluso tra virgole per dare ulteriori informazioni e non separare una stessa unit logica (cio frase, per usare un’espressione a te comprensibile, anche se usare “frase” un po’ riduttivo). Tuttavia la tua frase si concludeva con MOIGE. Con quel “, tuttavia” tu inizi un periodo completamente differente, quindi un buon italiano richiederebbe l’uso del punto. Quello un errore bello e buono, e il fatto che tu sia convinto di aver scritto correttamente dimostra solo quanto tu poco sappia di grammatica.
    Se credi per che io sia solo un amante dell’ ignoranza che fa stupide correzioni, puoi sempre chiedere l’opinione di qualcuno che tu ritieni pi autorevole, e poi farmi sapere. D’altro canto non ritengo che le mie correzioni siano pi stupide delle tue.
    Sbagliare non reato, ma insistere (a torto) dopo essere stati corretti solo segno di infantilit e di completa mancanza di umilt, la quale non guasta mai, anche quando si ha ragione.
    Per concludere, ti sconsiglio di sfidarmi in un dibattito linguistico, primo perch stiamo andando fuori post, secondo perch non hai la minima possibilit di spuntarla, visto che lo faccio di mestiere.

    P.S.: Non scrivo articoli per un sito nazionale

    –>e quindi non ho nessun obbligo a scrivere in Italiano corretto,

    a differenza degli staffer di KJ. Noto con piacere di come anche voi non abbiate nulla da fare (come mi rinfacciate) se pensate a correggermi… Non accendiamo flames per cortesia…

    PS: Gli staffer di KJ non cercano di scrivere in italiano corretto perch sono obbligati, ma perch come tutti quelli con un briciolo di cervello ritengono che sia opportuno, quando si sceglie di usare una lingua (<- questo un inciso), usarla in modo appropriato: semplice buon senso!

  • devilwind

    Perdonate il doppio post, ma quello di prima riguardava una doverosa precisazione a shika. Ora passiamo alle censure.
    Tempo fa, mi sembra sulla questione della censura di doraemon, espressi gi quello che pensavo del MOIGE. Non mi ripeter, anche perch non credo qualcuno discordi sul fatto che sono solo dei vecchi bigotti che nulla capiscono n di pedagogia n di sensibilit artistica (ma cosa vi aspettate da chi vieta la trasmissione di Sailor Moon e costinge a colorare di nero il sangue evidentemente ritenendo che i bambini siano dei cretini?).
    Voglio per evidenziarvi qualcosa. Non so se qualcuno di voi ha recentemente visto la serie Sanctuary dei cavalieri dello zodiaco messa in onda dalla Mediaset. Il sangue era rosso e hanno persino mantenuto alcuni nomi giapponesi. Mi stavo commuovendo. Secondo voi segno che i tempi stanno cambiando?

  • Non rispondo a tono perch non aizzo discussioni…

  • devilwind

    Non rispondo a tono perch non aizzo discussioni…

    No, no rispondi a tono perch non hai niente da rispondere

  • Comunque devilwind mi sa che nel tuo ultimo commento hai lasciato una “n”. Poi non credo che dovreste litigare solo per correggere il commento di un’ altra persona.

  • exa

    devil, shik@, sembrate due bambini piccoli che bisticciano. Shika, devilwind sar pure esagerato, ma ha ragione su quell’ errore, e tu gli hai pure dato dello stupido. Ora finitela.

    La cesura in Italia scandalosa, e al Moige sono un branco di bacchettoni. Non si pu fare una petizione per farli sloggiare?
    Cmq, tempo fa ho trovato questo articolo proprio sulla censura di sailor moon, dove vengono riportate alcune delle “loro” argomentazioni. se vi interessa:
    http://www.ilbazardimari.net/censure/spiegazioni/articolo02.html

