Strage alla prima di Batman a Denver: Folle spara sul pubblico

di Manuel 4

Doveva essere come sempre, in simili occasioni, un’evento di festa e di felicità.

Ma la follia umana si sa, non conosce limiti.

Era una notizia che mi sarebbe piaciuto inserire personalmente così eccomi qui, a comparsare dopo il mio mesto addio delle scene di Komixjam.

La notizia è una di quelle che difficilmente digeriamo e che ancor più difficilmente accettiamo di leggere, specie quando simili episodi capitano in coincidenze di eventi al quale siamo particolarmente affezionati e che immancabilmente, ne verranno presi di mira come neo-streghe della società.

Un folle di cui ancora non si conosce l’identità (ma che si suppone sia già stato fermato e arrestato) si è introdotto nel cinema Century 16 Movie Theater di Denver, alla periferica cittadina una ventina di minuti prima (anche se la ricostruzione è provvisoria) dell’inizio delle proiezioni di The Dark Knight Risesche allo scoccare della mezzanotte, avrebbe dato il via ad una premiere, una delle prime nel Nuovo Continente.

Fonte SkyTg24

L’uomo probabilmente affiancato da un complice che gli ha spianato la strada, ha aperto il fuoco sugli occupanti della sala mietendo e falciando sul colpo un numero di 10 persone, morte sul colpo.

Almeno altri 50 spettatori sono rimasti feriti direttamente o indirettamente dall’attentatore, attualmente altre 4 vittime sono morte, in seguito al Pronto Soccorso per le gravi ferite riportate.

L’uomo dalle ricostruzioni dei superstiti era armato anche di candellotti di lacrimogeni che ha lanciato dopo aver sparato a raffica ed era munito di una maschera antigas molto simile (anche se è tutto da vedere) a quella indossata da Tom Hardy nel film per impersonare il massiccio Bane, nemico di Batman per questa terza ed ultima avventura.

Le pallottole, forse sparate da un mitra, hanno perforato la sala finendo anche in quelle attigue dove si stavano esaurendo gli ultimi spettacoli o fortunatamente non circolava nessun occupante.

Subito dopo l’allerta dei mezzi di soccorso e di polizia, molti spettatori del cinema sono stati trasportati ai vicini ospedali della contea mentre la polizia avrebbe fermato un uomo armato di pistola e mitra che nascondeva numerose altre armi nell’automobile, avrebbe inoltre rivelato agli agenti l’ubicazione di alcuni esplosivi disseminati nel cinema ed in altri luoghi che la polizia non ha giustamente divulgato per non aumentare il già crescente stato di panico.

I soccordi fuori dal cinema di Denver -Fonte Repubblica.it

Ad aggiungere orrore all’orrore c’è il fatto che la sala era STRAPIENA di bambini accompagnati dai genitori, non si sa ancora il bilancio delle loro piccole vite al momento anche se sicuramente tra i feriti ci sono senz’altro anche loro.

Fatto a parte sono qui, prima degli altri sicuramente, per mettere le mani avanti e stabilire con quasi assoluta certezza il coinvolgimento diretto della pellicola di Christopher Nolan nella strage.

Sia chiaro, io non sono uno di quelli che colpevolizza una pellicola ma sono certo che altri lo faranno, persone importanti visto che presto ci sarà l’elezione presidenziale negli Stati Uniti e molti impugneranno tale strage (e molte altre compiute in questi anni) come il chiaro esempio di cosa sta avvelenando le menti degli americani e degli uomini tutti: cinema, libri, telefilm e videogiochi.

I mali verso cui l’uomo non può fare nulla, troppo potenti per essere banditi, troppo influenti per non essere visti.

Questa strage sarà l’ennesima prova di quanto il sistema americano colpevolizza tutti tranne che se stesso, a nulla serve sottolineare come grandi magazzini come Wall-Marto catene di negozi abbiano messo in palio con delle “semplici” raccolte punti, premi come una semi automatica o riproduzioni fedeli di colt del vecchio West, perfettamente funzionanti.

Scherzo o verità? Meglio che sia uno scherzo RadioShack

Ma che scherziamo? Una persona in America ha diritto ad avere un’arma con la quale difendersi! Ci sono numerosi test e misure di sicurezza prima di comprare un’arma in un qualunque negozio di articoli all’ingrosso.

Certo, basta pagare un attimo di più e la lista di attesa per vedersi recapitata una quindici colpi da un mese passa a 15 giorni, ma è logico pensare come questa facilità con la quale la gente recupera le armi non è la causa del male e non può dirsi colpevole per questa strage.

E allora cosa può esserlo? Certo non può essere nemmeno il sistema giudiziario del Colorado (nel quale è presente la cittadina di Denver) dato che la pena di morte è presente e funziona molto bene, certo c’è stata una sola condanna capitale in 40 anni e ci sono tipo 1.400 crimini attualmente irrisolti nello stato, ma non può di certo essere quello l’elemento che contamina le giovani menti americane.

Di certo non sono nemmeno gli psicofarmaci prescritti come Zigulì a tutti i pregiudicati e tutti i colpevoli di reati medio-gravi che implicano violenze verso gli altri, non può essere che nello Stato con più prescrizioni di Oxicodone e ansiolitici vari.

Infatti com’è noto, era stata colpa del videogioco Grand Theft Auto se nel 1999 due studenti della Columbine High Schoolavevano massacrato tutte quelle persone, non era stata colpa del sistema armi libere che  aveva permesso ai due di entrare in possesso di un moderno arsenale in soli 4 mesi di attesa e nemmeno colpa degli psicofarmaci prescritti ad uno di loro per l’eccessiva irruenza e l’uso smodato di periferiche di gioco e videogiochi.

Un fotogramma del massacro alla Columbine

Che sia davvero il messaggio sbagliato di Batman e dei suoi film? Può mai essere che l’anarchia di Joker e la violenza di Bane (del quale ancora non ne conosciamo i limiti) possa scatenare in soggetti predisposti una tale rabbia nei confronti della società da far imbracciare un fucile e sparare a bruciapelo su uomini, donne e bambini inermi?

Sinceramente penso proprio di no. E sinceramente sono stufo di leggere di quanti attacchino fattori nulli come i fumetti o i film solo per dimostrare la purezza dell’animo umano.

E se qualcuno tirerà davvero in ballo The Dark Knight Rises per questa strage? Vorrei gli si facesse notare che morirono tre persone durante le proiezioni di The Passion di Mel Gibson, dovremo incolpare anche quel film non vi pare?

[Immagini | SkyTg24 & Repubblica.it]

 

  • bohnonloseppi

    Se uno un coglione un coglione, andrebbe detto solo quello. Invece bisogna trovare sempre un capro espiatorio, tipo Marylin Manson per la strage di Columbine. Solo perch ascoltavano la sua musica la colpa non mica di Manson. Ci sono tantissimi esempi, anche nei videogiochi.

    • ningen

      Quoto, direi che facile dare la colpa a videogiochi, fumetti e film, mentre evidentemente pi difficile ammettere che se in uno stato un tizio qualunque pu comprare un’arma da fuoco liberamente e compiere stragi, qualche problema c’…

  • L amaledizione di Nolan continua, gia von il Cavaliere Oscuro ci furono dei casi scottanti.