K?ta Hirano – Approfondimento Komixjam

di Kirisuto 9

Ragazzi ho una notizia per voi.
Per oggi l’uscita di Drifters salta: purtroppo mnemozina si è ritrovata sotto un fuoco incrociato di impegni quindi senza traduzione saremo in pausa per una settimana con tale titolo. Aspettateci la settimana prossima. E poi? Beh sprecare un articolo per avvertirvi mi pareva ben poca cosa quindi ho deciso di presentare questo mangaka e illustrarvi i titoli dei quali si occuperà Mangadayo (possibili e certi). Vediamo un po’ cosa ci dobbiamo aspettare.
Kohta Hirano

Un minimo di biografia e poi passiamo oltre: Kohta (o Kouta? o Kotha? o Kota?) Hirano comincia la sua carriera come assistente mangaka per poi sviluppare un suo tratto e dedicarsi a qualche storiella. I primi lavori da lui pubblicati sono prevalentemente hentai: Angel Dust, Coyote e Hi-Tension per fare qualche nome. Anzi, aggiungiamo un altro: The legend of the Vampire Hunter. Perché sottolineo questo one-shot hentai in particolare? Perché, assieme ad un altro paio di opere, è il precursore di Hellsing: la trama è quella del primo capitolo di Hellsing con la differenza che vi è una sequenza di violenza sessuale sulla poliziotta Seras … che verrà poi salvata dal vampiro Alucard. Contemporaneo a questo titolo vi è Crossfire; anche questo getterà le basi per Hellsing: infatti viene data forma a quattro personaggi che poi, nell’opera magna di Hirano, saranno protagonisti; ossia Padre Anderson, Padre Maxwell, sorella Yumie e padre\sorella Heinkel (tuttora il sesso di questo personaggio è incerto 😆 ).

