Pupa – Recensione [04-05-06-07]

di Kirisuto 4

Dopo un mese ritorniamo su Pupa alternandoci con Kill la Kill.

Prima di iniziare, ecco i link agli episodi oggi trattati.

Stream Episodio 4

Stream Episodio 5

Stream Episodio 6

Stream Episodio 7

 

Commento:

C’è del marcio in Danimarca.  [cit. Amleto]

C’è qualcosa che non va nel mondo. [cit. Yotobi]

C’è qualcosa di sbagliato in Pupa. [cit. Kirisuto]

 

Man mano che prosegue la mia visione di Pupa non posso fare a meno di pensare “weird” ogni 5 secondi. Partendo dal rapporto molto poco fraterno analizzato la volta scorsa, passando per la madre forse folle (sicuramente omicida) e concludendo con la signorina in nero. Signora in meno che sotto la sua calma serafica nasconde un animo molto corrotto. Tra il gestire un’organizzazione, che a quanto pare ha il supporto del governo e conduce esperimenti di dubbia eticità, e il diventare lei stessa incubatrice di un mostro infernale, questa donna nasconde amenità forse ancora peggiori nel suo passato.

Ci si comincia a porre qualche domanda sul virus che sembra affliggere entrambi i fratelli. Un virus che al costo dell’insaziabile fame di carne umana garantisce illimitati poteri curativi (e a quanto pare anche capacità di resurrezione). A quanto pare, quindi, le basi scelte da Pupa per il suo sviluppo sono fantascientifiche e non soprannaturali.

 

Mi viene da fare una considerazione a proposito di questa serie. E la parola è solo una: fallimento.

Per carità a me l’anime sta piacendo molto, ma il confronto col manga è impietoso in quanto a sviluppo della trama, chiarezza e approfondimento psicologico. L’adattamento da manga ad anime è stato disastroso. Non capisco proprio

Il formato ideale? Realizzare qualche OAV da 40 o 50 minuti (come Hellsing Ultimate) e coprire tutta la serie per bene.  Lo studio Deen si è già presentato in questa stagione con Sakura Trick facendo la sua bella figura, peccato abbia dovuto azzopparsi con questo progetto mal gestito dal punto di vista dell’adattamento. Non capisco come mai, vista anche l’abbondanza di materiale (il manga sono 5 volumi) lo studio Deen abbia deciso di puntare su puntate da 4 minuti. Scelta che porta a tagli e balzi avanti e indietro nella trama che confondono lo spettatore. Mancanza di budget? Non lo sapremo mai, sta di fatto che questa scelta infelice ha mancato completamente il centro. Sono rimasto deluso dal modo in cui è stata adattata l’opera, ma non dallo stile e dalle animazioni usate che tutto sommato ci stanno.

 

Io lo seguirò fino alla fine, ma visto l’andazzo io mi vedo costretto a chiudere qui la serie di recensioni. Il mio consiglio per voi è quello di leggervi il manga e guardare poi l’anime con l’intenzione di veder animati gli highlights del manga e non un adattamento completo. Ovviamente andandovi a vedere la versione BD-DVD incensurata senza aloni neri sparsi ovunque.

Mi spiace dover terminare questa rubrica in questo modo, ex abrupto. Ma decisamente non si presta ad essere recensita, per formato e adattamento.

 

Se volete continuare a seguirla, mettetevi da parte i link streaming di Anilink. Se volete commentare la serie in toto, passate sul nostro forum. Io qui vi saluto e vi rimando ai prossimi articoli di Kill la Kill

 

 

Commenti (4)

  1. Ho mollato dopo il quarto episodio… Ho provato col manga, ed in effetti, la differenza di qualit notevole. Certo, non mi sento di declamare le qualit di Pupa, ma non si pu negare che il manga risulta molto pi comprensibile e godibile rispetto all’anime. Dato che questa rubrica cessa con questo articolo, ne inizier un’altra? O magari quella su Kill la Kill raddoppier, recensendo gli episodi uno alla volta anzich a due a due?

    1. Kill la kill manterr la sua attuale cadenza e non ho intenzione di iniziare nuove recensioni a fine stagione. Per nuovi anime sar da aspettare aprile.

  2. i 4 minuti van bene solo per gli slice of life xD

  3. Dura solo 5 minuti ma talmente penoso che mi sembrato di perdere tempo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>