Marvel Now! – Capitan America

di Rorschach 20

Un saluto a tutti i lettori di KomixJam! Altro giovedì, altra recensione di una serie Marvel che si lancia a pesce nel calderone di Marvel Now!

Questa volta tocca a Capitan America, che viene diretto da un team creativo con i controfiocchi: ai disegni nientemeno che John Romita Jr.(che non ha bisogno di presentazioni), ed ai testi il già citato in diverse occasioni Rick Remender(tranquilli, non rimetterò per l’ennesima volta l’immagine di Daken che uccide il Punitore…forse.)

Qui in Italia possiamo leggere le avventure del Capitano sul menisle omonimo, che conterrà anche le storie di Capitan Marvel.


Ora, prima di parlare in dettaglio della storia di Cap (di cui ci viene presentato il primo capitolo), una precisazione è doverosa: è estremamente difficile parlare di Capitan America come personaggio stand-alone.
Questo perchè il buon capitano ha sempre dato il meglio di sè all’interno di un gruppo, siano essi i Vendicatori, gli Invasori(il superteam della Seconda Guerra Mondiale) o qualsiasi altra formazione in cui abbia militato. E questo non solo per le sue qualità di leader, che gli permettono di far fronte a qualsiasi situazione(e che sono il vero superpotere di Steve Rogers, prima di tutte le altre capacità); il motivo principale è che Cap si trova ad assumere in qualsiasi gruppo il ruolo dell’allenatore. Di quell’uomo che fa risaltare le persone attorno a lui, che le spinge ad affrontare i propri difetti e debolezze, ed a tirare fuori il meglio. E può farlo dando fiducia ed amicizia (come con Iron Man oppure Thor), affidando resposabilità ed aiutando a sopportarle (quello che sta facendo con Havok in Uncanny Avengers, scritto dallo stesso Remender), o lasciando alla persona in questione la possibilità di esprimere le sue potenzialità (come ad esempio è stato con  Luke Cage nei Nuovi Vendicatori)… o in alcuni casi, insultando e ponendosi come ‘avversario’ nei confronti del suo interlocutore, per spingerlo ad impegnarsi mosso da un senso di rivalità (il caso più emblematico è Occhio di Falco).

Si, lo so, hanno cambiato il costume per renderlo simile a quello del film…sinceramente mi importa davvero poco e credo anche agli autori, tant’è che nemmeno dicono che lo ha cambiato

In definitiva, Steve Rogers è un’uomo di squadra, e quando non ha nessuno intorno non dà il meglio di se; non a caso Ed Bruebaker, cioè l’autore che aveva in gestione le storie di Cap prima di Marvel Now! e che è rimasto sul personaggio per svariati anni, ha utilizzato nelle sue storie un buon numero di personaggi secondari proprio per ottenere quell’ effetto squadra: su tutti spicca il Soldato d’Inverno/Bucky, che ha portato lo scudo per un bel periodo, ed il cui confronto con il Cap ‘originale’ è stato il tema portante di gran parte della gestione di Bruebaker: le altre storie in solitaria del Capitano  non brillano particolarmente: o la si butta in politica (dove paradossalmente Cap si rivela essere molto più antiamericano di quanto si possa pensare, come ad esempio nella gestione di Robert Morales, scomparso poco tempo fa) oppure abbiamo di fronte un prodotto che alla fine non è niente di che.

Una tavola della storia…dall’ambientazione fantascientifica, direi che stavolta non l’hanno buttata in politica.

E dalle premesse di questo numero 1 di Capitan America ho paura che ci sia il rischio di trovarci in una situazione del genere. Remender opta infatti per una storia di stampo fantascientifico (molto anni Settanta) con un cattivo molto classico, il dottor Arnim Zola. La storia è ricca di scene d’azione(molto ben rese, ma del resto il disegnatore ha moltissima esperienza), che sono anche autoironiche come il Teschio Verde che compare all’inizio; e c’è addirittura spazio per le ‘questioni dietro la maschera’, con Sharon Carter, l’eterna fidanzata di Rogers, che vorrebbe che la loro relazione si evolva.

Lui è il cattivo, non la fidanzata.

