28 giorni dopo:la serie

di Chris07 Commenta

Dopo un attesa durata svariati mesi e dopo un interminabile serie di rinvii e posticipi la casa editrice Comma22 ha finalmente pubblicato anche per noi abitanti del bel paese il primo volume della serie a fumetti ispirata al film 28 Giorni Dopo.
28 giorno dopo -Verso casa, questo il titolo della nuova serie sull’universo creato dal regista Danny Boyle, è il diretto successore temporale del film e si pone come obiettivo di fare luce sugli eventi precedenti al seguito cinematografico: 28 settimane dopo.
Per chi non conoscesse i film, il plot del primo racconta le gesta di un gruppo di sopravvissuti a una terribile epidemia che rende le persone simili a bestie rabbiose assetate di sangue.
Partendo dal protagonista, che si risveglia dal coma appunto 28 giorni dopo l’inizio del contagio, si incontrano tutta una serie di personaggi che si aggiungeranno al gruppetto iniziale cercando in tutti i modi di scappare da una Londra ormai in pieno degrado e in mano agli infetti.
Dopo il successo della prima pellicola il regista, anche su forte spinta della casa di produzione, decise di produrre un seguito ambientato questa volta 28 settimane dopo dall’inizio del contagio.

Come dicevamo prima quindi la serie si propone di raccontare le vicende che intercorrono tra le due pellicole e ha come protagonista Selena, uno dei personaggi principali del primo film, che , ingaggiata da giornalisti che cercano le ragioni del contagio che ha ormai portato in quarantena l’intera isola, torna a Londra in cerca di risposte.
Il fumetto, scritto da Michael Alan Nelson e Declan Shalvey, non è la prima incarnazione fumettistica del mondo postapocalittico descritto dalle pellicole di Danny Boyle, in passato si era gia approcciata a questo universo la casa editrice Free Books che con 28 giorni dopo:conseguenze si focalizzava sul diffondersi del contagio in Inghilterra.
Il nuovo volume indubbiamente rispecchia bene la realtà descritta dalle opere cinematografiche, la violenza spietata e il senso di disperazione dei sopravvissuti sono dipinti in maniera ottima e anche la psicologia dei personaggi, soprattutto nel caso della protagonista Selena, è resa in maniera apprezzabile.
Per tutti i fan della pellicola questi volumi sono quindi un Must Be, non fosse solo per il motivo di colmare il vuoto narrativo tra le pellicole oltre che per lenire un poco l’attesa per la nuova pellicola su cui si vocifera da tempo.
Ora l’ultima speranza è quindi di non dover attendere così a lungo il secondo volume così come è successo per il primo.