Violazione di copyright: arrestati produttori di magliette

di Silvia Letizia Commenta

La polizia della prefettura di Osaka, nella sua divisione dedicata agli affari economici, ha arrestato di recente i due manager di un negozio di articoli di abbigliamento nella città di Habikino, nella prefettura di Osaka. Mercoledì di questa settimana i due manager, che gestivano un negozio di nome Arupu, sono stati infatti accusati di aver prodotto e venduto delle magliette raffiguranti un personaggio che somigliava ai personaggi di Anpanman e Kewpie. Le magliette incriminate violano la legge Giapponese sul copyright.

Una donna di quarantatré anni e un uomo di settantuno anni, entrambi manager del negozio, sono stati arrestati dalla polizia mentre stavano vendendo a dei bambini alcune magliette, delle quali circa duemila sono state sequestrare dalla polizia da un magazzino di stoccaggio.

 

Stando a quanto dichiarato dalle autorità, le magliette in questione usano un personaggio che somiglia al protagonista della celebre serie per bambini Soreike! Anpanman e dalla bambola Kewpie. L’uomo arrestato ha negato qualunque accusa, sostenendo che è stato un impiegato a disegnare la maglietta e che la maglietta stessa presenta il disegno originale di un personaggio di nome Ankew. L’uomo, tuttavia, ha anche ammesso che il personaggio di Anpanman è stato usato come modello durante il processo di creazione di Ankew. L’uomo, inoltre, ha fatto notare che il negozio vende circa 350 milioni di yen (circa 3,3 milioni di €) di merchandising e di oggettistica ogni anno. Viste le precarie condizioni di salute del settantunenne, comunque, l’uomo è stato momentaneamente scarcerato.

Un’associazione con sede a Tokyo che si occupa di difendere i diritti dei produttori di merchandising originale ha fatto notare, in seguito alla diffusione della notizia, che il negozio di Osaka era stato già segnalato in precedenza per motivi simili. Sembra, infatti, che il negozio avesse in passato creato dei prodotti con personaggi che somigliavano fortemente a Kamen Rider e a Ultraman.

[Fonte | ANN]
[Fonte | Wikipedia]