Insomma, per dirla con voce fantozziana ‘il più classico dei classici’, sia a livello di storia che di disegni…eppure.
Eppure c’è una scena ad inizio albo che vale tutta la lettura. Sono solo due pagine, ma con quelle Remender e Romita ci danno una chiave di lettura del personaggio di Capitan America a cui non avevo mai pensato. In quelle due pagine ci sono più eroismo e coraggio che in un intero scaffale di una fumetteria. Ed è proprio grazie a quelle che possiamo capire quale sia il più grande superpotere di Capitan America: quello di essere solo un uomo. Un uomo che sa apprendere le lezioni di altri grandi uomini, ed in questo caso di una grande, anzi grandissima donna, che ci dà un messaggio inequivocabile: Reagisci sempre. Ed è quello che Cap fa, sempre e comunque.

Anche solo per queste due pagine, sono invogliato a continuare. E poi quello di Remender e Romita è un team affiatato, ed hanno tirato fuori storie molto belle…

Come ad esempio questa. Si, avrei detto che non avrei messo quest’immagine. Ho mentito.

Al prossimo appuntamento!

Commenti (20)

  1. Io ho iniziato a seguire cap con Ed Bruebaker, e tutta la saga che ha portato al soldato d’inverno, e l’ho trovata ottima (prima odiavo Cap), di questi Rilancio, posso solo che parlarne non bene, ho un p seguito gli albi americani e ho comprato il n1 (ma non l’ho ancora letto), ma non mi piaciuto per niente.

    Altra nota di demerito (per me) J.R. Jr, che ho sempre odiato, sia dai tempi in cui disegnava L’Uomo Ragno.

    Ah, nota per chi compra gli albi Panini, insieme a Cap, ci sono ben 2 numeri di Capitan Marvel, Alias Miss. Marvel, uno dei eprsonaggi pi sciattid ella Marvel (a me fa schifo), e infatti ho tagliato l’albo che seguivo dai tempi di Ed Bruebaker.
    Ma metterci insieme il Soldato D’inverno pareva brutto?

    Mah

    1. Punto primo: evita gli spoiler(anche errati, la saga non ambientata in un mondo alternativo)

      Punto secondo, in risposta alla tua domanda, per lo stesso motivo per cui Wolverine appare in diciotto testate al mese: un banale meccanismo narrativo chiamato sospensione dell’ incredulit, che permette agli autori di lavorare senza pestarsi i piedi a vicenda.

      Discordo su Miss Marvel: un personaggio che stand-alone ha il suo perch da dire.

      Per il resto, opinioni messe a verbale.

      1. Vabb, ma una cosa che si scopre dopo 2 pagine, tu hai svelato qual’ il cattivo…

        Dissento anche su Miss Marvel, lessi la passata miniserie e la trovai orribile, come comprimario invece (specialmente se poco invadente) ha il suo perch, comunque odio i personaggi troppo potenti come lei e Thor.

        S, ma almeno Wolvie sulla Terra (il pi delle volte), almeno con Iron Man (nessun spoiler contento) hanno usato un escamotage p intelligente.

      2. Ognuno ha diritto alle proprie opinioni sui personaggi e sulle trovate degli autori (ed a esprimerle in modo non ripetitivo)… La sospensione dell’incredulit sempre quella.

        P.S. un conto dire che c’ di mezzo un personaggio, un altro dire la chiave di sviluppo della storia: sono cose ben diverse a cui ti chiedo per favore di stare attento.

  2. Ma se ti sembra che abbia fatto uno spoiler cos enorme, taglia quel pezzo del mio commento, che vuoi che ti dica?
    Senza contare che non mi sembra sto gran spoiler, anche perch non dico ne dove si trova ne come c’ finito, comunque ripeto, taglia quel pezzo del mio commento, io non posso editare, altrimenti l’avrei fatto.

    Essendo pure l’unico che si degna di commentare i tuoi articoli sulla Marvel, mi sarei aspettato un p pi di indulgenza, sembri quasi offeso dal fatto che trovi demenziale l’intera (o quasi) iniziativa NOW, io ci vado gi duro anche per cercare di fare un minimo di dibattito, ma se non t’interessa…

    1. E’ comunque uno spoiler, e come tale va evitato (grande o piccolo non fa differenza). Con il tuo permesso, edito la parte.

      Per il resto, c’ dibattito quando ci sono opinioni argomentate e non supponenti, e quesiti su cui discutere. Ed in quel caso sono pi che felice che qualcuno commenti ed argomenti.

