Kill La Kill – Recensione [19-20]

di Kirisuto 14

Trama:

Episodio 19 – Simulcast Daisuki

Episodio 20 – Simulcast Daisuki

 

Commento: E come supponevo la scorsa volta, ci ritroviamo sotto la dittatura delle covers a un mese di distanza della battaglia all’Honnouji. E alla domanda come mai nessuno nell’intero Giappone reagisca a questi abiti che cercano di prendere il controllo della nazione giunge una risposta semplice ed efficace: la biofibra agisce sul sistema nervoso e tutti gli abiti confezionati dalla Revocs (che detiene il 99% del mercato mondiale dell’abbigliamento) hanno una minima quantità di biofibra all’interno. La manipolazione mentale è scontata. Com’era anche prevedibile che i 4 Leader si unissero alla Nudist Beach, visto il loro opporsi a Ragyo sulle orme di Satsuki. Mi ha fatto piacere che, nonostante tutto, ci sia sempre spazio per quel romanticismo sguaiato e al contempo dolce tra Mako ed Ira. Ho trovato ingegnosa e “naturale” la spiegazione su come funzionino le covers (con filo e con umano, come a dire con presa elettrica e a batteria). Era anche prevedibile l’ostinazione di Satsuki, personaggio che da inizio serie si è sempre distinta per determinazione e forza di volontà alimentate da un motivo su cui poi avremo da discutere un po’. Ci si è sempre chiesti come sarebbero stati gli aspetti di Ryuko e Satsuki se si fossero scambiate le kamui, e siamo stati accontentati.

Tutto ciò per dire cosa? Lo studio Trigger ci ha mostrato sempre scelte narrative, facili, prevedibili e lineari che però vengono proposte con tempi narrativi e farcite di elementi tali da risultare esplosive. Un lavoro enorme che riscuote il meritato successo incollando parecchi spettatori di fronte al simulcast. C’è una sola cosa in cui lo studio di animazione potrebbe fallire, come dicevo l’altra volta: il finale. E personalmente mi spaventa più l’idea di un finale mediocre che uno brutto. Ma per ora, mi fido.

 

Prima di passare all’analisi dei punti principali dei due episodi ci sono due punti, legati tra loro, che vorrei trattare. Io per ora le vedo come incongruenze, ma suppongo che siano gli ultimi punti oscuri del passato su cui si dovrà gettare la luce.

Nei vari flashback ci viene mostrato/detto che Ragyo e Soichiro sperimentano la fusione con la biofibra su Satsuki quando questa ha un anno; questa fallisce e Ragyo decide di ritentare con la secondogenita che dovrà nascere da lì a nove mesi, Ryuko. Sappiamo anche che Soichiro recupera Ryuko dalla spazzatura, fugge, viene “ucciso” e cambia identità prendendosi cura di Ryuko fino a che non la metterà in istituto (supponiamo attorno ai 5 anni). La questione è: come fa Satsuki ad aver parlato con suo padre Soichiro all’età di 5 anni (età in cui riceve la “missione”) se, stando a quello che sappiamo, cambiò identità quando lei ne aveva 2 se non 3? Le possibilità sono ristrette: Ragyo ha modificato la memoria di Satsuki (ma non vedo il perchè), Soichiro si è infiltrato nella magione dei Kiryuin per parlare con la figlia facendosi riconosere da lei in qualche modo oppure quello che Satsuki credeva suo padre non era suo padre. In quest’ultimo caso si entrerebbe di nuovo nel campo della speculazione su Aikuro Mikisugi, che sembra dannatamente simile a Soichiro (fratelli?).

Poi trovo delle incongruenze anche nella figura di Nui Harime, nata direttamente da un utero di biofibra ma dalla forma umana. Logica vuole che lei sia il terzo tentativo di Ragyo; fallito con Satsuki e con Ryuko con due metodi che prevedevano di partire dall’uomo per ottenere la fusione con la biofibra, con Nui si è  partiti dalla biofibra per ottenere un essere umano. Il risultato è evidente, ma Nui sembra più adulta dell’età che dovrebbe avere e per di più parla di se stessa (in alcuni punti) più come di biofibra che di essere umano. Ragyo non ha mai preteso di avere controllo su di lei e la tratta da sua pari e mi viene da fare il paragone con quei trashosissimi film sulle invasioni aliene in cui c’è l’umano di potere che decide di allearsi con gli alieni (Ragyo) e viene affiancato da un emissario degli alieni per controllare che non faccia cagate e non li tradisca (Nui). Di solito in quelle situazioni l’emissario ammazza l’umano perché s’è montato un po’ troppo la testa per i fatti suoi, chissà…

