Gonzo taglia tutto, la crisi economica si fa sentire

di Redazione 5

Con colpevole ritardo pubblico un articolo di Bokas… GDH, la grande azienda di cui fa parte lo studio Gonzo, ha annunciato che nell’ultimo meeting dirigenziale è stato deciso di iniziare una completa ristrutturazione e di ridurre gli anime in produzione per il prossimo anno fiscale da 8 a 4.

La compagnia attualmente produce anime attraverso 4 delle sue divisioni; il progetto sarebbe quello di fondere tutti gli studio interni in un unico soggetto, e di ridurre la mole di lavoro complessiva. GDH non ha ancora specificato su quali titoli continuerà a lavorare e quali saranno sospesi. Tra i titoli annunciati nel 2009 c’erano The Tower of Daruga – The sword of Uruk, Slap up Party – Arad Senki, Shangri-La ed Alive – Saishu Shinka teki Shonen, oltre ad Afro Samurai: Resurrection (la cui messa in onda è prevista per gennaio negli USA, e quindi prima dell’inizio del nuovo anno fiscale), Linebarrels of Iron e Rosario + Vampire Cap2, che però hanno già fatto il loro debutto sulla televisione giapponese e devono essere soltanto portati a termine.

GDH con questa ristrutturazione conta di risparmiare una cifra stimata tra 1.100.000 e 2.000.000 di euro tra stipendi, affiti, costi manageriali e di sistema. Nel frattempo Yamato Video alla scorsa fiera di Lucca, che si è tenuta ad inizio mese, ha annunciato che porterà diversi nuovi titoli GDH-Gonzo in Italia: Dragonaut, The glass Fleet, Peace Maker – Gli ultimi samurai, Pumpkin scissor, red garden, Romeo x Juliet e Stigma of The Wind.

Non credo sia un male risparmiare qualche milione di euro tuttavia dovremmo preoccuparci di fronte a questa situazione oppure semplicemente stiamo esagerando? Forse la produzione di troppi anime e le spese esagerate sono giunte al termine?

Commenti (5)

  1. speriamo solo che non ne risenta la qualit…..almeno quella. La quantit di anime che possono produrre limitata dalle spese, quello ovvio…speriamo sfruttino i soldi risparmiati per innovarsi ancora :ninja:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>