Oreimo 2 – Recensione [14 – 15 – 16 END]

di Kirisuto 6

Eccoci qui dopo secoli a parlare di nuovo (e spero per l’ultima volta) di Oreimo. Il 18 Agosto sono usciti i tre episodi conclusivi e quest’oggi li commenterò. Prossimamente il buon Regola ci offrirà una sua analisi della faccenda.

Vorrei evitare di recensirvi gli episodi pedissequamente, ecco perchè glisserò sui dettagli (che spero voi sappiate) e invece mi concentrerò più sui fatti e i personaggi. Ma un breve riassuntino meglio farlo, veloce veloce.

Kyosuke allontana definitivamente Kuroneko. Invita ad un appuntamento, la vigilia di Natale, sua sorella e si dichiara. Inutile dire che la sorella ricambia i sentimenti del fratello, ma si trovano di fronte ad un intoppo grande come una casa: cosa fare ora? Dopo una falsa cerimonia nuziale a conferma dei sentimenti l’uno per l’altra, i due decidono di mantenere un comportamento da coppia fino a che non si diplomeranno dalle rispettive scuole. Una volta diplomati torneranno ad un rapporto più “fraterno”. Piccola nota: la fine dell’anno scolastico è grosso modo in primavera (tra marzo e aprile) ciò significa che passano dei mesi da dicembre, in cui i due si atteggiano da coppia. Dopo un confronto fisico-verbale con Manami in cui Kyosuke difende a spada tratta il nuovo rapporto con la sorella, la serie si conclude con tutto come prima, circa.

Grosso modo questi sono i fatti, guardiamo ai personaggi facendo un passo indietro. Partiamo da Ayase; escluso il lato yandere che ogni tanto faceva capolino, possiamo parlare forse della persona più genuinamente innamorata del protagonista. Per contrappasso subisce forse il trattamento peggiore rispetto a tutte le “pretendenti” di Kyosuke in quanto il suddetto s’accorge benissimo dei suoi sentimenti ma non fa nulla per frenarla se non darle una brusca e definitiva battuta d’arresta dopo un idilliaco periodo passato come una coppia di fidanzati secolari. Non prende le distanze da lei, non la frena dal farsi illusioni, nulla… anzi a Kyosuke piacciono tutte quelle attenzioni e decide di gustarsele e sguazzarci fino a che decide di puntare alla sorella. Lasciamo da parte per ora il protagonista e andiamo alla scapolottina numero 2 (cit.).

Non c’hai tutti i torti.

Anche Kuroneko non si può dire che se la sia passata bene, ma c’è da dire che se l’è cercata e per questo motivo non riesco a dispiacermi per lei nemmeno un grammo. Aveva un piano (che infine è riuscito) ha teso una trappola ai sentimenti di Kyosuke ma, senza prevederlo, c’è caduta dentro pure lei. Questo ha comportato che, man mano che il piano passava di livello in livello, lei c’è rimasta emotivamente fregata. Si è innamorata del protagonista, ma imperterrita ha portato avanti il suo obiettivo anteponendo la felicità di Kirino alla sua. Come avrete modo di leggere, Regola parlerà di egoismo trattando Kuroneko; io ci vedrò male, ma scorgo più un altruismo che si è espresso nel peggiore dei modi possibili. Kuroneko come ombra silente ha tramato un piano per favorire Kirino, perchè? Se azzardassimo l’amicizia come motivazione? Kirino, a modo suo, è stato forse uno dei primi contatti umani seri di Kuroneko e questo forse ha fatto scattare qualche “obbligo di riconoscenza” da parte della neko darkettona. Ad ogni modo per fare un paragone altamente infelice, Kuroneko per me è come un Wil E. Coyote che rimane schiacciato dal sasso che ha lui stesso posizionato sopra il dirupo. Certo, la ragazzina riesce a portare a compimento il piano, ma a costo di sacrificare se stessa. Non riesco proprio a dispiacermi per lei. Contenta lei in questo modo, contenti tutti.

