Naruto 647 – Recensione

di Ciampax 17

Orfani di One Piece, questa settimana possiamo concentrare le nostre attenzioni completamente su Naruto (per Bleach, aspettiamo esca Fairy Tail!), il quale capitolo mostra dei risvolti alquanto “problematici” a mio parere.

Naruto 647 – Rimorso. Arrivano i 5 Ciclo.. pardon, i 5 Kage; arriva Orochimaru; muore (???) Shikamaru; Tobi fa lo spaccone; i vari Ninja si sentono morire dentro (e tra un po’ pure fuori!); Madara si spara le pose; Hashirama capisce un sacco di cose; Naruto si incavola; Sasuke sembra essere diventato l’eroe della giustizia di questo manga. Fine.

 

Come dite? Che razza di recensione è? E voi mi spiegate che cosa altro c’è da dire su questo capitolo? In sostanza sembra che Kishimoto abbia azzerato tutto quello che ci ha narrato dallo scontro tra Naruto e Gaara dei bei tempi andati, fino alla distruzione di Konoha da parte di Pain. A conti fatti, sembra che ci sia un unico vero cattivo, Tobi, che tra l’altro non sembra neanche tanto convinto di quello che sta facendo, mentre tutti gli altri, a momenti lo stesso Madara, sembrano essere intenzionati a schierarsi contro di lui. Ora, non dico che la cosa non abbia senso, anzi, è anche plausibile. Quello che non capisco è il “modo” in cui si è arrivati ad una tale situazione. Perdonate la franchezza, ma ultimamente troppi individui cambiano idea, fronte, bandiera troppo facilmente (manco fossimo nel Mondo della Politica Italiana) e Kishimoto pare dimenticarsi (oppure non ha idea di come renderlo al meglio?) di raccontare cosa sia cambiato nell’animo di questi individui: sicuramente ci saranno dei colpi di scena e delle rivelazioni in futuro (almeno me lo auguro) ma vedere Sasuke che sembra diventato l’angioletto della situazione, così, tutto d’un colpo, o scoprire che Shikamaru è quasi stato fatto fuori (quando diavolo è successo? Perché Kishimoto non ce lo ha mostrato? La morte di Shikamaru conta meno di quella di Neji?) dall’albero della Vita (o come diavolo si chiama!) così, senza una spiegazione plausibile, fa un po’ seccare. Avrei preferito qualche capitolo di flashback, un capitolo (almeno) in cui per un attimo Kishi concentrasse l’attenzione sugli altri “protagonisti” di questa guerra (senza mostrarceli sempre e solo come comparse inutili!) e, se possibile, anche un paio di spiegazioni più precise da parte di Madara, piuttosto che questa “corsa” senza fiato volta ad arrivare allo “scontro definitivo” (sempre ammesso che sia così). Probabilmente tutto questo ci sarà, a breve, ma al momento Naruto mi sembra essere entrato in una fase per cui la logica di Kishimoto è “Finire ad ogni costo, a prescindere da quello che racconto”. E speriamo che, nello spirito di questa logica, non si dimentichi di Kakashi (il quale sembra relegato in un limbo dal quale non uscirà mai più) visto che una tale gestione del personaggio mi convince, una volta di più, che nella stesura originale dell’autore il Ninja-copia sarebbe dovuto morire già da tanto tempo e non essere presente durante questo confronto finale.

Commenti (17)

  1. Ciao, concordo appieno sul tuo articolo, ma parlando di persone scomparse, dove mister Yamato? non si vede da secoli,,

      1. sta vicino la statua di Hashirama, o meglio le sue cellule, usate per produrre gli Zetsu bianchi. E’ quindi incosciente e immobilizzato.

