One Piece, la novità del Gear 5th era già programmata?

di Gtuzzi Commenta

Spread the love

Non c’è dubbio che nel momento in cui si parla di Eiichiro Oda si fa riferimento a un fenomeno a tutti gli effetti a livello di scrittura. Tra le abilità che ancora oggi hanno sicuramente stupito tutti i suoi fan, troviamo certamente anche quella particolare capacità che viene chiamata foreshadowing. Si tratta della capacità di riuscire a descrivere, con un anticipo incredibile, gli sviluppi futuri dell’opera, come è successo nel caso di Nika piuttosto che con il Gear 5th.

Sempre riprendendo la teoria, piuttosto recente vale la pena sottolinearlo, che crea un legame all’interno di One Piece tra la malattia di Bonney e Saturn, ecco che si è diffusa negli ultimi tempi una speculazione particolarmente interessante. Si tratta di una voce che riguarda l’opportunità che il frutto Nika, ovvero il Gear 5th, sia stato in realtà pianificato da parte di Oda già nel corso dei primi capitoli del ben noto manga.

All’interno della community di fan si fa sempre più parlare di tale ipotesi. Diversi utenti sul social network di “X” hanno messo in evidenza come Oda sia stato davvero geniale nel disperdere, in vari punti dell’opera, anche in saghe che, all’apparenza, sembravano particolarmente distanti rispetto a quelle attualmente sul mercato, un quantitativo molto importante di indizi su quella che è la vera e propria natura di tale frutto, così come dei poteri di cui è dotato Rufy. Non solo, visto che tali indizi andrebbero, tra le altre cose, anche a spiegare le origini dello stesso Rufy, legate a doppio filo alla storia di Jayboy,

A Skypiea, ad esempio, all’interno, per la precisione, dei capitoli 253 e 300 del manga, si può notare come Oda abbia inserito una specifica citazione relativa ai tamburi della liberazione di joyboyana memoria. Non solo a livello verbale, con la presenza di apposite nuvolette descrittive, ma anche dal punto di vista figurato. Infatti, in quest’ultimo senso, visto che gli abitanti di tale luogo si riuniscono per compiere una danza tipicamente liberatorio e circolare.

È ben noto, infatti, che questo tipo di danze e di comportamenti siano realmente presenti nelle tradizioni di alcuni popoli. Si vocifera, quindi, che Oda abbia tratto la sua ispirazione da delle tradizioni tipicamente africane, nello specifico dell’Africa Occidentale, proprio con l’intento di far capire ancora meglio il carattere particolarmente festoso e spensierato di JayBoy, con tanti utenti che hanno messo in evidenza tutta una serie di dati molto curiosi proprio in riferimento a tale personaggio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>