      1. Certo, cutta pure, io se posso non faccio mai spoiler, se l’ho scritto perch non lo ritenevo tale.

        Io credevo dia ver argomentato il perch delle mie affermazioni, non mi sembrava di aver fatto interventi monoriga.

        Avevo dato anche spunti dicendo che probabilmente era meglio emttere il soldato d’inverno insieme a Cap invece che metterci un personaggio sciatto come Carol Denvers e che c’entra ben poco con il capitano a stelle e strisce.
        Se reputi supponenti i gusti eprsonali delle persone…
        O vuoi solo discutere di quanto siano belli e fighi i personaggi Marvel?

        P.S.
        Visto che ci siamo, mi paicerebbe un articolo su come hanno rpeso NOW in USA e di come stiano andando le vendite, perch dopo il chiasso che fecero con la Saga del clone, non oso pensare che accoglienza abbiano dato a Superior Spider Man.

      2. Argomentare vuol dire motivare le proprie risposte, e supponenti sono le affermazioni ‘questo fa schifo’, senza una motivazione. Ad esempio, spiegare perch non si ama un personaggio. In maniera pacata e rispettosa(magari esiste qualcuno a cui quel personaggio piace), pu rivelarsi un buono spunto di discussione: altrimenti si riduce tutto a bieca tifoseria.

        Per le vendite, buona idea, anche se un po difficile fare una classifica generale e si dovrebbe valutare serie per serie…ma non e detto che non si possa lavorarci su.

  3. Ma l’ho detto nel post n3 che trovo antipatia per i personaggi troppo potenti,senza contare che non ha spessore e che il nuovo look a me non piace per nulla.

    Nella storia Marvel sempre stata un comprimario, e a memoria non mi viene in mente nulla di epico o di rilievo basato su quel personaggio.

    E ripeto, ho letto la vecchia miniserie (non ricordo in quale albo fosse) ma la trovai davvero brutta.

    Per le vendite sarebbe interessante anche vedere come andavano le serie prima e dopo NOW, ovviamente per avere un risultato il pi veritiero possibile, bisognerebbe vedere come tengono nel tempo, eprch si sa che i n1 attirano sempre i lettori, ma poi bisogna vedere se restano o smettono di leggere.

    1. Ti dico: la serie che lessi io nel corso di Dark Reign su Ms. Marvel non era affatto male, molto meglio del Dark Reign stesso (vabb che ci vuole poco) e a me il personaggio piace abbastanza, certo potente, ma come tutti, non affatto invincibile.

      Per il resto non credo che seguir questa serie, anche a me Marvel NOW non ispira per niente a cominciare da Superior Spiderman.
      scusate l’OT

      1. I gusti son gusti, ci sta che ad altri piaccia e che a me faccia schifo, solo che la trovo anche piatta come personaggio, non mi ricordo infatti di suoi fidanzati, amici ecc., neanche saprei dire chi la sua nemesi (sempre se esiste).
        Ad esempio con la Donna Ragno hanno fatto un lavoro migliore, ha un passato conosciuto, una storia da doppio giochista, fidanzati, nemici ecc., Miss Marvel no, o meglio, a me non vengono in mente.

        Occhio per lo spoiler che hai fatto, a me hanno fatto un cazziatone per aver spoilerato praticamente nulla, il tuo su Spidey un p troppo 😉

      2. Per me l’opposto: io so un po’ della storia di ms marvel, so che ha (o ha avuto) una specie di cotta per spiderman e che sono molto amici, invece della donna ragno so solo che in passato stata sostituita dalla regina degli skrull… comunque come hai dettto tu, de gustibus.

        per lo spoiler non lo sapevo:
        1) perch non seguo le uscite italiane ed ero convinto che almeno qualche numero di superior spiderman fosse gi uscito da un pezzo
        2) attualmente sono a Londra 😛
        Chiedo scusa, se potete tagliate via lo spoiler

      3. S, ma la storia della cotta non neppure stata mai pubblicata in Italia, e poi basta, non c’ altro.

        Jessica Drew ha una storia ben pi lunga, gi il fatto che sia figflia di 2 agenti Idra che l’hanno usata come esperimento (ecco il perch dei suoi poteri), che abbia fatto il doppiogioco quando era un agente idra, che sia stata il perno centrale di una maxi saga come Secret Invasion, che sia un membro dei vendicatori e abbia una storia con Occhio di Falco, ed in pi pure un agente dello SWORD (mi pare), le danno uno spessore che Miss Denvers non ha.