  2. concordo pienamente per quanto riguarda kakashi. sono ormai 11 capitoli che non viene mostrato e mi sembra alquanto strano, l’unica spiegazione che mi viene in mente che kishimoto non sappia effettivamente che cosa farsene a questo punto della guerra. tutti i personaggi di naruto sono al centro degli ultimi capitoli tranne lui.
    spero che non ritorni dal nulla a uccidere obito, perch sarebbe quantomeno ridicolo visti i precedenti e inutili sforzi di tobirama e minato.

    per il resto trovo curioso che proprio shikamaru, dopo essere stato pi di una volta lodato nel corso della guerra (qualche personaggio ha addirittura pensato a lui come futuro hokage negli ultimi capitoli), stia per morire.
    ovviamente non succeder, non un caso che ci sia proprio tsunade in arrivo!

    kishimoto scrive poi l’ennesimo capitolo del libro: “sakura haruno: il nulla mischiato col niente!”. io accetto completamente l’idea che katsuyu sia incapace di salvare chiunque, per a me sembra che sakura sia avvolta nel chakra del kyuubi, perch diavolo non lo salva lei shikamaru?

    un’ultima cosa: l'”albero della vita” contiene tutto il chakra esistente, di fatto, come detto nel capitolo precedente l’albero il dieci code, quindi a breve obito dovrebbe rimanere senza chakra? forse questo che da a madara la speranza di riuscire a prendere il posto di obito? anche se mi sembra strano che obito possa rimanere senza chakra, credo ce ne voglia parecchio per usare l’albero come strumento per una tecnica ninja.

  3. gli ultimi capitoli di naruto sono stati di un nulla cosmico che spaventa! la piega che sta prendendo da un po’ di capitoli a questa parte da un’idea di svogliatezza mai vista in un opera!
    piccola domanda: ma nella tecnica della moltiplicazione del corpo non bisognava scioglierla la tecnica prima che il corpo originale assorbisse le informazioni della copia? (mi riferisco al primo hokage che ascolta madara) Non credo sia una tecnica di comunicazione particolare perch altrimenti non si spiegherebbe il bisogno di ricorrere alla tecnica di ino. Insomma secondo me kishimoto sta perdendo colpi su tutta la linea: la storia procede ripetitiva, i personaggi si stanno appiattendo sempre di pi fino a diventare delle caricature, e infine anche le tecniche che una volta avevano punti deboli e limitazioni adesso sono poteri alivello degli dei. Ma stiamo scherzando?

    1. mi sembra sia una particolarit dei cloni lignei..anche yamato lo faceva

  4. Totalmente in disaccordo 😀
    Scusa, ma mi sembra che dalla tua recensione Naruto sia uno one shot o che dai tempi di NarutoVsGaara ci sia stato un buco e poi direttamente il 647.

    Innanzitutto Shikamaru non morto, mi pare che Sakura lo stia curando e poi ci sarebbero Karin e Tsunade, volendo. Perch lo mostri gi cos non lo so, mi ha spiazzato, ma dopo una lunga battaglia e l’albero che coglie chiunque non che sia una sorpresona.
    Tobi lo conosciamo da parecchio, ha parlato tantissimo e sappiamo fin troppo bene come la pensa e cosa vuole (e pi determinato di lui non c’ nessuno), quasi idem Madara che ci ha spiegato perch finora se la prendeva con calma e anche Sasuke in quel poco che ha detto (oltre a vari momenti passati da cogliere qua e l) ha fatto capire buona parte delle sue intenzioni, tutt’altro che rassicuranti.
    Poi non capisco il perch percepisci “una corsa verso la fine”: se Kishi avesse voluto accelerare, avrebbe fatto meno flashback e chiacchiere da parte di Tobi e Naruto, meno gag e avrebbe tagliato qualcosina fra Naruto e Minato.

