Age of Ultron 1 – La Recensione

di Rorschach 7

Il numero uno del nuovo eventone Marvel,  Age of Ultron, è uscito nelle edicole e nelle fumetterie, ed ho pensato di parlarne qui con voi: una volta al mese (o ogni volta che avrò un nuovo albo in mano) recensirò l’albo in questione, commentandolo passo per passo.

Prima di cominciare, una cosa fondamentale: chiedo a chiunque voglia commentare o discutere di evitare qualsiasi tipo di spoiler sulla storia.  Se ne dovessi vedere (con tag, senza tag, con allusioni o qualsiasi altra cosa vi possa venire in mente) cancellerò il commento senza passare dal via.  Ed eventuali azioni recidive saranno punite.

Ok, chiarito questo, andiamo a incominciare, e facciamolo con stile.

[youtube 5Xv7CQjZPfo]

Questa, la colonna sonora che mi ha accompagnato nella lettura del numero uno di Age Of Ultron, che racchiude i due capitoli dell’edizione americana. Ai testi, il solito Brian Michael Bendis. Ai disegni, Bryan Hitch.

Il titolo della storia è un omaggio per nulla velato ad una maxisaga degli anni Novanta, cioè l’Era di Apocalisse. Ed anche le premesse sono le stesse: siamo di fronte ad un futuro non troppo lontano, dove un supercriminale ha preso il controllo del mondo. Negli anni Novanta era il profeta mutante Apocalisse, qui è il robot assassino Ultron, storico nemico dei Vendicatori.

La differenza, però è sostanziale: l’Era di Apocalisse era una realtà alternativa, quella di Ultron(come il redazionale non manca di sottolineare) è il normale Universo Marvel. A quanto sembra, il cattivo ha vinto, ed in maniera terribilmente schiacciante. E come nei film postapocalittici, non sappiamo come (e forse nemmeno importa): la storia parte infatti a conquista già avvenuta, con i robot controllati da Ultron che dominano una Manhattan devastata.

Molti eroi sono morti e i pochi sopravvissuti si nascondono, spaventati e braccati da ex supercriminali che li cercano per venderli ad Ultron.

Il primo numero ci fa vedere un Occhio di Falco, tosto come mai prima e vero protagonista di questa prima parte, che si muove in questo scenario che non ha nulla da invidiare alla Manhattan di ‘1997:Fuga da New York’,

Per essere più badass di così gli manca solo una benda sull’occhio.

 

alla ricerca di compagni rapiti da salvare (l’Uomo Ragno, nella fattispecie).

Oltre a questo, abbiamo modo di vedere la Vedova Nera e Moon Knight a San Fransisco(che non ha avuto un destino migliore),

 

neanche la faccia della Vedova, a quanto pare.

che in uno dei vecchi rifugi di Nick Fury cercano di mettere a punto un piano disperato.

Non sono i soli: le informazioni dell’Uomo Ragno sulla ‘compravendita’ degli eroi scuotono un abbattuto Capitan America, che si rialza con un piano.

Che dire: per ora, il giudizio è positivo.  Bendis accantona, anche se in parte, il suo stile ‘logorroico’, lasciando che siano le immagini a parlare. E credetemi, parlano davvero bene. E devo dire che è strano e accattivante al tempo stesso vedere gli eroi spezzati e sconfitti, anche negli ideali.

Chissà cosa succederà?  E’ davvero possibile che questo sia il normale Universo Marvel? Io non lo so, ma sinceramente non mi importa. Sono rimasto con la voglia di vedere dove si va a parare questa volta. E ad un capitolo uno non si può chiedere di più.

Cari lettori, lo scopriremo insieme.

Commenti (7)

  1. A me questa saga prende parecchio e mi lascia ben sperare.

  2. E al contrario di Age of Apocalypse che era un capolavoro questa saga fa veramente schifo, almeno per me.
    Non ho nemmeno capito perch l’han chiamata Age of Ultron

  3. Senza spoiler, io che l’ho letta tutta, vi posso dire che questa serie, parte benissimo, ma poi diventa una schifezza.

    1. -Comunicazione di servizio- Cancellata la seconda parte del commento, causa allusioni al proseguo della trama. (Si, sono eccessivamente rigido, ma avevo avvisato che lo sarei stato). Gradirei che commenti di questo tipo vengano evitati(poi succede che…), almeno fino alla fine della saga.

      1. Ma non dicevo niente!

        Non c’era nessuna allusione, nessun particolare sulla trama, o sul finale, nulla di nulla.

        Sono veramente basito dalla tua censura.

      2. Magari non si capiva dal precedente messaggio, lo dico senza cattiveria o voglia di polemizzare, ma davvero non c’era nessun spoiler.

  4. Volume che ti butta subito in mezzo al casino, un gran casino.. colpisce per quanto sia diretto. A me piaciuto abbastanza 🙂

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>