Un altro dubbio che permane legato a Ragyo, Nui e Soichiro è il seguente: chi ha confezionato Junketsu? Sappiamo che è compito di Nui  confezionare abiti e biofibre (anche visto il nuovo kamui definitivo in preparazione) ma, vista la cronologia, quando a Satsuki viene mostrato Junketsu, Nui non poteva avere più di 2 o 3 anni. Allora le cose sono tre:  lo sviluppo fisico di Nui è stato rapidissimo (del tipo che dopo tre anni era già un’adolescente e ha creato Junketsu), la kamui bianca l’ha creata Soichiro prima ancora di iniziare a sperimentare la sincronizzazione con le figlie oppure l’ha creata la biofibra primordiale, ma tale opzione mi sento di escluderla visto anche il processo di preparazione di una Kamui necessario (vedasi Senketsu o la kamui definitiva).

Shinra Koketsu – la kamui definitiva

Devo ora parlare dello stravolgimento più grande avvenuto all’interno della serie: il ruolo del protagonista. Da quando c’è stata la gita di distruzione Satsuki è partita da villain, passando per aiutante del protagonista e diventando co-protagonista assieme a Ryuko. Parallelamente c’è stato il passaggio da completa estranea a sorella. E a mio avviso il primo è anche causa del secondo.

Certo, voi mi direte che l’obiettivo di Satsuki è sempre stato quello di uccidere la madre ma con l’epifania del legame di sangue è percepibile anche un mutamento di approccio della ragazza nei confronti della sorella minore. Emerge un sentimento di responsabilità che prima non esisteva ed evidente nell’ultima sequenza dell’episodio 20. La ragazza contraddistinta da un orgoglio d’acciaio si presenta, ancora con uno straccio addosso, di fronte al secondo suo più grande nemico per chiedergli aiuto nel fermare la sorella. La cosa più naturale che possa accadere è che dopo il combattimento giunga la rappacificazione finale delle sorelle, per poi mirare assieme alla madre. E ciò avverrà, di sicuro, ciò che non sappiamo sono i tempi e i modi. A coronazione di tutto il mio discorso precedente sul riscoperto legame di sangue mi aspetto un abbraccione da parte di Satsuki e un bel monologo in tema su come Ryuko non sia “un mostro di biofibra” ma sua sorella ecc. Un bel discorso strappalacrime che, prima del climax finale, ci sta sempre bene.

 

Piccola domanda per voi: come mai Junketsu assume diverse forme in base a chi lo indossa? Secondo voi dipende dall’indossatrice? Dal rapporto dell’indossatrice con l’abito? O dalla “purezza” dell’indossatrice? Perché, se notiamo, Junketsu copre una porzione sempre maggiore di corpo e vista la sua funzione di abito da matrimonio non vorrei che le cose fossero collegate. A meno che non sia solo estetica, ma dubito.

 

Giunge poi la questione del dopo. Non rimangono molte strade aperte: o Satsuki riesce a far rinsavire Ryuko o dovrà metterla KO facendo a pezzi Junketsu. E sono molto indeciso su quale sia più probabile.

Nel primo caso ci ritroviamo di fronte a Satsuki – Senketsu e Ryuko – Junketsu che si scontrano contro Ragyo – kamui definitivo. Ma non posso fare a meno di pensare al fatto che Nui stia cucendo il kamui definitivo per Ryuko stessa. Potrebbe accadere che Ryuko perda Junketsu (fatto a pezzi da Satsuki) e indossi il kamui definitivo per poi ribellarsi solo all’ultimo.

Non lo so. L’unica cosa che so è che ogni episodio è esponenzialmente meglio del precedente.

Commenti (14)

  1. Ottima recensione, come al solito ma ti volevo far notare se gia non lo sapessi che il kamui finale o come vogliamo chiamarlo molto simile al mecha utilizzato dal capo degli antispiral a gurren lagann, pu essere che sia richiesta la collaborazione sia di ryuko che satsuki per farlo funzionare? Altra cosa, ho notato un buco nella trama riguardando gli episodi 1 e 2, nel 1 episodio ryuko non ha il guanto rosso che riceve nell’ep 2 per si trasforma comunque senza problemi invece nel 15 o 16 ep ( non ricordo quale dei 2) scopriamo che senza il guanto l’energia trasmessa dalla biofibra non circola nel kamui. Che ne pensi?