    1. Anche io la penso pi o meno cos.
      Forse sono un po’ fuori dal coro e ripetitivo ma non credo che siamo vicini alla fine del manga.
      Siamo vicini alla fine della guerra, questo si.
      Ho come la sensazione che comprenderemo pi avanti la necessit di questo capitolo che condensa e rimarca concetti probabilmente triti e ritriti.
      Spesso emerso il concetto che nel mondo di Naruto non esistano veri e propri cattivi, almeno non nel filone narrativo principale.
      La maggior parte dei personaggi ha delle posizioni comprensibili anche se non condivisibili, a cui arriva mediante un percorso di vita che passa spesso attraverso le stesse emozioni: sogni, tristezza, disillusione, accettazione/rassegnazione.
      Ovviamente ci sono poi le eccezioni come Deidara, e i due Zombie che uccisero Asuma.
      Tornando al capitolo, al momento ci che pi lampante la volont di rafforzare un concetto e offuscare le reali intenzioni di un personaggio, preparandoci all’assalto finale all’albero della vita.
      Il concetto il “taglio con il passato” rappresentato con Hashirama e Naruto. Il primo, reliquia di un passato il cui eco fa si che comunque lo si definisca dio degli shinobi, non riesce con la logica e le parole a spingere le truppe verso una reazione attiva. Il secondo, pi connesso con le logiche del presente, riesce con il casuale (e secondo me ben preparato) aiuto di Ino a trasmettere i propri sentimenti e a rafforzare la motivazione che spinge tutti a combattere contro i principi di Obito.
      Il personaggio invece Sasuke, intorno al quale Kishimoto sta mettendo sempre pi nebbia. E’ chiaro che ormai l’ultimo uchiha sia diventato uno degli indiscussi protagonisti attivi di questa guerra e che le sue ultimissime azioni potrebbero portare ad una sorta di parziale riabilitazione agli occhi del mondo dei ninja. Ci che non chiaro cosa abbia realmente intenzione di fare.
      Al momento difficile immaginare che intorno al probabile scontro finale Naruto-Sasuke (ci manca solo che il manga non finisca cos!) si costruisca una trama banale basata sul dualismo “vi odio tutti quindi vi voglio uccidere / non voglio che i miei amici muoiano” in quanto palese che i sentimenti di Sasuke siano mutati in una quasi totale indifferenza verso i desideri, le opinioni e le vite altrui.

      1. Concordo con voi sull’analisi del manga, mentre sono in disaccordo con quel che dite sulla fine dello stesso: non credo che una volta finita la guerra potr esserci qualche altra saga, giusto un po’ di capitoli per sistemare le cose rimaste in sospeso e mettere a posto tutti i pezzi, come la profezia dello scontro fra Naruto e Sasuke. Ovviamente mi piacerebbe che non fosse cos, per non so che cosa potrebbe voler dire ancora Kishimoto una volta che Naruto ha unito tutti i ninja del mondo superando le divisioni nazionali. Su quanto manchi alla fine della guerra invece sono ottimista: anche se c’ stato dato il termine di 15 minuti, oltre ai capitoli necessari a colmarli, sono certo che ce ne saranno molti altri ancora dopo il fallimento dello Tsukuyomi Infinito (perch il manga non pu finire con la vittoria di Obito e Madara!).

  5. Non si capisce se Shikamaru sia effettivamente morto, nell’ultima vignetta pare, ripeto pare, che il chakra di Naruto lo avvolga quindi che possa essere ancora vivo. In ogni caso deluso da questo capitolo, non mi piaciuto. 🙁

  6. E’ un capitolo ripetitivo. Riprende le medesime situazioni che vi sono state quando Neji stava per morire/ morto (rassegnazione, pippe mentali di Naruto, Obito che lo punzecchia, ripresa grazie all’intervento di un personaggio, cio Sasuke in questo caso). Insomma non aggiunge nulla di nuovo a quanto gi Kishimoto aveva mostrato.
    Unici punti buoni del capitolo, la “spiegazione” sul piano di Madara e l’arrivo di orociokkolo e kage. Per il resto abbastanza inutile.

    1. Io ancora non avevo letto della “compenetrazione spirituale” tra Naruto e tutti i ninja dell’alleanza, e questa non una cosa da poco. Il fatto che lui si carichi vuol dire che tutti si caricano, se lui si dispera tutti lo fanno, Kishi ci sta dicendo che ora pi che mai Naruto il cemento nelle fondamenta del nuovo mondo Shinobi. L’aveva gi detto? Io non lo ricordo, non credo.

      1. Forse dimentichi il capitolo 644, in cui gi il messaggio era che Naruto era “il cemento nelle fondamenta del nuovo mondo Shinobi”. Tutto quello che voleva comunicare, e le situazioni in cui si trovano le aveva gi mostrate in precedenza, quindi in pratica si ripetuto e non ha aggiunto nulla di nuovo con questo capitolo.