Tralasciando Kanako (per motivi di tempistiche è stato il personaggio più sacrificato di tutti tanto che lo spettatore si chiede “come mai si è dichiarata?”, quando nelle Light Novel ha uno spazio tutto suo) arriviamo alla Top 3. E saranno dolori.

Come abbiamo potuto vedere dal tredicesimo episodio il legame tra Manami, Kirino e Kyosuke c’è da un pezzo e i tramacci sono secolari. Inutile dire che Manami provi dei sentimenti verso il protagonista ma se nella prima stagione è stata ardita e presente, nella seconda è stata più riflessiva e dietro le quinte. Manami ha capito, a fine prima stagione, che non sarebbe riuscita ad avere per sè il buon Kyosuke e ha deciso di farsi da parte. Si è fatta da parte decidendo di indirizzare sulla giusta via una ragazza che potesse essere compatibile con Kyosuke, Ayase. Perchè tutto questo impicciarsi? E’ vero che ci sono amici che cercano di accasarti con questo e con quell’altro ma qui c’è dell’altro dietro. Manami sa infatti che Kirino ha dei sentimenti per il fratello e sa al contempo che Kyosuke stesso si è riavvicinato alla sorella rinsaldando il legame lasciato atrofizzare col tempo. Sentendosi in dovere di impedire l‘incest-end cerca di riempire le braccia di Kyosuke, se non con il suo corpo, con quello di un’altra ragazza più compatibile.

Potrei fissarla per settimane…

Molti dicono che si sarebbe dovuta fare gli affari suoi, che non erano questioni che la riguardavano ecc ecc. Ma pensiamo a due amici di infanzia che crescono assieme, i problemi dell’uno sono quelli dell’altro, le due famiglie si trattano come se fossero legate da un legame di sangue visto da quanto tempo si conosco, come si fa a dire che quello che sta accadendo a Kyosuke non è affare di Manami. L’errore, se volete chiamarlo così, è che la meganekko percepisce come errato il percorso intrapreso da Kyosuke e decide di aiutarlo a correggerlo. Per non aggiungere il fatto che decide di agire alle sue spalle senza affrontarlo se non a danno compiuto.

A mio modo di vedere Manami non ha sbagliato tanto nell’agire, ma quanto nel modus operandi. Manami ha infatti agito secondo coscienza e non tornaconto personale (a lei non ne veniva nulla se Kyosuke si fidanzava con Ayase). Manami, dal suo punto di vista e per quelli che sono i suoi principi morali, ha agito per porre rimedio a quello che ritiene un errore/sbaglio di una persona a lei molto cara. Un ragionamento blandamente simile a quello di Kuroneko, entrambe infatti cercano di ottenere la felicità per un’altra persona (partendo da presupposti diversi). Manami (se escludiamo Saori e il club di informatica) rimane il mio personaggio preferito della serie non tanto perchè si è opposta all’incest-end tra i due fratello, quanto perchè con il suo agire (errato nei modi) ha dimostrato di avere davvero a cuore gli interessi del protagonista; anche più di Ayase.

Kyosuke, per quanto possa essere discutibile la sua decisione, si dimostra una persona decisa e capace di difendere le proprie convinzioni. Cosa che non si può dire di Kirino. La sorella non ha nemmeno la maturità per saper rispondere alla domanda “perchè?” quando viene interpellata sulle sue opinioni; non voglio dire che il protagonista sia una persona matura, ma quantomeno a fine serie sembra aver assunto dei comportamenti vagamente maturi. L’immaturità dei due diventa palese e lampante nella soluzione che decidono di adottare per la loro relazione. In pratica sembrano dire:”Vogliamo goderci la nostra relazione come coppia e non come fratelli ma non siamo capaci di pensare a una soluzione che ci permetta di goderne vita natural durante, perciò ci diamo una scadenza di qualche mese. Poi fratelli come prima.” Ora, per quanto sia a dimostrazione dell’infantilità dei due, è forse la soluzione più realistica possibile. Kyosuke ha sacrificato Manami, Ayase e Kuroneko (ma lei conta di meno visto che supporta la coppia) mentre Kirino esce da questa situazione senza aver intaccato alle sue amicizie. Saori non approva esplicitamente la cosa ma decide di supportare i due, mentre Kuroneko-dal-cuore-in-polvere approva.

