Film d’animazione giapponese a Verona

di akito89 17

C’è appena giunta notizia di una bella iniziativa tenuta nei pressi di Verona, dallo scorso 6 Febbraio è infatti partita una rassegna cinematografica sull’animazione made in japan, suddivisa in 10 serate nelle quali gustarsi il piacere del buon cinema asiatico.

L’ingresso per la singola serata costa 3 euro e per l’abbonamento ad ogni proiezione, con posto riservato, il costo è di soli 15 euro.

I lungometraggi proposti dall’associazione “Le rune del lupo” sono frutto di una scrupolosa selezione di film quindi passiamo alla programmazione proposta:

06/02: Nausicaä della Valle del Vento
13/02: La ragazza che saltava nel tempo
27/02: Ghost in the Shell
06/03: La principessa Mononoke
13/03: Kakurenbo – Manie Manie
20/03: Tokyo Godfathers
27/03: Kiki, consegne a domicilio
03/04: Paprika
17/04: Vampire Hunter D: Bloodlust
24/04: Una tomba per le lucciole

L’obiettivo di questa “mostra” è di far avvicinare quante più persone, soprattutto nuove, all’animazione giapponese proponendo in diverse serate titoli di vario genere e stampo per riuscire a catturare la curiosità del pubblico.

Riassumendo, ogni serata sopraccitata partirà alle ore 21.00 per un totale di dieci serate, gli incontri si terranno presso Casa Novarini via Monte Ortigara 7 a San Giovanni Lupatoto (VR); (contatti a fondo pag.)

Questo è il comunicato di presentazione dell’evento:

Forse in pochi lo ricordano, ma la prima serie animata giapponese a giungere in Italia non raccontava le avventure della piccola Heidi e neppure del gigantesco robot Goldrake. Correva l’anno 1977 quando, per la prima volta, sugli schermi televisivi italiani faceva la propria comparsa un simpatico ragazzino vichingo. Da allora sono passati più di trent’anni e sono ormai centinaia le serie televisive di origine nipponica che si sono alternate sulle televisioni di noi italiani. Quasi sempre relegate al ruolo di “cartoni animati per bambini”. Ma sarà davvero così? Sarà meritata questa scarsa considerazione?

Noi crediamo di no! Noi crediamo che molti anime (termine con cui normalmente ci si riferisce ai lungometraggi animati giapponesi) non siano dei “semplici cartoni animati”, bensì lo specchio adulto delle reazioni umane, dei drammi, dei sentimenti, delle emorragie, delle deviazioni, degli amori, trasposti in immagini. Non un tipo di linguaggio espressivo a sé stante, quindi, ma un “altro” veicolo formale, diverso dal cinema reale; un nuovo approccio narrativo, un terreno fertile e spesso sottovalutato attraverso il quale raccontare con creatività il mondo; un’altra forma di espressione.

“Arte e animazione” si propone come un cineforum che punta ad accompagnare lo spettatore attraverso un percorso di meditazione personale. Dieci lungometraggi animati scelti tra i migliori mai realizzati e tradotti nel nostro idioma. Dieci film tramite i quali verranno proposte, settimana dopo settimana, tematiche sempre diverse e attuali. Il cineforum si propone un importante obiettivo: coinvolgere lo spettatore utilizzando il linguaggio semplice ed immediato del disegno animato, stuzzicare la sua fantasia e al contempo portarlo a riflettere.

Durante la stesura delle varie tappe che compongono il progetto abbiamo cercato di comporre un palinsesto che potesse toccare diversi argomenti, così da poter soddisfare chiunque voglia avvicinarsi a questo “nuovo” mondo, per poterlo apprezzare nelle sue infinite sfumature, per avvicinarsi all’idea di un’animazione intelligente e matura. I generi cinematografici proposti variano dalla commedia sentimentale alla fantascienza, dall’horror al drammatico. Si è cercato di alternare film più lenti e contemplativi con altri più leggeri, sempre e comunque prestando la massima attenzione a puntare su prodotti di alto livello qualitativo e che potessero proporre spunti interessanti per riflessioni personali su argomenti che tuttora sono di attualità. Ogni film sarà inoltre preceduto da un breve discorso introduttivo, che si occuperà presentare il film ponendo un importante accento sulle tematiche da esso sviluppate.

