Yahari Ore no Seishun Love Come wa Machigatteiru – Recensione

di Regola 2

 

La stagione primaverile è considerata una delle più importanti, e penso si possa intuire dai molti titoli interessanti di svariato genere. Kirisuto e Zyund si stanno già occupando di tre tra le serie più attese (L’attacco dei giganti, Oreimo, Aku no hana) ma non ci siamo dimenticati degli altri titoli ed è venuto il momento di presentarvi il primo…

Non è una storia a tema sovrannaturale.

… e per oggi, inizialmente combattuto tra vari titoli, ho scelto Yahari Ore no Seishun Love Come wa Machigatteiru, ristretto a Ore Seishun per comodità, che vuol dire più o meno “la mia commedia romantica adolescenziale è sbagliata come pensavo“. Avevo fatto presente che ero interessato al titolo nelle liste delle serie che stavano per iniziare, qualche settimana fa, poichè mi ricordava per certi versi Haganai, ma dopo i tre episodi trasmessi ho potuto constatare che non sono due titoli così simili, e hanno in comune solo alcuni degli elementi di contorno oramai tipici di questo genere. Questa serie animata, come potete immaginare perchè certe cose si capiscono dal titolo, è tratta da una light novel del 2011 di Wataru Watari pubblicata dalla Shogakukan, mentre la serie animata è prodotta dallo studio Brain’s Base (Durarara!, Tonari no Kaibutsu, Kamisama Dolls).

La serie è incentrata sul Service Club il cui compito è dare supporto e aiutare studenti in questioni quotidiane: questa è la missione di Yukino Yukinoshita, presidentessa e unico membro del club all’inizio della serie. Non è ancora dato sapere il reale motivo per cui questo club è stato fondato, ma un bel giorno una professoressa mossa da chissà quale intuizione pedagogica invia il tetro e asociale Hachiman Hikigaya a questo club non con l’intento di chiedere aiuto ma come aiuto alla presidentessa tutto fare Yukino. Ed è così che nell’aula praticamente sempre vuota del Service Club si ritrovano due persone completamente differenti posizionate agli estremi della famosa scala sociale, una sulla vetta, l’altro nei più profondi abissi, tuttavia accumunati dalla caratteristica di non avere amici e condurre una vita scolastica fuori dalla norma.

Al centro della vicenda ci sono pertanto le due particolari visioni della vita che contraddistinguono Hachiman e Yukino. Il primo, solitario per scelta, non ha nessun interesse nel farsi degli amici e ha tutte delle sue teorie secondo le quali i suoi coetani sono ubriachi di illusioni che hanno imposto a se stessi: una figura talmente tanto tetra e contorta da aver allontanato molte persone, ma se volete un parere personale, Hachiman viene ampiamente sottovalutato. Come protagonista ha un carattere forte, è molto più maturo di tanti suoi coetanei e per certi versi indipendente: dietro il suo modo di essere vi sono alcune esperienze traumatiche ma dai primi tre episodi ho come la sensazione che non si sia fatto amici perchè siano state le persone intorno a lui a fraintenderlo e non capire come fosse realmente. Simile ma differente l’esperienza di Yukino: perfetta in tutto, è stata emarginata soprattutto dall’invidia delle persone, e il suo carattere duro dipende probabilmente dal non aver potuto trovare un’amica di cui fidarsi negli anni. Come se il talento fosse un dono ricevuto dal cielo che non necessita di essere continuamente lucidato per brillare. Ciononostante la nostra protagonista che rasenta la perfezione (ma in realtà ha tanti difetti e sa essere più tetra di Hachiman in certi casi) non si tira mai indietro quando si tratta di adoperarsi per uno studente con una richiesta di aiuto.

Assaggiatore di biscotti carbonizzati: il primo compito di Hachiman nel club.

Ovviamente all’inizio saranno in due, col tempo verrà ovviamente a crearsi un gruppo (già nel primo episodio entra nel Service Club la solare Yui Yuigahama) e dovremmo vedere queste due figure così tanto simili, eppure così tanto diverse, aver a che fare con i più variegati tipi di studenti; questa è la principale attrattiva di questa serie, oltre ai sempre presenti commenti sarcastici di Hachiman alla situazione, che mi ha ricordato per certi versi Kyon (commenti che spesso i suoi coetanei sembrano non capire). Considerando che il numero di personaggi è elevato, e il numero degli episodi annunciati è 12, non mi aspetto che vi saranno episodi vuoti o noiosi come spesso può accadere con serie del genere quando i personaggi hanno esaurito il loro messaggio per il pubblico.

