La vita va avanti

di tappoxxl Commenta

Questa notizia, per quanto potrebbe sembrare frivola, dimostra come la vita vada avanti nonostante tutto. In questo caso, per un popolo che ha subito così tanti danni, il ritorno del campionato di calcio è come un tornare alla vita. I giapponesi, come sappiamo, hanno una grandissima passione per il calcio. Molte persone considerano il calcio uno sport brutto ed inutile, comandato dai soldi e dalle televisioni. Non sta a me giudicare questo sport, ma in Giappone, soprattutto dopo questo tragico mese, il ritorno del campionato di Divisione 2 della J.League dimostra che l’efficienza giapponese tende ad accontentare non solo i bisogni primari dei cittadini, ma anche le esigenze di svago del popolo. La città di Sendai torna a sorridere dopo il dramma dello scorso 11 marzo. La sua squadra principale, il Vegalta, si è imposto per 2 -1 sul Kawasaki Frontal della prefettura di Kanagawa a sud di Tokyo. La squadra, dopo un inziale svantaggio, si è portata sul 2 ad 1 grazie ai gol di Yoshiaki Oda e del difensore Jiro Kamata nel finale di partita. L’affluenza allo stadio è stata notevole. I coloratissimi tifosi del Vegalta sono arrivati in molti e hanno tifato senza sosta per tutti i novanta minuti. Come non apprezzare un tale entusiasmo dopo una tragedia di quelle proporzioni!?

Brutta sconfitta per l’altra squadra delle province più colpite dal sisma, i Kashima Antlers, che perde 3 a 0 sul campo degli Yokohama Marinos. Brutto colpo per i loro tifosi che devono affrontare un ulteriore dispiacere. Sarebbe stato bello se entrambe le tifoserie avessero potuto festeggiare il ritorno al campionato di calcio con due vittorie, ma il mondo del calcio è un mondo incerto, fatto di sogni infranti e belle storie. Per la squadra della prefettura di Ibaraki è un’occasione perduta per far tornare il sorriso ai suoi tifosi. Confido che per la prossima giornata anche i tifosi del Kashima potranno tornare a casa con un sorriso a 32 denti, anche se, nel calcio come nella vita, i sorrisi sono sempre meno delle lacrime. Ma almeno, un sorriso illumina la vita.

[ecco un video delle due tifoserie prima dell’inizio dell’incontro]

[fonte – AGI]