Contatti per info: Michele:3474054894 Fabio:3392052628 Daniele:3493968400(solo dopo le 20.00)

Mail: [email protected] Web: www.lerunedellupo.it

[Fonte:animeclick]

Commenti (17)

  1. Tokyo Godfathers

    deve essere bello…

  2. ne facessero di pi di iniziative simili, un applauso :biggrin:

    @italo tokio godfather racconta la storia di un barbone, una ragazzina e di un travestito che trovano una neonata una notte d’inverno a tokyo e per salvarla passano un sacco di casini. questo film strano a dirsi l’ho visto su italia1 verso le 3 di notte. ero incuriosio dal nome “godfather=padrino” alla fine nn parla di mafia o yakuza ma una storia sul metafisico. per da vedere io prima di questo non avevo mai visto un anime cos.

  3. Anche a Padova lo fanno da qualche anno … lo organizza la fumetteria Banzai , e di solito le proiezioni si tengono al circolo Unwound…

  4. ah se solo si facesse anche vicino casa mia… chi abita la deve andarci assolutamente, altrimenti davvero sarebbero da picchiare :happy:

  5. beati i veronesi :cwy:

    cmq una bella notizia che dellla gente si impegni a sfatare il mito dei cartoni animati giapponesi solo per bambini…
    bravi ragazzi!!!

  6. bene bene io sto a 1 ora di macchina peccato che non ci sia il castello errante!!!

  7. troppe cose di miyazaki…odio miyazaki… :angry: :sick:

  8. sarebbe stata una scelta migliore mettere anche cose come il film di Cowboybebop (visto che usci anche nelle nostre sale)

  9. Finalmente un bel avvenimento nella mia citt evvai :cheerful: :cheerful:

  10. [quote comment=”23747″]ne facessero di pi di iniziative simili, un applauso :biggrin:

    @italo tokio godfather racconta la storia di un barbone, una ragazzina e di un travestito che trovano una neonata una notte d’inverno a tokyo e per salvarla passano un sacco di casini. questo film strano a dirsi l’ho visto su italia1 verso le 3 di notte. ero incuriosio dal nome “godfather=padrino” alla fine nn parla di mafia o yakuza ma una storia sul metafisico. per da vedere io prima di questo non avevo mai visto un anime cos.[/quote]

    ma non mica di takeshi kitano?

  11. no l’autore Satoshi Kon, alla regia anche in Paprika (in una scena di Paprika compare Tokyo Godfather assieme alle locandine di altri film)

    Comunque questa si che una selezione valida di film, non come quella di Torino dove per una settimana riproponevano sempre i soliti quattro titoli, anche pi volte nella stessa giornata!

  12. [quote comment=\23758\]troppe cose di miyazaki…odio miyazaki… :angry: :sick:[/quote]
    Se dici di odiare Miyazaki non hai capito assolutamente niente sull’animazione…secondo: ragazzi dovete vedervi paprika!!!!!!!!! L’ho gi detto tempo fa su un altro post…vi apre la mente se siete in grado di recepirlo!!!!!!!!!!!! :devil:

  13. le uniche cose decenti che miyazaki ha mai fatto sono Conan e Lupin (ne ha dirette solo alcune della prima serie), per il resto :sick:
    non permetterti di dire che non ci capisco niente perch non sei nessuno per dirlo, soprattutto perch esattamente il contrario
    non vengo semplicemente uniformato all’idea comune se non mi piace un prodotto

  14. eheh grandi le rune ^ ^ finalmente un’associazione seria a casa mia 😛 cmq devo dire che nausicaa stato quello che pi mi ha entusiasmato..

  15. paprika bellissimo, l’ho visto ieri su sky, lo consiglio a tutti

  16. Grazie ad MTV ne ho visti 4 di questi e sono stati tutti bellissimi (soprattutto Tokyo Godfathers e Un tomba per Lucciole<-tristissimo). :cwy:

  17. troppo bello paprika qnd lo vidi anni fa ne rimasi impressionato veramente ben fatto..mlt profondo…anke una tomba per le lucciole un bel film..la ragazza ke saltava nel tempo e tokio godfather li devo vedere assolutamente..ghost in the shell..il fil particolare ma ho km l’impressione ke far pi fatica a convincere..kmq nn si pu odiare miyazaki, dai! ha fatto dei capolavori..la citt incantata stupendo!
    a mio avviso avrebbero dovuto mettere anke sword of the stranger..anke kn i sottotitoli se nn stato ancora doppiato

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>