In seguito a tutti questi lavori, Hirano inizierà Hi & Low per farne una storia lunga, impegnata, incentrata sull’Operazione Barbarossa ma al primo capitolo si ferma; perché? La rivista Young King Ours inizia a pubblicargli Hellsing, e ciò sposta l’attenzione di Hirano da tutt’altra parte; questo accade nel 1997. Il manga vedrà la parola “Fine” solo nel lontanissimo 2008.
Perché? Ce l’ho su a chiedervi perché ma alla fine rispondo io :/
Beh Hirano faceva altro, usando parole semplici … faceva altri lavori.
Qualsiasi pagina di Wikipedia non riporta tutti i titoli di Hirano: nel migliore dei casi sono la metà. Molti sono sconosciuti agli utenti, dalle raw irreperibili e che noi poveri occidentali ci sogniamo di leggere. O quasi … è qui infatti che entra in gioco Mangadayo.
Qui di seguito vi faccio una lista di titoli e breve commento sulla trama (ho cercato per quanto possibile un ordine cronologico).
Angel Dust – Hentai: protagonista padre Anderson difenderà una ragazza da uno stupro (quando questo ormai è già in atto).
Coyote – Hentai: la figlia di un Maggiore nazista (indovinate quale =] ) fugge dalla casa paterna e si unisce alla resistenza, tra questi incontrerà il capitano Pip Bernadotte, proprio lui! Amore tra i due e soprusi nazisti nella Francia collaborazionista del ’40.
Techno Bancho (w\ss\z\zz)- Hentai: le varie lettere indicano storie diverse. Il termine Bancho indica i “capo-banda” di quelle bande scolastiche di bulli, o legate a gruppi di attività. Tra le mura di scuola: ingiustizie, pestaggi e molestie.
Murder Game – L’avete letto da Mangadayo, un vecchio cinese decide di far fuori l’esercito regolare durante la prima guerra mondiale.
Desert Schutzstaffel – Hentai: qui il capitano Hans Gunshe (il lupo mannaro figo di Hellsing) parla; ma questo conta poco. È in fuga, dopo la fine della guerra mondiale, verso oriente e nel deserto israeliano aiuta un giovane palestinese a salvare sua sorella che, catturata da soldati israeliani, subisce violenza. L’Incubo di Malmedy agirà per poi andarsene, sparendo.
Hi & Low – Già uscito con Mangadayo, è una storia di spionaggio in Manciuria tra nazi, ruski e giapponesi.
Doc’s Story – Hentai: il Doc di Hellsing è molto meno scienziato e molto più alchimista qui. Per conto di Hitler, Doc evoca tramite quello che sembra un cerchio alchemico un demone. Come potrete immaginare il demone è una ragazza dalle forme prosperose con le orecchie da gatto. Qualcuno ci ha visto la bozza del maresciallo Shrodinger. Ah, ad avere un rapporto col demone è Hitler stesso … Doc viene fatto fuori subito. xD
Daisotou Sabasaba – Hentai: boh. Una ragazza\felino catturata da dei militari.
Dai-Dojin Monogatari – storia che è arrivata a un volume intero (pensate!) ma che poi s’è interrotta. Un giovane cercherà di far pubblicare il suo romanzo: entriamo quindi nel mondo dell’editoria, delle fregature e dei compromessi ma anche di amicizie molto solide.
Gunmania – ci sono killer, che uccidono per soldi, e ci sono i gunmaniac che provano un brivido irrefrenabile nel tenere un’arma in mano e che cercano lo scontro a fuoco per il solo piacere. Bandou è uno di questi. Molto sangue, ma pure molta demenzialità: grande risorsa del maestro Hirano.
Hellsing The Dawn – cosa accadde la prima volta che Alucard e il Maggiore si incontrarono a Varsavia nel ’44? Sei miseri capitoli … Hirano non vuole confrontarsi con quest’opera (contemporanea per pubblicazione ad Hellsing) per paura, a mio parere, di non essere all’altezza del manga principale da cui deriva.
Shangai Sugekitai – Hentai: notte d’amore tra due fuggitivi inseguiti dall’esercito cinese.
Ikaryaku – una giovane ragazza viene assunta come commessa in un game shop gestito da tre pazzoidi. Riuscirà a sopravvivere quando uno dei tre proprietari è Kohta Hirano stesso? Un volume e poi la storia è stata abbandonata.
Bishonen de Meitantei de Doesu – un oculista e un poliziotto indagano su un omicidio. Variante in giallo per Hirano.
Assassine Colosseum – potremmo vederlo come il seguito di Gunmania in quanto il protagonista è sempre Bandou. Devo ancora “documentarmi” bene, ma da quel che ho capito parrebbe una sorta di gioco gladiatorio tra i migliori killer\assassini del mondo. Non so dirvi se per divertimento delle mafie o per che altro …
Seigaku Denn? Kenky?bu – scolastico\nerd … un nuovo arrivato entra nel club scolastico dei gamers. Solo 3\4 capitoli … inconcluso.
Mancano altri titoli come: Ikasu S?t? Tengoku, Karera no Sh?matsu, Mah? no Muteki Ky?shi Kawahar? Z, The Weekenders, Front, Deep, Be wild!, Count Pierre Eros Gorgeous Daily Grind. Mancano perché non so dirvi nulla al riguardo purtroppo … sono irreperibili (per quanto abbia cercato non se ne trova neanche una camRaw). Mancano pure: Watashi no Ashinaga Patoron, Magic School, Paper Fighter \ Koi no Strikeback e Mo Wakaikoro Wa Muchashita Monja … tutti quanti one-shot hentai che vi risparmio.
Hirano si è dedicato anche alla creazione di doujinshi (cosiddette parodie) sia demenziali che hentai. Del primo genere troviamo: Our Heart Haitsu Shiga e Komanda Supirittsu; entrambe sono parodie demenziali di Neon Genesis Evangelion. Del secondo genere invece abbiamo un volume “all made by” Hirano, e alcune uscite sulla rivista Hi-Side in collaborazione con altri autori (doujinshi di: Cowboy Be-pop, Detective Conan, Evangelion e altri). Nel volume “UFO2000” ci sono quattro capitoli interamente dedicati a One Piece; in uno dei volumi di Hellsing, Hirano aveva infatti mostrato interesse nel disegnare i personaggi di Nico Robin e Nami.
Diciamocelo, Hirano se può “mandare in vacca” qualcosa (passatemi l’espressione) ci sono buone possibilità che lo faccia; questo non in senso negativo: possiamo dire che non prenda troppo sul serio se stesso e i suoi lavori, è fin troppo spensierato ecco …
I vari hentai, o one shot, tendono ad avere un finale demente\umoristico la maggior parte delle volte. O ad avere una trama appena abbozzata: quel tanto che basta per tenere in piedi il capitolo. Questa è linea comune anche di lavori più impegnati che a tratti sembrano andare avanti capitolo per capitolo senza tener conto della visione di insieme.
Nella lista precedente manca Drifters, ma non mi pareva necessario metterlo.
Ma non è finita qui: che senso avrebbe aver fatto questa lista se poi non vi dico cosa  pubblicherà Mangadayo?
Bene, oltre a Drifters, sicuramente Gunmania e Ikaryaku. Probabilmente Desert Schutzstaffel. E se tutto va per il meglio, anche Assassine Colosseum e Bishonen de Meitantei de Doesu.
Se i capitoli che pubblicheremo nel frattempo otterranno un successo sufficente, potrebbero venir pubblicati pure quei titoli che non hanno una vera fine come Dai-doujin Monogatari o Seigaku Denn? Kenky?bu e sono incompiuti; tutto ciò solo per farvene venire a conoscenza in quanto inediti totalmente.
Come avrete notato l’opera di Hirano si compone di tre carratteristiche per quanto riguarda i contenuti dei suoi lavori: eros, violenza e demenzialità. Già detto? Lo ripeto, è un autore con buone se non grandi potenzialità; ha una mente capace di immaginare ogni follia; una fantasia, quindi, molto fervida.
Quello che manca a questo mangaka paffutello è la continuità, la voglia … l’impegno. Hellsing docet.
Ma a quanto pare sembra aver superato questo scoglio: Bishonen e Assassine Colosseum sono alle prime battute … e contemporanei a Drifters! Ognuno su una rivista diversa: Drifters mensile, gli altri due bimestrali. Sono sopreso e al contempo perplesso. Molti dicono sia solo una scusa per tenersi lontano da quel Hellsing: The Dawn. Chissà, sta di fatto che Hirano non è mai stato così attivo a mio parere. Speriamo che la qualità non ne risenta, come sono portato a pensare.
Tralascio la questione disegni perché non sarebbe che un elogio quasi continuo da parte mia xD
Soddisfo una curiosità vostra. O di alcuni per lo meno. Perchè diavolo c’è un personaggio che sembra Hirano da giovincello nel manga Highschool of the Dead?  Tributo, e questo era facile da immaginare, ma perchè?
Uno dei due autori del manga (Sato) ha già fatto uscire un manga nel passato: il titolo è Imperial Guards. :sisi:
Di questo manga sono usciti diverse light novel parallele (romanzi con illustrazioni)…
Beh Hirano ne ha sicuramente illustrato uno:

