X-Men Forever

di Kaleb 14

xmfor1cvMoltissimi degli x-fan sono in trepidazione per l’imminente uscita di X-Men Forever ma di cosa si tratta? E perchè c’è così tanta trepidazione? La risposta è semplice, forse non tutti sanno che il vero padre degli X-Men non è altri che sua maestà Chris Claremont il quale è stato colui che ha creato la leggenda mutante all’interno del Marvel Universe. Purtroppo, dopo moltissime storie che hanno segnato il cuore degli appassionati e una continuity dove praticamente erano assenti contraddizioni e incongruenze varie, il grandissimo Chris decise di abbandonare e lasciò per lungo periodo la creatura che aveva portato al successo nelle mani delle nuove leve. Erano i primi anni novanta e moltissimi lettori si sentirono in buona misura orfani del più grande sceneggiatore della storia mutante che finalmente oggi riprende la storia proprio da dove aveva interrotto. In sostanza ci troviamo davanti a quello che sembra sostanzialmente un universo creato ad hoc per Claremont nel quale sarà lui a riscrivere la storia del passato di Gambit e Wolverine, il virus legacy potrebbe non esistere e quindi anche la storia di Cable potrebbe essere radicalmente mutata, Jean Gray sarà viva e Xavier sarà ancora il leader amato del mondo mutante che cerca la pacifica convivenza con i sapiens. I mutanti saranno in piena espansione e Magneto sarà ancora il più pericoloso dei nemici per la squadra del suo amico e naturalmente possiamo cancellare tutti gli avvenimenti da allora ad oggi. I personaggi hanno subito un grosso restyling per risultare attuali ma la mente che li muove è sempre guidata dalla mente che ha creato il mito. Praticamente un must per ogni appassionato del mondo mutante, un albo dal quale non si può prescindere anche solo per curiosità.

See U in CyberSpace

  • Rufy86

    mmmmmmmmh… mi sa molto di Brand New Day…

  • Rufy86

    … dimenticavo… PRIMO! :biggrin:

  • Marco

    ooooh ritorna? pensa te che io ho iniziato a leggere x-men proprio durante quel periodo di abbandono… i primi anni novanta (in italia) ed ho abbandonato il campo alcuni anni dopo proprio per talune macrospopiche cavolate ma soprattutto per una line grafica che andava sempre pi scadendo… le prospettive che scrivi sono emozionanti, quasi quasi ritorno a leggere x-men. ma dato che da un po di anni (quasi dieci) ho smesso di comprare marvel ti faccio una domanda: oggi in italia c’ ancora quella megaframmentazione di testate che c’ra ai tempi? cio che dovevi stare superattento ad innumerevoli cambi di testata per seguire benebene una storia…
    e poi sembrer una cazzata ma lavera motivazione che mi ha fatto smettere di prendere x-men che jim lee non li disegnava pi. per me gli xmen sono solo quelli disegnati da lui e da w. portacio. lo so che un po’ una cazzata ripeto, ma quelle storie ma soprattutto quei disegni mi hanno emozionato non poco. spero quindi che le nuove storie di claremont abbiano un degno “illustratore”.

    riscrivere la storia di wolvie? :w00t:

  • fabio

    Caspita, Marco mi ha letteralmente rubato le parole di bocca, abbiamo iniziato a leggere gli x-men nello stesso periodo, e smesso nello stesso periodo (ho ancora i poster di lee e di portacio, che assieme Todd McFarlane erano i migliori. ah, bei tempi!

  • Marco

    nuooo anch’io ho il poster (quello di xmen50 in verticale con tutti i personaggi in mostra) attaccato sull’armadio da un milione di anni… diventato un “poster portante” (vedi simpson) che se lo stacco crolla la casa.:w00t:
    uno dei miei rimpianti che nel periodo nel quale ho smesso di prenderli ho venduto alcuni numeri che poi non sono pi riuscito a ricomprare… :cwy:

    ciao fabio e alla prossima!

  • Potenzialmente interessantissimo che finalmente possiamo vedere come Claremont volesse far proseguire le trame anni e anni fa, tocca vedere se gli ultimi anni hanno condizionato tanto il suo lavoro (come sembra dagli ultimi lavori) o se era tutta colpa delle limitazioni che la marvel gli metteva

  • Kaleb

    Marco : io seguo il mondo mutante in maniera abbastanza completa e posso dirti che sicuramente la lettura delle due testate principali per seguire tutto come si deve imprescindibile. Wolverine almeno al momento un p un accessorio molto gradevole ma non fondamentale :wink:

  • Marco

    kaleb grazie dell’intervento ! io mi riferivo nel commento sopra al periodo nel quale oltre agli “incredibili x-men” si erano aperte alcune testate come “x-men deluxe” cio nel 1996/97/98 se non sbaglio (o prima?) che poi c’era anche “x-force” e ovviamente “wolverine”.
    ma quello che mi fece arrabbiare ai tempi che alcune storie o miniserie finivano su “wiz” o in giro qua e la e cos, oltre che impazzire spendevo milioni di dollari (lire)…
    comunque la prossima volta che vado in fumetteria dar un’occhiatina…
    magari qualche bella tavola “come si deve” mi far venir voglia di spendere di nuovo in us comics… x-bye!

  • elle

    dov’ finito bleach???? xk nn esce il capitolo (manga)????

  • Redellezukke

    mi trovo a chiedermi la stessa cosa di elle…

  • AoiKage

    Come al solito, Bleach tradotto da Venerd, ma non c’ una cavolo di RAW decente… questa volta sono peggio del solito…

  • Kaleb

    Marco: sono siuro che ti baster vedere i disegni spettacolari della nuova X-Force per innamoratene. La serie viene pubblicata su X-Men Deluxe quindi dalle un occhio :wink:

  • le testate panini sono un paio di anni che ormai le ho abbandonate per le edizioni originali, cmq in questo momento le storie mutanti sono tutte molto scarse (un momento che dura da TANTO), si leggiucchia Xforce e Xfactor ma vanno a salti. Captain Britain negli ultimi num sta allungando troppo il brodo…Wolvie riesco a leggerlo solo sulle pagine dei Vendicatori dove fa si lo sborone ma si divide molto piu contenuto delle altre serie…
    Xmen forever come la speranza di un faro…la speranza che non sia fulminato :ermm:

  • Redellezukke

    Come al solito, Bleach tradotto da Venerd, ma non c’ una cavolo di RAW decente… questa volta sono peggio del solito…

    grazie per il chiarimento,ero preoccupato xD..