Dopo La confessione di Fumiko, Rain Town di Hiroyasu Ishida

di Silvia Letizia Commenta

Hiroyasu Ishida, lo studente che ha creato il corto Fumiko no Kokuhaku (La confessione di Fumiko), diventato un vero e proprio fenomeno del web, presenterà il suo nuovo corto animato al Museo Internazionale del Manga di Kyoto questo mese.

Da novembre 2009 La confessione di Fumiko è stato visualizzato più di 1,3 milioni di volte su YouTube e più di 500,000 volte su Nico Nico Douga (popolare sito web giapponese di video sharing, letteralmente video sorridenti).
Tra gli altri riconoscimenti il corto ha vinto un YouTube Video Award, lo Student Award of Excellence dei Tokyo Anime Awards e ha ottenuto una menzione speciale al Festival Internazionale dell’Animazione di Ottawa. Inoltre si è aggiudicato l’Excellence Prize del quattordicesimo Festival delle Arti Multimediali (Japan Media Arts Festival) indetto dal governo giapponese.

Ishida sta studiando presso il Dipartimento di Animazione della facoltà di Manga della famosa Università Seika di Kyoto. Insieme al suo collega Shogo Yoshida per gli ultimi due anni ha lavorato a un nuovo progetto, chiamato Rain Town, in previsione della laurea.

Tra il 16 e il 20 febbraio il Museo Internazionale del Manga di Kyoto presenterà Rain Town insieme agli altri progetti di laurea di studenti della stessa facoltà, in occasione della Kyoto Manga and Animation Week (settimana dei manga e degli anime di Kyoto).
Ishida ha anche presentato il corto per il concorso E-ma Academix indetto dallo Studio 4°C e dall’Università Seika di Kyoto che avrà luogo dal 8 al 27 Febbraio.
Un video promozionale di Rain Town era già stato diffuso online dallo stesso Ishida attraverso il suo account di YouTube nel 2008. A quel tempo aveva dichiarato che Rain Town sarebbe stato un corto della durata di circa quattro minuti.

Inoltre il quinto Festival Cinematografico per studenti TOHO ha nominato Rain Town e altri sei lavori per la categoria dei Corti d’animazione. La finale del festival si terrà nel cinema Tokyo Odaiba Cinema Mediage il 13 marzo.

Fonti [animenewsnetwork, wikipedia]