  • devilwind

    @F4ire, hai ragione, ma le mie correzioni erano fin dal principio un esempio di come tutti sbagliano a battere una lettera o una virgola ogni tanto e, tranne in caso di errori concettuali, bisognerebbe lasciar correre. Poi Shika si impuntato e la situazione degenerata. Ma questa l’ultima volta che torno sull’argomento.
    Piuttosto, ho letto l’articolo proposto da exa: l’ho trovato molto interessante. Sentite qua: <>; <> :wassat: whahhaha
    Idea per una nuova serie: “Sailor moon alla conquista del mondo!” :devil: …Aspettate, mentre Action Man una serie … fruibilissima”, “un valoroso e coraggioso eroe” del bene
    OK, Action Man non era cattivo, ma andiamo: Action Man! Un mega palestrato che si lancia in vasche piene di squali, sfreccia a 360 in autostrada e spara con mitragliette, lanciarazzi e bazooka… e poi il cristallo di luna che dovrebbe portare a deliri di onnipotenza? :blink:
    Dottoressa Parsi, eh? Adesso sappiamo chi dobbiamo ringraziare!

  • devilwind

    Tra le (non so perch non li ha pubblicati) inserite:
    -Sailormoon “Potrebbe indurre comportamenti gay poich propone un eroina forte che tende a femminilizzare il loro modo di vivere-;
    -Il potere del cristallo di luna accende le fantasie di ONNIPOTENZA-

  • Lin

    Fortuna che Urusei Yatsura e Gundam sono stati importati (il secondo di strabauz, peraltro) da emittenti locali, ma che dico locali, da emittenti di quartiere. Per lo meno il tutto scivolato senza particolari clamori, tranne la perplessit di qualche mamma per le tette di Lam (non la mia, di mamma). Dico, qualcuno si immagina che fine faceva se passava per le cesoie di Mediaset? Cio, non ci passava proprio.

  • Purtroppo quelli del MOIGE sono oramai “assuefatti” di quella cosa che (secondo loro) a noi proibito sia vedere che provare. Purtroppo credono di sapere ci che fa bene e ci che fa male a noi…e se lo tengono per s…
    …St parlando della droga ovviamente, xk nn credo che x natura st persone siano cos fuori di melone…nn ci voglio proprio credere…

  • Ricky

    Caro Echoes, credo che tu debba cominciare a crederci… :unsure:

  • S

    “M.O.I.G.E. guardati in casa tua e pensa ai tuoi figli, che ai miei ci penso io.”…

    …Parole sante!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!! :w00t: I genitori non vogliono che i loro figli vedano certe cose? e allora che non gliele facciano vedere!! perch ci debbono andare per sotto altre persone per colpa delle censure? ora che gli educatori facciano loro qualcosa di decente. :pouty:

  • MASTRO

    Bell’articolo, veramente interessante.
    I commenti neanche un p……….. :ermm:

  • Stavo pensando oggi…se secondo loro Dragon Ball violento e “diseducativo”…xk nn ho mai visto bambini trasformare altri bambini in caramelle????

  • Sephira

    Stavo pensando oggi…se secondo loro Dragon Ball violento e “diseducativo”…xk nn ho mai visto bambini trasformare altri bambini in caramelle????

    Scherzi, io l’ho fatto proprio ieri! Poi me lo sono mangiato! U.U

    A parte le cavolate, come al solito rimango sconvolta nel sentire tutte ste storie sul moige… ma non hanno niente da fare nella vita? tipo stare a badare ai propri figli?
    Se non volete che vedano le protagoniste di rayhearth che impugnano oggetti fallici (ho letto l’articolo, davvero bello) allora prendete il telecomando e spegnete la tv! Portateli al parcogiochi o altrove! Ma forse pure il parcogiochi diseducativo, in fondo anche io da piccola giocavo alla lotta oppure cercavo di accopparmi dallo scivolo…

    Vabb, spero che prima o poi sta gente si accorga delle cavolate che spare e, se invece non se ne accorge, spero che qualcuno riesca a farglielo notare! Magari i loro stessi figli, chi lo sa…

  • Lee

    L’articolo errato. u.u

    “(…) 6 Gennaio 1980, Duke Fleed (pilota del Mazinga) sconfigge i mostri provenienti da Vega (…)”

    Duke Fleed non il pilota del Mazinga, il pilota di Goldrake (Grandizer), in Italia ribattezzato con il nome di Actarus.
    Il pilota di Mazinga Z Koji Kabuto, che compare anche nella serie di Goldrake, in Italia ribattezzato Alcor.
    Il pilota del Grande Mazinga Tetsuya Tsurugi.