Akagami no Shirayukihime: l’anime quest’estate

di Silvia Letizia Commenta

Martedì della prossima settimana il numero di aprile della rivista Lala edita dalla Hakusensha annuncerà che il manga di Akagami no Shirayukihime (Biancaneve, principessa dai capelli rossi) di Sorata Akiduki sarà trasposto in una serie televisiva d’animazione prodotta dallo Studio Bones (Fullmetal Alchemist, Noragami) che andrà in onda in Giappone nel corso di quest’estate. L’anime vedrà la doppiatrice Saori Hayami (Bakuman., anohana: The Flower We Saw That Day, Oreimo) nei panni di Shirayuki (Biancaneve) e Ryota Ohsaka (Yamada-kun to 7-nin no Majo, Valvrave the Liberator) in quelli di Zen.

akagami 1

Masahiro Ando (Hanasaku Iroha – Blossoms for Tomorrow, Blast of Tempest) sarà il regista della serie e lavorerà a una sceneggiatura scritta da Deko Akao (Noragami, Arakawa Under the Bridge). Kumiko Takahashi (Card Captor Sakura, Ouran High School Host Club) adatterà i disegni originali del manga curando il character design della serie. Michiru Oshima (Fullmetal Alchemist, Patema Inverted) comporrà la colonna sonora e Kazuhiro Wakabayashi (Ghost in the Shell: Stand Alone Complex, Ouran High School Host Club) rivestirà il ruolo di sound director.

La storia raccontata nello shojo manga di Akagami no Shirayukihime ha per protagonista Shirayuki, una bella ragazza che lavora come guaritrice e ha la sfortuna di avere i capelli rossi, una caratteristica molto rara nel suo paese. Quando il principe del suo regno si innamora di lei e si mette sulle sue tracce per sposarla, Shirayuki fugge e finisce con l’incontrare Zen. Anche Zen è un principe, e in particolare il principe del paese vicino, e Shirayuki non tarda a cominciare a provare un grande rispetto per lui, tanto che decide di cominciare a lavorare al suo fianco come dottore di corte.

akagami 2

Sorata Akiduki ha cominciato a pubblicare il manga di Akagami no Shirayukihime nel 2006 e la Hakusensha ne ha fatto uscire il 12esimo volumetto a ottobre dell’anno scorso.

[Fonte | ANN]
[Fonte | Wikipedia]