Kamen Rider Gaim, la serie dell’autore di Madoka Magica – Recensione Komixjam

di Chibi Commenta

Spread the love

 Ciao a tutti, mi presento. Sono Chibi e sono un nuovo recensore qui su Komixjam. Ogni martedì vi porterò la recensione di un episodio di una serie live action o tokusatsu (cioè le varie serie come Kamen Rider e Super Sentai, quelle che in America e qui da noi sono state rovinate con la produzione dei Power Rangers). Tempo fa Tappoxxl vi ha fatto conoscere le magnifiche serie Kaizoku Sentai Gokaiger e Kamen Rider Fourze, e ora sono qui a prendere il suo posto.

La prima serie di cui tratteremo è Kamen Rider Gaim, scritta e prodotta da Gen Urobuchi. Probabilmente molti di voi lo conosceranno grazie a famosissime opere che ha creato come Puella Magi Madoka Magica, Fate/Zero, Psycho Pass o Gargantia, ma questa volta ha deciso di impegnarsi in qualcosa che non riguarda né gli anime né le Visual novels. Vediamo di cosa tratta il primo episodio.

 

Kamen Rider Gaim -episodio 1- : Henshin! Un’Arancia dal cielo!?

Riassunto

Iniziamo con il dire che, fortunatamente, nonostante le serie di Kamen Rider siano annuali e ce ne siano moltissime, non è necessario aver visto le precedenti poiché ogni serie è totalmente slegata l’una dall’altra, sia in termini di storia, sia di ambientazione, che di personaggi. Nel primo episodio facciamo la conoscenza di un ragazzo chiamato Kouta Sakuraba, che vive nella fiorente e all’avanguardia città di Zawame, ove il potere è in mano ad una potente compagnia, la Yggdrasill Corporation. In tutta la città i giovani sono divisi in varie squadre di ballo, e si giocano l’appartenenza delle strade più famose con tanto di classifica generale, il tutto naturalmente commentato e trasmesso in tv e su internet come se fosse un reality show. Tali corpi di ballo però non si sfidano in battaglie di danza, ma ad uno strano e misterioso gioco chiamato Inves Game: dei venditori infatti sono in possesso di speciali lucchetti di nome LockSeed raffiguranti i vari frutti del mondo, i quali aperti sono in grado di evocare delle piccole creature di nome Inves che lottano tra di loro alla stregua dei pokemon, per decretare la squadra vincitrice.
Tuttavia il nostro Kouta non pare essere interessato a tutto ciò: lui faceva parte un tempo di un’importante squadra di ballo, il Team Gaim, ma finita la scuola, per diventare indipendente, ha intrapreso tutta una serie di lavori part-time che non gli lasciano spazio per altro. Le cose però non paiono andare lisce a lungo: uno dei venditori di LockSeed, Cid, pare essere in possesso di uno strano ordigno simile ad una cintura che a suo dire è in grado di dare alla gente un potere enorme, e la offre a Yuuya, il leader del Team Gaim. Purtroppo Yuuya sparisce subito dopo, e Kouta viene chiamato dai suoi ex compagni per iniziare le ricerche del loro amico. Lui ed una ragazza di nome Mai, così, trovano uno strano squarcio nell’aria, come se portasse ad un’altra dimensione. Oltrepassandolo si ritrovano in una misteriosa foresta popolata dagli Inves a grandezza umana, e lì trovano anche per terra la cintura comprata da Yuuya. Attaccati poi da un Inves, Kouta e Mai fuggono nel mondo reale dove vengono inseguiti dal mostro, ed è allora che Kouta si accorge che la cintura ha uno slot che assomiglia molto alla forma dei LockSeed. La indossa, dunque, inserendo al suo interno il LockSeed dell’arancia, e diventa testimone di una incredibile ed inaspettata trasformazione.

Commenti

Il primo episodio di Kamen Rider Gaim è naturalmente prettamente introduttivo, così da fare la conoscenza di Kouta, Mai, Yuuya, e dell’ambientazione generale della città di Zawame, con i suoi corpi di ballo, gli Inves Game ed i misteriosi LockSeed. Il personaggio di Kouta pare essere molto positivo, gentile ed onesto, ma soprattutto dai sentimenti molto vicini a qualunque ragazzo reale della sua età, cosa che dà modo a tutti quelli che guardano la serie di mettersi nei suoi panni. La serie, in generale, promette certamente molto bene grazie alla firma di Urobuchi, il quale ha abituato i suoi fan con storie molto pesanti e piene di morte e disperazione. Anche in Kamen Rider Gaim accade ciò, tuttavia è riuscito anche a dare all’ambientazione un tocco di ironia e infantilismo che crea un contrasto davvero unico e interessante. Infatti tutti i Kamen Rider presenti in questa serie, e le loro forme alternative, sono a tema dei frutti, il che rende anche il tutto quasi ridicolo. Se poi però passiamo sopra a questo aspetto, si fa molto presto ad abituarsi a ciò e ad entrare appieno nella storia e nello spirito di Kamen Rider Gaim. Cosa sono i LockSeed, e cosa sono gli Inves? Chi ha creato quella cintura che fa trasformare Kouta, e che fine ha fatto Yuuya?

 

Fonte: Italian Sentai Subranger, Italian Sentai Facebook

Altre info sull’episodio 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>