Neanche Mitsuru Adachi riesce a distinguere i protagonisti dei suoi manga

di Silvia Letizia Commenta

In un recente episodio del talk show Ametalk trasmesso dall’emittente televisiva giapponese TV Asahi all’autore Mitsuru Adachi è stata sottoposta una sfida alquanto inusuale ma che non risulterà strana ai fan dei suoi manga. Ad Adachi, infatti, è stato chiesto di riconoscere Tatsuya Uesugi, il protagonista di Touch, uno dei suoi manga più famosi, tra le illustrazioni di tre personaggi che lo stesso Adachi aveva disegnato per altre serie. Con grande umiliazione per l’autore, e divertimento per chi era presente in studio o stava guardando la trasmissione da casa, Adachi ha sbagliato, dando conferma che persino lui non è in grado di distinguere i suoi stessi personaggi.

Ecco l’illustrazione che è stata presentata a Mitsuru Adachi

adachi 1

Se già non essere in grado di riconoscere il proprio personaggio più famoso in mezzo ad altri potrebbe essere considerato abbastanza imbarazzante, la cosa risulta ancora più grave se si considera che gli altri due, Masato Wakamatsu di Miyuki e Yūsaku Takasugi di Hiatari Ryōkō! (in italiano Questa allegra gioventù), sono a loro volta i protagonisti maschili delle loro rispettive serie. Adachi non è riuscito a identificare correttamente nessuno di loro.

Per chi volesse provare a indovinare chi è chi, nell’ordine i tre personaggi sono Masato Wakamatsu sulla sinistra, Yūsaku Takasugi nel mezzo, e Tatsuya Uesugi sulla destra. È innegabile, comunque, che Mitsuru Adachi abbia l’abitudine di creare personaggi che si somigliano in modo più che sorprendente.

adachi 2

Il manga di Touch è stato inizialmente serializzato in Giappone dalla rivista Weekly Shonen Sunday tra il 1981 e il 1986. Nel 1983 ha ricevuto un premio in occasione degli Shogakukan Manga Award insieme a un altro manga di Adachi, Miyuki. È stato adattato in una serie d’animazione televisiva che è stata trasmessa anche in Italia col titolo di Prendi il mondo e vai. In Italia il manga è stato quindi pubblicato dalla casa editrice Star Comics col suo titolo originale nel 1999.

[ Fonte | ANN ]
[ Fonte | Wikipedia ]