Aoharu 0.5: nuovo numero della rivista spinoff targata Shueisha

di Silvia Letizia Commenta

Nell’ambito del rinnovamento delle proprie testate, la casa editrice Shueisha sta per lanciare sul mercato il numero 0.5 della rivista Aoharu, spinoff della celebre rivista settimanale Young Jump. Per celebrare l’uscita di quello che è il secondo numero della rivista (Aoharu numero 0 è uscito lo scorso novembre, con la collaborazione di venticinque artisti tra i quali Uki, Kyō, Yumiko Shirai e Kumiko Suekane), il duo musicale ClariS ha scritto una canzone, intitolata Don’t cry che può considerarsi una vera e propria theme song della rivista.

Don’t cry sarà disponibile sul mercato dal 14 Settembre, insieme al prossimo singolo delle ClariS, nexus. Aoharu 0.5, invece, uscirà il 2 Agosto.

Le ClariS sono una coppia di ragazze delle scuole medie, originarie dell’Hokkaido, la più settentrionale delle quattro isole principali dell’arcipelago giapponese. Il duo ha cantato sia la sigla di apertura dell’anime Oreimo sia quella di Puella Magi Madoka Magica. La sigla di Oreimo, intitolata irony, ha venduto più di quattordici mila copie e si è piazzata al settimo posto nella classifica dei singoli più venduti nella prima settimana dal debutto. Successivamente si è piazzata sesta nella classifica dei singoli più venduti in Giappone da un nuovo artista nel 2010.

Le ClariS hanno anche fatto da comparsa nel nono volume della light novel di Oreimo e sono le interpreti della canzone che fa da colonna sonora alla light novel stessa.

A collaborare col nuovo numero di Aoharu troviamo Mel Kishida, chracter designer di Hana-Saku Iroha, che disegnerà un’illustrazione speciale per la rivista. Atsuya Uki autore di Cencoroll, invece, ne ha illustrato la copertina.

All’interno di Aoharu 0.5 saranno presenti opere di quarantuno mangaka tra i quali Ran Igarashi (Hōzuki-san Chi no Aneki), F4U (Bunka-bu o Ikutsu ka), Machiko Kyō (Mikako-san, Sennen Gahō), Renjuro Kindaichi (Haré+Guu), Rendō Kurosaki (Hōkago Play), Sadaji Koike (Taishō Yakyū Musume.), FLIPFLOPs (Nekogami Yaoyorozu) e Akihito Yoshitomi (Blue Drop, Ray, Eat-Man).

Tutti i lavori contenuti all’interno della rivista avranno una lunghezza inferiore alle diciassette pagine.

[Fonte | ANN]
[Fonte | Wikipedia]