Commenti (2)

  1. Grazie mille per la recensione signor Regola XD

    Questo un’altro anime di cui avrei appunto gradito vedere una vostra recensione perch a mio parere merita molta, molta attenzione.

    Premesso il fatto che ho visto solo 2 episodi e che sono estraneo sia alla Novel che al Manga, posso gi dire che questa ” commedia romantica sbagliata ” di certo superiore ( se manterr questi livelli ) alla media delle commedie anime che fin’ora almeno io abbia visto, sopratutto per quanto riguarda i personaggi.

    I personaggi di Ore Seishun [ cit. ] secondo me sono il punto pi alto di questo anime, sopratutto Yukino ( che sinceramente mi ricorda la versione pi cazzuta e meglio caratterizzata di Yozora ) e Hachiman ( che per essere un protagonista di una commedia presumibilmente harem, per me DIO in terra ! ), 2 personaggi che a mio parere sono molto ma molto ben caratterizzati e che non hanno nulla da invidiare rispetto ai personaggi di commedie del calibro di Oreimo e Haganai ! Davvero, vedendoli mi sembra di intuire ” l’inizio di una commedia di alto livello che lascer il segno ” ma purtroppo a mio parere non sar cos.

    Infatti ( per me ) l’ottima caratterizzazione dei personaggi primari stona col tipo di narrativa che sembra vogliano adottare, perch da quello che ho capito la serie non si focalizzer pi di tanto su una narrativa scorrevole, ma avr episodi ” singoli ” che tratteranno un personaggio o un problema ( o pi problemi ) a ogni episodio …. insomma una narrativa molto simile a Ookami-san e tutto ci accompagnato da personaggi secondari non allo stesso livello dei primari.

    Vedremo, ma la mia impressione in sostanza questa … un anime che potrebbe benissimo stare al pari di Oreimo e Haganai, ma per questa scelta narrativa che sminuisce i personaggi, la serie perde molto, ed’ un peccato … vedremo … se saranno rose fioriranno …

    Bon, sputato questo veleno e sparata questa gratuita sentenza, vorrei dire 2 paroline sui ” segoni mentali ” di Hachiman e poi chiudo prima che vi seghiate e genitili.

    Quest’opera a mio parere fa parte delle mia complottistica teorie ” anime = arte = evoluzione “. Come molti dicono quest’anime molto simile a Haganai e non mi sento di dissentire ( per ovvi motivi ), ma sembra appunto, seppur e ovviamente con tutte le differenze del caso, una versione voluta di Haganai con un lato introspettivo maggiormente approfondito sopratutto se i protagonisti sono tutti gli ” asociali/depressi/sfiduciati della societ “. Per farvela breve avrei di sicuro gradito di pi questo anime se me lo fossi visto alle superiori perch Hachiman mi ricorda enormemente me da giovane XD e vedere un personaggio di un harem ( e direi per adesso un Harem ben mascherato e ben gestito ) che finalmente fa dei ragionamenti coerenti con se stesso, mi fa impazzire di gioia e dalle risate ! Una esplicita critica alla societ che a mio parere ha come scopo criticare la ” normalit ” della vita adolescenziale odierna ricca di ” illusorie speranze ” , quanto la GIUSTIFICAZIONE di alcune fasce di adolescenti … i soliti adolescenti giapponesi depressi diciamo XD

    Insomma, morale della favola, non vedo l’ora di vedere i prossimi episodi XD

    Perdonatemi per questi papiri che scrivo, ma quando vedo un anime ne voglio/devo parlare parlare e parlare ! Devo mettere a verbale o per iscritto le mie opinioni e discutere il pi possibile di queste produzioni fantastiche XD

    PS: il tizio dell’episodio 2 con la sindrome delle medie, identico al tizio di High school of the dead XD Credo abbia anche lo stesso doppiatore ahaha

    1. Tranquillo per il papiro (anzi bello vederti appassionato). Per quanto riguarsa il chuuninbyou dell’episodio 2 io l’ho associato a FMA ma potrei sbagliarmi (pi che altro non ci ho riflettuto sopra)…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>