        P.S.
        Spero dia ver detto tutto giusto 😉

      4. Veramente credo sia stata pubblicata. Non c’ altro? A parte che stata un membro dello S.H.I.E.L.D, un membro importante dei vendicatori (molto pi di spider woman, a mio parere) e che abbia avuto una storia complicata che ha dato risalto ad un personaggio come Rogue a me sembra abbastanza. Poi se vuoi nomi di amanti io purtroppo non l’ho seguita a lungo e so solo di Capitan Marvel (quello prima) e se devo dirti alcune arcinemesi Mystica e Moonstone.
        Posso capire che il personaggio non ti piaccia, ma da qui a dire che inutile mi pare molto esagerato…

      5. E’ inutile perch in enssuna saga stata indispensabile, ad esempio, la Donna Ragno stata il perno di Secret invasion, mentre Miss. Denvers, pi che tirare qualche cazzotto non fa.

        Anche Tigra un membro dei Vendicatori e per ben pi tempo, ma resta comunque un personaggio secondario (anche se la quaestioen della trib degli uomini gatto mi fa rabbrividire).

        Poi ovvio, resta questione di gusti, giusto o sbagliato che sia, per me resta un eprsonaggio sciatto ed inutile, non per questo voglio denigrare a chi piace, solo non capisco cosa li attragga a questo caracter.

      6. Boh io non trovoisti che un personaggio sia valido solo perch ha avuto un ruolo perno in un big event, anche perch la maggior parte di questi fa abbastanza schifo.
        Guarda il nuovo Venom, non ha avuto un ruolo centrale in chiss quale evento Marvel, eppure preferisco le sue storie (anche se adesso sono molto calate) a quelle del 90% dei supereroi protagonisti, tipo Iron man, Spiderman o Wolverine.
        Tra l’altro non che la regina skrull avesse poi tutta questa caratterizzazione… mi sembrata piuttosto scontata e poco originale, decente come cattivo in una serie ma nulla pi.
        Invece ho molto apprezzato lo scontro tra Moonstone e Ms. Marvel nella serie di quest’ultima nel corso del dark reign. Ho trovato entrambe ben delineate e coerenti.
        Poi ripeto, de gustibus, ma onestamente non mi sembra che la donna ragno (o molti altri personaggi femminili marvel) abbiano poi tutta questa superiorit rispetto a ms. marvel, anzi.
        Comunque chiudo qui che stiamo andando veramente OT 😛

  4. mi intrometto un attimo giusto per dire che NOW, sta avendo l’effetto voluto in USA, nel senso che ha “rimesso” in riga l’exploit di DC con New52 (basti pensare che per due mesi lo scorso anno Aquaman era pi venduto degli spillati marvel).
    Per le vendite non dovrebbe essere un problema, in generale… il difficile sar trovare dati di vendita “integri”…nel senso che i dati di vendita di solito guardano solo il mercato del cartaceo, mentre si tende a non considerare quello online (che sta avendo una fetta di mercato sempre pi grande negli States)

    1. Come dicevo prima, normale che nei primi mesi si abbia un boost alle vendite, perch molta gente attratta (o riattratta) dai n1.

      Io seguo NOW anche in originale, quindi sono avanti rispetto all’Italia, e devo dire che sinceramente mi fa quasi tutto schifo, infatti visto i contenutio degli albi nostrani, ho dismesso dall’abbonamento a Cap, Thor e FQ.
      Praticamente poche serie a parte (AU, AA) ben poco si salva per me.

      Inoltre non ho ancora capito dove vogliano andare a parare con AU (cos chi non sa non capisce, magli altri s) con l’avvento di un personaggio del mondo di Spawn O.O

      1. Lasciamo perdere… ci sono rimasto male quando lessi la notizia… infatti mi sono promesso di aspettare di metabolizzare la cosa prima di tornare a leggere la testata

      2. Beh, ma almeno l non sai dove vogliano andare a parare, ma se hai letto A+X o FF, quella si che spazzatura, storie stupide ed infantili, disegnate pure male, miss. Thing batte ogni cosa che io abbia mai visto, e dire che FF prima era una signora testata, anche se hanno usato poco e malamente il ragnetto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>