Tutti a pescare con Sampei e la Gazzetta dello Sport

di Ciampax 1

Ci sono molte avvincenti storie che ci hanno accompagnato negli anni dell’infanzia (parlo di me e dei più “vecchi” telespettatori, che hanno avuto modo di crescere di pari passo con l’escalation che l’animazione Giapponese ha avuto in Italia, sin dalla fine delle anni Settanta): storie d’amore e di passione, storie di bambini e adulti che affrontavano le quotidianità della vita o i mostri più raccapriccianti, romanzi avventurosi o fantascientifici animati con maestria, miti e leggende trasposti in differenti salse negli “anime” provenienti dal Paese del Sol Levante. Accanto a tutte le saghe più “classiche” (robot, storie di vita quotidiana) hanno sempre prolificato, e in questo in generale il Giappone è sempre stato all’avanguardia, i manga, e di conseguenza, gli anime, di carattere sportivo: dal calcio alla pallavolo, passando per il basket e il tennis, sono tanti i protagonisti di vicende in cui l’impegno e la tenacia permettono al singolo o ad una intera squadra di raggiungere vette mai sperate prima (il caso della Nazionale Giapponese giovanile che vince il Mondiale in Holly & Benji è forse quello più eclatante). Sebbene molte discipline abbiano avuto un ampio varietà di rappresentazioni (oltre al calcio, pallavolo e basket – o in generale altri sport di squadra con l’uso di una palla – la fanno da padrone), vi sono altre categorie sportive che hanno ricevuto un’attenzione minore e in certi casi quasi unica.

Uno degli esempi più eclatanti in questo senso è Sampei, il ragazzo pescatore (Tsurikichi Sanpei), manga (e poi anime) prodotto dalla penna di Takao Yaguchi nel lontano 1973 che narra le vicende del giovane Sampei Nihira, adolescente appassionato di pesca che, grazie agli insegnamenti del nonno Ippei e del maestro Pyoshin si dedica a questo sport anima e corpo, quasi come un discepolo di un’arte marziale (il concetto di “seguire una corretta disciplina” non per eccellere sugli altri, ma per divenire una persona migliore, è un tema fondamentale dell’opera) passi anni ad allenarsi al fine di raggiungere una sorta di Nirvana interiore. I temi quali il rispetto della natura, la moralità e l’etica, il contrapporsi di bene e male fanno da degna cornice ad una storia in linea di massima semplice ma sempre carica di profondi contenuti.

La Gazzetta dello Sport, che ormai, a cadenza fissa, propone al pubblico italiano nuove “pubblicazioni” interessanti in ambito fumettistico, ha in serbo una gradita sorpresa per tutti gli appassionati della buona animazione giapponese: l’edizione definitiva e completa, in DVD, della serie animata Sampei (ben 109 episodi!) a partire dal 10 febbraio 2014. Ecco i dettagli dell’opera:

Le straordinarie avventure e le sfide impossibili di Sampei, il ragazzo pescatore, saranno in edicola a partire dal 10 Febbraio 2014 al costo lancio di 1,99. I 22 dvd saranno collezionabili in un unico cofanetto in edizione deluxe, caratterizzato da:

 -AVVENTURA: la grande passione di Sampei per la pesca lo porta a attraversare il Giappone in lungo e in largo sempre alla ricerca di nuove sfide e pesci sempre più grandi e difficili da pescare.

-SPETTACOLARITÀ: pesci enormi, imprese impossibili e gesta spettacolari sono il filo conduttore del cartone animato, in grado di stupire lo spettatore e di tenerlo incollato allo schermo.

-NOSTALGIA: rivedere le puntate sarà come tornare bambini.

 Sampei non è solo una collana per appassionati del genere, ma un’occasione unica per collezionare le puntate complete della serie e rivivere le emozioni di un cartone animato amato da intere generazioni negli anni 80 e 90.

 Inoltre, la collezione riuscirà a coniugare gli elementi vintage che contraddistinguono il cartone con un tocco di freschezza e novità.

 Per conoscere tutte le uscite, avere maggiori informazioni e acquistare i dvd online anche a tariffe agevolate, consultate lo Store Gazzetta

Reputo che questa iniziativa, al pari dell’edizione in DVD di Ken il Guerriero, farà gola a molti e, sicuramente, è forse una delle più azzeccate che la Gazzetta dello Sport ha proposto in questi anni. Cos’altro dire? Non mi resta che salutarvi e lo faccio con uno dei brani musicali più belli (a me piaceva tanto, forse anche per via del gruppo che intonava questa sigla) mai creati per un anime in Italia: Sampei, il ragazzo pescatore, dei Rocking Horse guidati da Doug Menkin!

[youtube e7_xhG4AWnA]

 

P.S.: e non mi dite che non vi siete mai fatti domande sulla “amica sua, una canna fatta di magia“!

 

Fonte: La Gazzetta dello Sport

Commenti (1)

  1. A parte le visioni di infanzia qualche anno fa avevo recuperato la serie ma la Interruppi pi o meno a met perch la storia, peraltro interessantissima, sembrava non proseguire pi per via dei noiosissimi filler.
    Per la verit un peccato che non sia reperibile il manga, a parte un paio di volumi speciali della star, perch sia la storia che i disegni sono fantastici.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>