L-DK, Approfondimento Shoujo

di Regola Commenta

Benvenute (e benvenuti) all’appuntamento più rosa di Komixjam in cui il sottoscritto di volta in volta vi presenta uno shoujo manga di successo, pubblicato o no in Italia. Il lavoro che voglio presentarvi questa volta è L-DK, serie ancora in corso disegnata da Ayu Watanabe, la cui pubblicazione è anche prossima nel nostro paese per opera della Star Comics. La serializzazione è iniziata nel 2009 e conta per ora 8 volumi, come serie riscuote un certo successo tuttavia ancora non si parla di alcun adattamento anime, è stato prodotto, tuttavia un Drama CD.

 

La trama è molto semplice e il numero di personaggi molto basso, inoltre, questi tendono ad apparire in alcuni brevi momenti per poi non apparire più per svariati capitoli, lasciando ai due protagonisti il totale possesso della scena. Aoi Nishimori è la protagonista, una ragazza semplice che vive una vita senza troppe pretese, totalmente priva di amore e sentimentalismi a differenza delle sue coetanee. Causa di ciò è sicuramente la sua situazione famigliare: opponendosi a un trasferimento è riuscita a convincere i genitori (soprattutto l’apprensivo padre) a lasciarla vivere da sola nella sua città, per non abbandonare le sue amicizie. Proprio la sua miglior amica Moe, un bel giorno, dichiara i suoi sentimenti a Shuusei Kugayama il “Principe” della scuola, famoso per essere il ragazzo più bello e misterioso della scuola, e viene respinta come tutte le precedenti… Aoi che ha da quel momento in odio Shuusei, che tratta le ragazze senza alcuna sensibilità, respingendole senza un briciolo di tatto, si ritrova poco dopo a scoprire che questo mostro non è nessun’altro se non il suo vicino di casa!

Un incidente domestico nella casa di Shuusei, e un senso di colpa di Aoi, porta i due a vivere da quel momento nello stesso appartamento, costretti a mantenere il segreto per evitare l’espulsione dalla scuola e uno scandalo che rovini la vita di entrambi. Ed è così che, giorno dopo giorno, Aoi si trova ad affrontare sentimenti sempre più contrastanti nei confronti di Shuusei….

 

Uno schema dei più classici: una protagonista vitale, energetica, impacciata e inesperta in dinamiche sentimentali; un protagonista che invece nasconde un passato da scoprire, più esperto e maturo, mosso da motivazioni che possono apparire oscure e nascoste da un atteggiamento incostante. Perchè leggere LD-K, dunque? Di tutti gli shoujo manga di cui fin’ora vi ho parlato è sicuramente uno contenenti il maggior numero di elementi bishounen, ostentati in continui “fan service” indirizzati al pubblico femminile, atti a glorificare la “divina” perfezione di Shuusei, ma anche uno dei pochi shoujo manga in cui ho visto alcuni elementi tipici dello shounen harem adattati al femminile. Gli scherzi, gli atteggiamenti e le situazioni in cui Aoi e Shuusei sono coinvolti ricordano quelle di tanti altri lavori che conosciamo bene, letti tuttavia dal punto di vista femminile: la porta non chiusa a chiave del bagno, l’intromissione di intimo nella scena, fraintendimenti di ogni genere che non vengono risulti con il classico “Hoppin’ Stone Punch” (copyright di Naru Narusegawa) ma con imbarazzo e confusione.

 

Non mi resta che augurarvi una buona lettura, al prossimo appuntamento.

[Fonti\Star Comics]