Kodomo no Jikan, la conclusione di un manga controverso

di Silvia Letizia 2

L’autrice di manga Kaworu Watashiya (Chibi to Boku, Cotton 200%, Dame Yome Nikki, Inu to Ojousama, Kaworu to Yui no Ikkai Yarashite) ha confermato giovedì di questa settimana una notizia che aveva già dato in precedenza e che riguarda il suo manga più famoso, Kodomo no Jikan (L’ora dei bambini). La notizia riguarda la conclusione del manga che avverrà molto presto, ma non subito. Alcuni fan, infatti, pensavano che la serie si sarebbe conclusa col numero di Gennaio della rivista che la pubblica, il mensile Comic High! edito dalla Futabansha e in vendita in Giappone il 22 Dicembre.

Kaworu Watashiya ha lanciato la pubblicazione di Kodomo no Jikan su Comic High! nel 2005, dopo che ne era stato pubblicato un piccolo episodio autoconclusivo nel 2004. La Futabansha ha pubblicato il dodicesimo volumetto della serie a Settembre dell’anno scorso. In patria, Kodomo no Jikan ha avuto un discreto successo ispirando una serie animata televisiva nel 2007, seguito da un OAV su DVD venduto in allegato al manga originale e una seconda serie animata rilasciata unicamente in DVD (la serie animata televisiva è stata pesantemente censurata e poi cancellata da molte emittenti televisive). Per quanto riguarda l’accoglienza sul mercato estero, Kodomo no Jikan è stato importato negli Stati Uniti d’America dalla Seven Seas Entertainmente che ne ha pubblicato il manga col titolo di Nymphet. La pubblicazione, tuttavia, è stata cancellata a causa dei suoi contenuti.

La trama di Kodomo no Jikan, infatti, ha per protagonista un insegnante ventitreenne delle scuole elementari di nome Aoki Daisuke. Suo malgrado, Aoki si trova a essere vittima di una delle sue studentesse, l’alunna di nove anni Rin Kakonoe che, non soltanto si dichiara innamorata di lui e decide di auto eleggersi come sua fidanzata, ma comincia a perseguitarlo e a stuzzicarlo, pur senza successo.

[ Fonte | ANN ]
[ Fonte | Wikipedia ]

Commenti (2)

  1. sinceramente trovo inquietante il solo fatto che venisse pubblicato :dizzy:

    1. Quoto.
      Una bambina innamorata non sarebbe comunque in grado di stuzzicare un adulto perch non dovrebbe capire la sessualit; semmai lo riempirebbe di attenzioni e ricercherebbe il suo affetto.
      Dalla sintesi, sembra una storia per pervertiti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>