Tirando le somme, chi vince e chi perde in Oreimo? Kirino e Kyosuke ottengono quello che vogliono, ma lui perde la migliore amica d’infanzia e una donna da cuore d’oro (e le manette) mentre Kirino ci esce pulita. Ayase perde tutto. Manami fallisce nel suo obiettivo e perde Kyosuke. Kuroneko perde Kyosuke ma porta a termine il suo piano, si può considerare vincitrice? Rendiamoci conto che per un capriccio di due persone ci ritroviamo con in mano uno stuolo di relazioni e amicizie andate a quel paese…

Un comportamento sicuramente infantile, e aggiungerei egoistico (nell’accezione più comune).

Io qui chiuderei e passerei la palla a Regola. Vediamo cos’ha lui da dire al riguardo, dopodichè possiamo marchiare a fuoco la parola fine su Oreimo.

Ps: ho goduto come un porco (cit.) nel vedere Manami menare a sangue Kirino.

Commenti (6)

  1. Per tutta la durata delle 3 puntate sono stato indeciso fra il ridere, piangere o l’imbarazzarmi… in ogni caso, decisamente, non riesco a capire Kyosuke.

    Tutto mi sarei aspettato tranne la decisione finale sul come hanno intenzione di vivere il loro rapporto… che effettivamente la decisione pi codarda che potessero fare.

    Diverse ragazze ne escono col cuore spezzato, non so se Ayase potr mai rimanere amica di Kirino (dubito non arrivi a capire cosa succede), Kuro..Yamineko c’ rimasta fregata, Kanako…bh, lei non ha avuto molta scena, quello un peccato, Manami… bh, come dici tu ha usato i mezzi sbagliati per dei fini (se non universalmente giusti, quantomeno) accettabili e comprensibili.

    Ora, come ha detto Kirino (e all’inizio non lo capivo, diventa chiaro pochi minuti dopo, quando viene rivelata la loro decisione) Kyosuke rimane senza niente. E lei ci ha perso relativamente poco (forse Ayase, forse neanche lei).

    Quanti problemi per un rapporto vissuto solo per pochi mesi…condannato fin dal momento in cui cominciato.
    Deprimente.

    Qualcuno sa se nelle novel c’ un qualche epilogo successivo all’anime? Tipo un “alla fine ci ripensano e continuano quella relazione proibita” o anche un “finito il rapporto, KuroShiroYamineko ha deciso di aspettare Kyosuke e ci si rimette assieme (da un certo punto di vista triste, in quanto sarebbe la sua seconda scelta, ma un finale comunque migliore di quanto visto) o altro? Perch se finisce cos sono totalmente, completamente deluso.

    Bh, scritto di getto il mio pensiero… provo a cercare qualche informazione sulle novel e mi corico

    1. Con l’uscita del primo Blu-Ray ci dovrebbe essere allegato un capitolo ambientato “10 anni dopo”.

      Chiss…

      1. Io non mi farei troppe aspettative su questo capitolo dei dieci anni dopo…

      2. bh, potrebbe almeno dare una conclusione alla serie, visto come il finale sia a tutti gli effetti un non finale

      3. Non finale? Non riesco ad essere d’accordo: mi spiego, i manga/anime hanno sempre, alcuni pi altri meno, finali “aperti”. (Lo spiego nella mia parte del commento.)

  2. bah.. per me finiva con la puntata 13.
    questi 3 episodi non mi sono piaciuti troppo e il finale semplicemente non ha senso.. stare insieme 3 mesi perche non una cosa normale e puo essere complicato? ma dai..
    la cosa che ho apprezzato che finalmente abbiamo visto cosa c era dentro quel benedetto album di kirino! mi ricordo ancora che alla fine della prima serie ero la che rosicavo..ahah

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>