Lucca Comics & Games 2011 – Giorno 1: viaggio e gemelli Phelps

di Ciampax 6

Il Lucca Comics: un evento che per chiunque abbia anche solo per una volta avuto a che fare con il mondo del fumetto e tutto ciò che vi gravita intorno risulta, almeno una volta nella vita, una tappa “forzata” attraverso la quale passare! Tra tutte le fiere fumettistiche presenti in Italia, Lucca è sicuramente quella più particolare (non dico la più bella, perché in realtà ci sono tanti eventi sparsi nel Belpaese che, a livello di “emozioni” riescono a trasmettere anche qualcosa di più) nonché la più nota: lo testimonia il fatto che, dati alla mano, quest’anno l’evento ha battito ogni precedente record, come potete leggere nel seguente comunicato stampa ufficiale del responsabile Ufficio Stampa Marco Giannatiempo (che ringrazio per la cortesia e la disponibilità mostrata durante tutti i cinque giorni della fiera)

Lucca Comics and games 2011 batte ogni record 155 mila presenze nei cinque giorni di festival

 Lucca Comics and Games 2011 batte ogni record registrando in 5 giorni 155 mila presenze al festival che si accredita quindi il terzo per importanza al mondo dopo il salone di Tokyo e Angulemme, superando ormai S. Diego. Il precedente record di presenze era stato segnato nel 2009 con 143.000 spettatori arrivati come sempre da tutta Europa.

Laboratorio Comunicazione – Marco Giannatiempo

Tuttavia, visti i costi necessari per affrontare un viaggio fino alla ridente cittadina Toscana, nonché le spese di vitto e alloggio necessarie per rimanere almeno 2 giorni (vi assicuro che sono il minimo per sperare di vedere almeno un terzo delle cose disseminate nel centro storico di Lucca), molti fanatici e appassionati sono, purtroppo, costretti a rinunciare a prendere parte a questa full-immersion fumettistica e devono accontentarsi di poter “leggere” i resoconti che altri hanno fatto per loro.

Qui su Komixjam, come sapete, siamo sempre stati molto propensi a condividere le nostre esperienze fieristiche con gli utenti: in questi giorni avete già potuto “deliziarvi” nella lettura (o visione) dei resoconti dei nostri blogger (e se non lo avete fatto, vi consiglio di andarci a dare subito un’occhiata); tuttavia quest’anno abbiamo deciso di andare molto oltre. Invasato come un bimbo deficiente di 4 anni che va per la prima volta al Parco Giochi (e se avete visto il video di Echoes converrete con me che mai definizione sia mai calzata più a pennello per un individuo) e coadiuvato dai potenti mezzi della tecnologia moderna (un HTC Desire HD), il vostro stimato/odiato admin Ciampax (cioè io, per chi non lo avesse capito leggendo il nome dell’autore dell’articolo!) si è preso la briga di immortalare (in immagini e in video) gli eventi salienti, i luoghi fondamentali, le cose bizzarre che, con somma gioia, ha potuto osservare in questi 5 lunghi giorni di kermesse (e qui Ciampax ha cominciato a parlare come Cesare nel “De Bello Gallico”, in terza persona, e la cosa potrebbe rivelarsi drammatica!). Eccoci dunque al primo di 5 articoli (sì, uno per ogni giorno) di reportage sulla manifestazione Fumettistica più grossa d’Italia, ognuno dei quali si incentrerà su un differente argomento e che spazierà dai fumetti, agli eventi, al cospaly, e chi più ne ha più ne metta! Ma andiamo senz’altro a cominciare.

