Bleach 352 ITA – Recensione Komixjam

di Tou Xi Yang 3

Sei proprio una sporcacciona!

Titolo dell’ episodio 352: Tsukishima attacca! L’allenamento viene disturbato

Recensione: E ora tocca a Jackie aiutare Ichigo nel suo allenamento dentro il fantasmagorico acquario di Riruka. Dirty Boots è il suo fullbring, che appare già fondamentalmente più diverso da quello di Ichigo, che essendo acquisito da poco non è ancora completamente evoluto. Il suo fullbring diventa sempre più potente mano a mano che i suoi stivali si sporcano, e l’acquario è colmo di fanghiglia! Tuttavia Ichigo, per quanto sia senza poteri, ha esperienza, più di tutti gli altri Fullbringer, e mente pronta, forgiata da tante battaglie, e ha imparato a combattere e conoscersi fronteggiandosi, partendo da quell’ allenamento con Urahara, senza una Zanpakutō, fino ad’ Aizen, nel quale Ichigo stesso diventa Zangetsu. La sua arma è istinto e improvvisazione: Ormai sta prendendo confidenza con i nuovi poteri, tanto da riuscire a usare una tecnica simile allo Shumpō, la Bringer Light, propria dei fullbringer. Un progresso rapido, tanto da stupire Jackie.

Mentre si allenano, Chad e Ginjō parlano dell’ accaduto ad’ Inoue, dei suoi ricordi confusi, del suo momentaneo pensare che Tsukishima stesso fosse un’ amico, e del suo potere particolare, quando lui, gentilmente, si presenta alla soglia, tagliandola a metà. E ora?

Note:

Un’ episodio abbastanza importante, in cui vedremo un rinnovato Ichigo. Rinnovato nei poteri e nella mente, che ci ricorda tanto la sua ultima trasformazione, durante lo scontro contro Aizen: Gli stessi occhi e determinazione, pronto a mettersi in gioco per difendere.

 

 

 

 

 

Ringraziamo, come sempre, il Binkanteam per il fansub di questo episodio!

  • ningen

    Le cose sembrano movimentarsi un p, ed era ora, perch per il momento le puntate sono state un p noiose. Immagino che supplizio sia stato leggere questa parte nel manga, che per fortuna non seguo.

    • shika

      il peggio deve ancora arrivare :alien:

      • ningen

        Oh mio Dio…