      2. Li era sancito il suo ruolo di guida. Qui una cosa totalmente diversa, viene esaltato il suo ruolo di “profeta”, un altro riferimento alla mitologia cristiana.

        Come Cristo si immolato per tutti sulla croce per espiare i mali dell’uomo e condividere l’eternit, cos Naruto sta portanto sulle sue spalle tutte le sofferenze del mondo ninja con cui sta condividendo gioia e dolore.

        Quindi direi di no, questa cosa non era mai stata sottolineata, Naruto non si era mai connesso a tutti.

        Questa credo sia la “conclusione” o l’avvio della conclusione del viaggio di sofferenza cominciato qui:

        http://www.mangapanda.com/naruto/535/7

        In quella pagina lui sente/vede la sofferenza di tutta l’alleanza, ora il contrario.

      3. Ma difatto si era connesso a tutti anche in quell’occasione. Il messaggio quasi uguale… Colui che guida qualcuno di solito si prende anche la responsabilit per tutti facendosi carico dei mali altrui. Non a caso in quell’occasione i ninja erano messi “male” stavano soffrendo e stavano per essere spazzati via, ma grazie al suo intervento si son salvati.
        Comunque a prescindere da questo, rimane il fatto che la situazione sia stata ripetitiva nella costruzione della vicenda (morte/pseudo morte di un personaggio, abbattimento di morale con annesse pippe mentali, Obito che tenta di scoraggiarlo, intervento di un personaggio e ripresa morale).

      4. Le modalit vero, possono essere standard, semplici, gi viste.. il messaggio per evidentemente inedito. Quella volta lui sentiva loro ma loro erano sordi al suo dolore. Ora no, come se fossero dei fedeli,. ed il loro messia fosse arrivato (come promesso nel discorso al Quarto Raikage Ay). Prima di essere compresi bisogna comprendere e Naruto lo sa, lo ha fatto con Sasuke, Gaara, Nagato, Kurama. Prima che loro potessero ascoltarlo ha dimostrato di saperli ascoltare. E’ un percorso fisso di Kishimoto se ci pensiamo.. se noti per Naruto sta facendo questo percorso con l’alleanza, non con Obito, cosa che mette questo personaggio su un livello diverso e cosa che mi fa credere che non si ravveder mai. Per fortuna aggiungerei.

        Comunque su Shikamaru aspetterei a darlo per spacciato, non ha avuto il “suo” flashback pre-morte come tutti (anche i cattivi) quindi direi che ancora presto.

  7. Completamente in disaccordo con te Ciampax..il capitolo sar ripetitivo e noiosetto..ma le critiche sono insensate..cosa vuol dire che Kishimoto ha azzerato la storia da Naruto-Gaara? Come si fa a dire che tutto una corsa alla fine? cosa vuol dire che Tobi non convinto di quello che dice?del cambiamento di Sasuke si pu discutere..ma non per niente diventato un angioletto e l’abbiamo visto i capitoli precedenti..e poi chi non cercherebbe di salvarsi la vita davanti alla fine del mondo?

    Sinceramente mi sembra che ad essere ripetitive siano le critiche..vi sono ben altre critiche che vanno fatte a Kishimoto..quelle che hai fatto tu sono illazioni senza alcuna motivazioni (di alcune non si capisce nemmeno cosa tu intenda dire sinceramente) come l’ennesimo riferimento alla mancata morte di Kakashi per scelte editoriali.
    A me sembra che Kishimoto abbia fatto raramente fan-service e per un pianificatore come lui (l’hai ammesso pi volte tu stesso) un cambio di programma in corsa non sarebbe affatto usuale..
    In compenso il capitolo non piaciuto molto neanche a me..ma da qui a dire che cambiata tutta la logica del manga..ne passa di acqua sotto i ponti (soprattutto pensando a tutti i flash-back di questo capitolo che lo legano a tutta la storia di Naruto).
    Le critiche sono sempre legittime ma almeno devono essere motivate..anche se dettate dal semplice gusto personale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>