Concorso di cosplay a Roma il 18 dicembre

di tappoxxl Commenta

 

 

Premetto che il mio amore per i cosplay non è così elevato, perché penso che ci si debba travestire solo con costumi ben fatti, altrimenti il cosplay non ha senso(ma queste sono mie idee da piccolo perfezionista). Ciononostante, il mio rispetto verso i cosplayers è enorme. Ci vuole coraggio ad indossare strani vestitini corti durante i mesi invernali, mi riferisco alle ragazze, o andare in giro a petto di fuori, riferito ai maschi. Detto ciò, le fiere del fumetto a cui ho partecipato mi hanno sempre fatto fare due risate grazie allo spirito gioioso con cui i cosplayers si muovono per gli stand. Ed oggi voglio parlarvi di un contest che si svolgerà a Roma, nel nuovo “Centro Culturale Elsa Morante”, in Piazza Elsa Morante, Zona Eur(vicino casa mia :D).

L’evento, seguito e pubblicizzato dal sito Satyrnet invita tutti i cosplayers a festeggiare il Natale con una sfilata cosplay il 18 dicembre 2011 dalle ore 15. La sfilata si unirà all’evento, già presente al centro culturale, denominato “Cartoni sotto l’albero”. Il contest è aperto a tutti i tipi di cosplay: fumetti, animazione, cinema, musica, letteratura e creazioni originali. Ce n’è per tutti i gusti. Al Centro Culturale Elsa Morante è stato allestito un palco apposito che ospiterà le performance artistiche di tutti i partecipanti. Ci saranno diverse categorie da premiare e i giudici che saranno chiamati a decretarne i vincitori sono degli esperti di settore. Il regolamento ufficiale della gara impone una sola regola: Portate un regalo da mettere sotto il grande Albero di Natale e potrete prendere un regalo da portare a casa con voi.

 

In questi giorni di festa, il Centro Culturale Elsa Morante si propone come una valida alternativa al caos delle vie del centro di Roma. Con eventi dedicati ai bambini e alle loro famiglie, la due giorni dedicata ai cartoni animati sembra possa animare la zona di Roma-Eur. Ci saranno stand a tema, una ludoteca, ospiti esclusivi, convegni e attività.

 

Se solo fossi a Roma in questi giorni sarei corso lì per vedere il contest e farmi un’idea di come il mondo del fumetto si stia facendo largo nella cultura della capitale.