Shiki 12-13 Sub Ita

di shikaku Commenta

[Acqua? No…sono lacrime. Le fredde lacrime del corpo senza calore…di un vampiro.]

Titoli: Dodicesima decadenza – Tredicesiam tragedia

Riassunto: Con la nuova opening passiamo a due episodi a settimana visto che l’anime è già tutto disponibile e quindi possiamo meglio goderci la storia. Dopo la scenata di Ikumi l’attenzione ritorna su quelli che si sono dimostrati fino ad ora i protagonisti: Natsuno da un lato e l’accoppiata Toshio/Seishin dall’altra, tutti a conoscenza della segreta esistenza degli okiagari e tutti entrati in qualche modo nel mirino di questi esseri che si stanno gradualmente impossessando del villaggio.

Natsuno nella notte dell’attacco alla clinica Ozaki era stato braccato da Tatsumi, Shimizu e Toru che alla fine era riuscito a morderlo. Il ragazzo consiglierà ai suoi “complici” Akira e Kaori di abbandonare il villaggio mentre lui non ha ancora rinunciato a lottare. Aspetta la visita di Toru che però tarda ad arrivare visto che sembra avere remore ad attaccare di nuovo il suo amico. Natsuno è armato per affrontarlo ma l’affetto che provava per il defunto amico gli impedisce di procedere per cui propone a Toru di fuggire insieme offrendogli la possibilità di continuare a cibarsi del suo sangue. In realtà molti novelli okiagari non sono subito pronti ad attaccare le persone, conservano quei sentimenti umani del giusto e sbagliatto, ma alla fine è la fame che li porta a perdere il controllo e a considerare gli umani come null’altro che prede. Natsuno viene quindi colpito di nuovo indebolendosi sempre più mentre Akira e Kaori, che vorrebbero aiutarlo con amuleti e oggetti scaramantici devono fare i conti con l’avversione alle superstizione del padre di Natsuno.

Il ragazzo alla fine morirà sfinito lasciando il padre disperato, e quanto pare colpito anche lui da un okiagari, mentre la madre Azusa sembra aver deciso di abbandonare il villaggio.

Al tempio Seishin nota come la vita lì scorra come se nulla stesse accadendo nonostante le evidenti difficoltà dovute alla diminuzione della popolazione e di persone che gentilemente aiutano a mandare avanti il tempio. Quando Tokujiro, della famiglia Yasumori inizia a sentirsi male, il padre di Seishin, capo monaco al tempio, insiste molto per vedere di persona quello che a quanto pare fosse un suo amico.

Il dottor Ozaki invece continua a mandare avanti la clinica anche se deve scontrarsi con il fatto che i colpiti dagli okiagari rifiutano il ricovero in ospedale, con un’insistenza e un modo di parlare che fanno presumere che siano stati indotti a dire quelle cose. La svolta avviene però quando anche la moglie di Toshio viene colpita ed inizia a mostrare i primi sintomi. Stavolta però il dottore non si batte, non lotta per evitare che gli okiagari le si avvicinino, anzi fa in modo che tutto vada come consuetudine ormai e che quindi la donna muoia. Fa in modo però di tenere nascosta lasciando credere che la donna sia ancora viva, molto probabilmente aspettando che si risvegli come okiagari.

Ringraziamo i Freedom per l’episodio