    1. Nel corso degli episodi abbiamo visto che una cosa la trasformazione e una cosa la sincronizzazione. Satsuki sa trasformarsi ma non sincronizzarsi, mentre Ryuko col guanto riesce a sincronizzarsi. Quando si nota la sincronizzazione? Generalmente quando Ryuko ha i capelli luccicanti di rosa e le fasce di Senketsu sempre fosforescenti.

      Ryuko prima del guanto riesce a trasformarsi ma non a sincronizzarsi. Generalmente, per, quando Ryuko si trasforma lo fa senza passare per la semplice trasformazione ma andando direttamente al punto.

      Per quanto riguarda la somiglianza, s. Se ne era accennato sul web. Pi che la collaborazione tra le due (perch cmq Nui parla di una sola indossatrice) io temo per come possa essere indossato, viste le dimensioni (decisamente enormi per un abito).

      1. Non ci avevo pensato, e io che pensavo di aver trovato qualcosa di interessante D: , poi stavo riflettendo sulla domanda che hai posto tu riguardo a junketsu, credo dipenda dal rapporto tra l’abito e l’indossatrice e credo che troveremo la risposta nell’ep 21 quando vedremo senketsu su satsuki, se ha la stessa forma che prende quando vestito da ryuko vuol dire che comunque collaborano pacificamente se diverso allora non sono in sincronia al 100%. Ho pensato sul kamui finale e quando Nui dice che Satsuki verr divorata dal suo capolavoro mi viene un p da pensare che non necessiti come le covers di una “batteria” per funzionare?

      2. Oppure che Satsuki finisca in Berserk come Ryuko nel primo combattimento contro Nui.

      3. C’ un’altra cosa che non mi chiara nell’anime, perch anche se nui si rigenere perch fatta in parte di biofibra, l’occhio non si rigenerato? Ok perch magari la forbice annulla l’effetto, resta il fatto che la ferita al cuore si rigenerata subito senza problemi.

      4. Ne discutevo oggi con Regola. Sospetto dipenda dal fatto che la ferita all’occhio sia stata causata da entrambe le lame della forbice. La differenza di composizione pu essere (forse) riscontrata nel colore; l’effetto di annichilimento totale della biofibra potrebbe dipendere dalla combinazione delle due parti. La sola forbice rossa pu danneggiare e tagliare la biofibra e portare ferite mortali, ma impedire la rigenerazione no. Ma son tutte ipotesi.

      5. Siete dei geni assoluti, mi avete fatto venire un sacco di cose in mente sto un p girando per gli episodi cercando indizi vari

  2. Grazie per la recenzione da sempre ottimi spunti!
    Per l’occhio di Nui quando viene tagliato la spada forbice era gi divisa in due, a meno che questa non venga considerata un tutt’uno quando i due pezzi sono in mano allo stasso proprietario.
    Per Ryuko credo che torner in se uccidendo mako visto le premesse e quel vecchio messaggio subliminale avvenuto qualche episodio f!

    1. ho rivisto la scena di quando isshin colpisce nui e si in effetti sono gia divise le lame, quindi penso o hanno effetti diversi o come hai detto tu basta che siano in mano alla persona, boh comunque di quale messaggio subliminale stai parlando? forse non me ne sono accorto D:

      1. Nell’episodio 7, quello quando a Mako viene data la divisa a due stelle, in un immagine si legge “21 I DIE” potrebbe essere una stupidaggine, ma visto il vizio di far morire i protagonisti che hanno avuto in Gurren Lagann non lo darei per scontato anche per come si sono messe le cose…

        https://i.imgur.com/QQbcdsb.png

      2. ho finito ora di piangere per colpa di un anime non voglio versare altre lacrime per il mio preferito D: no pls no

  3. Gran bell’articolo. Sar sincero, tante delle domande che hai posto non le avevo nemmeno considerate, quindi grazie per gli spunti!

  4. perch non ha la forbice completa ora che quuel che ?

    1. Risposta nell’episodio 21.
      Ragyo e Nui non si son fidate a darle l’altra met nel caso potesse ritornare dalla parte dei Nudist Beach.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>