Come da titolo, la mattina del 27 ottobre, valigia alla mano, biglietti da visita per gli staffer stampati (ne potete vedere uno nell’immagine di fianco) e pieno di benzina fatto alla Pandina gialla che lo stipendio da ricercatore (precario) mi permette, parto dalla Lucania (o Basilicata) alla volta di Pontedera (PI) luogo di pernottamento: distanza approssimativa da percorrere, 700Km, per cui, con partenza alle 9.30, si prevede un arrivo, soste permettendo, attorno alle 17.00 (andando piano, ovviamente, che i tutor sulla A! sono sempre all’erta!). Ma il vostro magnifico admin non ha tenuto conto del fatto che sulle strade ci sono più “idioti” di quanti trolleggiano in internet (ogni riferimento a fatti, persone, o cose è totalmente voluto!): ed ecco che sulla SS che collega Siena a Firenze, la Pandina si costringe ad una sosta forzata, di circa 2 ore e mezza, a causa di un incidente d’auto (loro non si sono fatti niente, per sfortuna) che porta l’orario di arrivo alle 20.30 di sera (con somma incazzatura della dolce metà del vostro admin, che lo attendeva già dalle cinque del pomeriggio!). In ogni caso, finalmente si arriva a Pontedera, ci si sistema, si va a cena e poi di corsa a nanna (se se, speravate che vi raccontasi i dettagli della serata, eh? Che branco di allupati che siete!) in attesa della partenza, la mattina dopo all’alba, verso il Lucca Comics, primo giorno.

Ed è stata veramente una partenza di buon mattino: accompagnata la dolce metà a lavoro, il vostro eroe si mette in viaggio (Pontedera-Lucca: 25 Km) per giungere, attorno alle 9.30, nella cittadina Toscana che diventa, per 5 giorni, Capitale del Fumetto… e qui la prima sorpresa: nonostante sia “l’alba” del primo giorno di manifestazione, e le biglietterie siano aperte solo da 30 minuti, già una marea di gente tra “utenti”, “addetti ai lavori” e “cosplayer” affolla le vie del Centro Storico di Lucca. Dopo aver perso circa una mezz’ora per trovare parcheggio (ma alla fine ne ho trovato uno a due passi dalla biglietteria principale, quella di Piazza San Romano), il vostro admin si trova a dover affrontare il primo “problema” della giornata: reperire il pass stampa! Eh sì, perché grazie alla presenza di Isayblog, quale testata editoriale che ci guida e illumina (una slinguazzata ogni tanto ci vuole!) i vostri eroici staffer sono riusciti ad ottenere, dopo innumerevoli colloqui telefonici e grazie alla disponibilità di Barbara Di Cesare, responsabile dei contatti con la stampa, gli accrediti per accedere alla manifestazione tutti e cinque i giorni (di fianco vedete l’accredito del sottoscritto!). Recuperati gli accrediti per me e per altri due staffer (Kirisuto e Bila… gli altri avrebbero provveduto da soli) il vostro sagace e bellissimo admin (bellissimo????) si dirige verso quella che era, nei suoi programmi, la prima e (in realtà) unica meta fondamentale della giornata (per il resto, l’idea era quella di girare un po’ per gli stand e rendersi conto della impostazione generale della fiera, cosa di cui parleremo nei prossimi articoli): l’evento di presentazione per l’ultimo DVD/BD della saga di Harry Potter, presentato allo stand Warner nel padiglione del LuccaGames in presenza di due ospiti di eccezione: i gemelli James e Oliver Phleps, al secolo, i Gemelli Weasley della saga cinematografica!

Trovare lo stand non è stato per nulla difficile: è bastato seguire le risatine ammiccanti e i sospiri amorosi della fans (ce n’erano veramente un botto!) dei due attori. Ora mi chiedo: ma secondo voi sono tanto fighi? Che siano simpatici, non ci piove, e anche molto disponibili… però non sono proprio due Brad Pitt (ma nemmeno dei cessi, se è per questo!). Il difficile invece è stato riuscire ad entrare: colpa di un simpaticissimo individuo che, nonostante fosse dotato di pass stampa, è stato tenuto fuori dallo spazio (angusto, per la verità) riservato agli “invitati” alla conferenza stampa e che ha fatto perdere cinque minuti buoni al sottoscritto prima di indicarmi da quale parte si entrasse (l’invidia è na brutta bestia!). Finalmente mi faccio largo tra orde di ragazzine infoiate e Cosplayer di Hogwartsiana memoria e riesco ad entrare in questo spazio-conferenza allestito, per l’occasione, come le mura del castello/scuola nella versione dell’ultimo capitolo (più cupo e tetro), in tempo per l’inizio della presentazione, che si apre con il trailer del settimo film, parte 2, quale promo del BD (ah, per chi non lo sapesse, la sigla sta per Blu-Ray Disc).