Non ho idea se abbia fatto pure i precedenti, ma il tratto dell’ottavo (questo) è inconfondibile!! Possiamo supporre che l’aiuto\onore\quello che volete sia stato ricambiato creandogli un personaggio-clone.
L’unico, vero figo poi di HOTD !
Vorrei esclamare un “V***a b**a!!” ma mi pare poco fine. Questo articolo è incredibilmente lungo, ma dovete capire che quando parlo di quest’uomo parto per la tangente. xD
Ragazzi: seguiteci; continuerò a ripeterlo all’infinito. Seguire qualche capitolo oltre i soliti tre big (anche se so che ci sono altri che non leggono solo Naruto, OP e Bleach …) non vi fa male: non porta via troppo tempo e voi allargate la vostra cultura in fatto di manga aggiungendo un autore e qualche titolo.
Quindi se non l’avete fatto: leggete gli arretrati di Hirano forniti da Mangadayo e veniteci dietro anche con quelli futuri.
Detto questo, vi saluto.
Lascio un po’ di immagini a random prese da i vari lavori di Hirano.
See you ^^

Commenti (9)

  1. bel’articolo… per ora vedrei i lavori su One piec! si trovano?

    1. Solo in Raw.
      E non troppo facilmente … :/

  2. Ma possibile che in un articolo cos lungo non abbiate citato il personaggio “Kohta Hirano ” di High School of the dead ispirato a questo mangaka?
    eccovi un’immagine d’esempio!
    http://img3.lln.crunchyroll.com/i/spire1/02072008/a/c/c/0/acc0ebfbc5f3f0_full.jpg

    1. io all’inizio infatti pensavo parlassero di quel personaggio! XD

    2. Porca vacca :ninja:
      Per non dire che sul forum ho spiegato il perch di questo tributo!
      Modifico entro stasera ad hoc.
      Ma dove c***o tengo la testa … 😐

      1. ma quanto so forte!ahahahaha

    3. Ehehehe in effetti evidente come quel personaggio sia palesemente ispirato al vero Hirano, almeno nell’aspetto fisico. Mi piacerebbe sapere se anche caratterialmente sia come il personaggio di High school of the Dead.

      1. Non appena faremo uscire Ikaryaku lo scoprirai 😆
        Per essere nerd\otaku, lo …
        Quanto alla passione per le armi non saprei dirti, ma non credo (penso fosse una necessit di trama).

  3. Chiedo personalemente scusa per la mancata traduzione, ma posso assicurare che i prossimi 3 capitoli di Drifters vi piaceranno un sacco :wub:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>