 La conferenza, condotta da Giannatiempo, vede alternarsi sul palchetto centrale, due nomi importanti del panorama cinematografico italiano: il responsabile di Warner Italia, per la presentazione ufficiale del BD, e il noto “critico” (anche se definirlo così è un po’ riduttivo) Pino Farinotti, autore del (a mio parere) più completo “Dizionario del Cinema” esistente in Italia (non me ne vogliano Mereghetti e Morandini!). I due illustri signori hanno speso molte parole per “elogiare” da una parte la fattura “tecnica” del prodotto che la Warner ha appena rilasciato sul mercato (4 Novembre) e alla quale, devo confessarlo, avrei fatto volentieri un pensierino; dall’altra a discutere della saga cinematografica ma anche (e soprattuto… e devo dirlo, questa cosa mi è molto piaciuta) di quella letteraria, tanto che Farinotti, nel bel mezzo della conferenza, ha chiamato sul palco una esagitata cospalyer di Bellatrix Lestrange a leggere un passo tratto dal primo capitolo del primo libro (La pietra filosofale), sottolineando quanto, proprio l’incipit del romanzo, faccia comprendere al lettore di avere tra le mani un’opera nuova ed originale, la quale, nonostante debba trattare di magia e fantasia, parte in quarta descrivendo la “famiglia di Babbani più Babbana di tutto l’Universo”! Di seguto uno stralcio della conferenza:

 

Ad un certo punto, il boato ha fatto letteralmente esplodere il padiglione del LuccaGames: quasi si fossero “materializzati” dal nulla come le loro controparti cinematografiche, ecco entrare in scena i gemelli Phelps accolti da urla di giubilo esagitato!

Ecco poi un altro breve stralcio di intervista: perdonate se, di tanto in tanto, l’audio parte per la tangente, ma avevo fuori dalle mura di Hogwarts delle “Dissenna-urlatrici” che mi stavano risucchiando la “pazienza” e cercavo di scacciarle con un incanto “Deochettonius”, ma purtroppo avrei dovuto avere a portato di mano come minimo “La Coscienza di Zeno” per riuscire nell’intento!

 

Alla fine della conferenza il primo colpaccio della giornata: usando la mia stazza a mo di schiacciasassi, mi sono fatto largo tra la folla di giornalisti assatanati e fan incalzanti (o forse il contrario) e sono riuscito a strappare ai due gemelli un piccolo saluto per gli utenti di Komixjam (purtroppo in quel momento hanno aperto pure le gabbie delle scimmie urlatrici e l’audio risulta fortemente compromesso!). Il saluto di Oliver (oppure è James?)

e quello di James (o sarà Oliver? Mah, io ancora non l’ho capito!)

 

 

Ed eccoci finalmente al termine di questo primo (lunghissimo) articolo: mi auguro che vi siate divertiti, che abbiate apprezzato le gallery e i video. Vi do appuntamento nei prossimi giorni per il proseguimento di questo lunghissimo resoconto, in cui avrete ancora tante e tante sorprese… ed alcune riguarderanno, ancora, i gemelli Phelps, ma non vi dico altro!

 

P.S.: Vi lascio ad una galleria di immagini prese durante la conferenza stampa. Per le foto belle (quelle brutte sono mie!) ringrazio Daniela e vi invito a seguire la sua pagina su Flickr!!!!

 

 

 

  • tappoxxl

    secondo me sono brutti forte :biggrin: :biggrin:

    grandissimo Ciampax…bel resoconto…aspetto con impazienza gli altri…

  • Cherub

    Grandissimo!
    Grande Donato!

  • Manuel

    Potevano anche salutare Son Goku che le scimmie hanno impedito qualsiasi comprensione delle parole.

    Grandissimo report, peccato per l’audio.

  • Camillo Miller

    Grande Donato, super report! Aspettiamo anche tutti quelli degli altri giorni. E qualche sorpresa :D

  • Kiki

    Ciampax, in questo momento la mia stima per te ha raggiunto un livello altissimo!!! Grazie per il resoconto :) io sono una fan dei gemelli, avrei tanto voluto vederli dal vivo, ma non mi stato possibile andare a Lucca.
    Se non sbaglio, James dovrebbe essere quello con i capelli pi lunghi :)
    E

  • Zyund

    Ciampax bellissimo report, mi fai rimpiangere di non aver avuto la possibilit di andare a lucca anche quest’anno :cwy: