Gli Inguardabili – Saint Seiya Omega (1/2)

di Regola 29

È mercoledì, è quel giorno della settimana in cui Gli Inguardabili, inesorabile e preciso come un boia esce, e questa settimana il tema trattato è bollente: Saint Seiya Omega. Nell’aprile scorso ero tra quelle persone che aspettavano con entusiasmo questa nuova produzione della Toei Animation, che per certi versi ha fatto la storia dell’animazione giapponese, e mi bastarono un paio di episodi per farmi un’idea chiara… francamente, ho reagito alla visione di questa serie con improvvisi scoppi d’ira che mi hanno reso intrattabile per ore. Consuetudine de Gli Inguardabili è sempre quella di presentarvi serie che sono riuscito a vedere più o meno integralmente per darvi una visione d’insieme: questa volta, siate comprensivi, vista la mole di episodi (usciti 40 sui 52 annuncianti, alla stesura dell’articolo) non ho avuto modo e voglia di visionare direttamente tutto il materiale. Più di cinque preziose ore del mio tempo però gliel’ho dedicate… e ne è uscita fuori una trattazione talmente lunga che ho dovuto dividerla in due parti.

(Per questioni di popolarità userò nomi e termini in italiano qualora esistenti.)

Koga Pegasus.

Tagliamo la testa al toro e arriviamo immediatamente al nocciolo della questione, mi sono già preparato ad alcune delle obiezioni che potrei ricevere. Saint Seiya Omega è indubbiamente un prodotto per bambini (fascia 8-11) e per come tale alcune delle mie pesanti critiche potrebbero sembrare eccessive, ma qualcuno deve pur dire qualche parola in difesa dei “bambini di 30 anni“, che alla visione di questa serie si sono visti un mito strappato dal cuore e fatto a pezzi in una tale brutale maniera che l’Eclissi di Berserk in confronto pare una gita scolastica allo zoo. Bambini lo siamo stati tutti, e non penso di essere l’unico a fomentarsi quando con la mente ritorno alle storie di Pegasus e soci, tornando a quei tempi in cui tante cose erano più semplici, chiare e dirette, e non credo che ci si possa permettere tanto solo perchè non ci sono idee o spunti per creare miti in questo secondo decennio del ventunesimo secolo: almeno avrebbero potuto chiamarlo in un altro modo (tipo Star Knight War o giù di lì), magari lo avrei apprezzato. Il fatto che sia un prodotto per bambini inoltre non giustifica la mancanza di qualità in determinati aspetti: ogni fascia di ascoltatori merita che i propri prodotti siano sopra uno standard qualitativo minimo.

Eccovi un esempio del character design dei protagonisti: si commenta da se. (Più che altro non ho voglia di cercare sinonimi di “brutto”.)

Kurumada è un genio, dopotutto. Stando a dichiarazioni ufficiali non ha preso parte alla produzione di questa serie animata e sebbene qua e la si vociferi che abbia dato qualche contributo, io non ne ho trovato nessuno ufficialmente confermato: si è limitato a dare il consenso per la produzione della serie, incassare denaro per i diritti, nel caso pertanto che non vi fosse stato apprezzamento (anche se a quanto pare è al terzo posto per lo share nella Tv Asahi che la trasmette) lui non era da ritenersi responsabile. Ma che il marchio Cavalieri dello Zodiaco fosse stato negli anni vittima di maltrattementi e abusi non è certo una novità…

Con tavole come queste a momenti vuoi quasi crederci, farti ingannare, usare e poi gettare via…

Perchè, quando eravamo più piccoli, siamo stati conquistati da questo cartone animato?

Sinteticamente parlando, per tre motivi: la dinamica narrativa sempre molto simile ma in qualche modo trascinante; le armature e le varie scene di vestizione; lo spettacolare adattamento e doppiaggio italiano. Tralasciando il terzo, per ovvie ragioni, ci si aspetterebbe di trovare i primi due in Omega, ma così non è, le armature sono brutte e non sembrano neppure di metallo; i combattimenti non hanno niente a che vedere con quello che erano nella serie originale. Certo, i personaggi cadono a terra tanto, ma perlopiù ci restano: non c’è nemmeno una briciola di quell’eroismo dei bronzei che si rialzavano sofferenti di fronte a un nemico invincibile; non c’è lo sgomento e il monologo del buono, esterrefatto per esser stato atterrato, o del maligno, incredulo per il miracolo avvenuto. I combattimenti, che dovrebbero poi essere il momento di punta dell’episodio, non sono per niente belle, animati male e rovinati da un continuo e pesante “copia/incolla” di cinematiche realizzate una volta e tenute per sempre. Ovviamente la vittoria si ottiene sempre facendo bruciare il Cosmo, ma con queste premesse potete star certi che la scena trasmette ben poco in quanto a emozioni.

Questo tizio dovrebbe essere un tale Cavaliere del Delfino…che per farsi l’armatura deve aver trovato solo colla e cartone, direi.

Almeno ci sarà un bella storia… è Cavalieri dello Zodiaco! Tutto quello che dovrebbero fare è correre su scalinate, affrontare complessi discorsi filosofici sul servire Atena e vincere dopo aver subito per tutto lo scontro. Comunque, il nostro protagonista Koga, dalle origini misteriose è allenato da Tisifone dell’Ofiuco (in persona) sotto la supervisione di Lady Isabel…che nonostante il passare degli anni è ancora un’adolescente in fiore. Koga non sa perchè deve imparare a usare il Cosmo e diventare un Cavaliere, ma per sollevargli il morale Atena gli consegna una gemmina proprio l’istante prima della comparsa di Marte, il cattivo di questa storia. Questi aveva già attaccato Lady Isabel anni prima, ma era stato fermato da Pegasus (che indossava l’armatura di Sagitter) il quale risulta ora disperso: dato che non c’è il vecchio protagonista l’acerrimo nemico, dio della guerra, riesce a catturare Atena nonostante Koga indossi l’armatura del pegaso presente nella gemma e cerchi di fermarlo…ricordo, a questa scena di aver urlato “ridatemi quei bellissimi scatoloni”. Così Koga parte per il mondo con l’obiettivo di salvare Lady Isabel, e conosce in questo modo altri Cavalieri: il primo è il Cavaliere di Bronzo del Leone Soma. Ioria, cos’avrai fatto di male al prossimo…

Il cattivo, Marte, e Pegasus, che di tanto in tanto ricompare sollevando il morale degli spettatori.

L’amicizia tra Koga e Soma sarà uno dei temi principali della prima parte. Questi, dopo una scaramuccia con un sottoposto di Marte lo porta alla Palestra, luogo istituito da Atena dove i giovani si addestrano per diventare Cavalieri: una scuola dove studi come usare il tuo Cosmo nel migliore dei modi, perchè le cose non sono più come lo erano tanti anni fa. Infatti, insieme alle gemmine e alla degradazione da un metallo a un altro pare che i Cavalieri abbiano oggi acquisito poteri elementali. Ed è così che in pochissimi minuti Omega diventa un’immane scopiazzo di Naruto. Acqua batte fuoco, fuoco batte vento, vento batte fulmine, fulmine batte terra, terra batte acqua, poi ci sono oscurità e luce: tutto ciò è reale, e pressochè insensato. Ne risulta però che gli scontri sono diventati perlopiù un lanciare grosse quantità del proprio elemento verso l’avversario pregando per la vittoria. A scuola Koga conoscerà altri Cavalieri, tra cui Yuna dell’Aquila e Ryuho del Drago (il figlio di Sirio, ma lasciatemi continuare con la trama), e insieme decideranno chi per un motivo e chi per un altro di partecipare al prossimo torneo tra Cavalieri, il cui premio è un’udienza con la Dea Atena e la promozione a Cavaliere d’argento. Anche in Omega c’è crisi, una volta se vincevi un torneo ti davano un’armatura d’oro.

Il primo incontro tra Koga e Yuna, che cerca di ucciderlo. Mossa sensata.

Dopo un esame chuunin, in cui collaborando fra loro i personaggi devono arrivare in un punto prestabilito dai docenti attraversando una landa irta di pericoli, e una terza prova interrotta da Oroc… scusate, dal preside che si scopre essere il possessore dell’armatura di Capricorn (segretamente alleato con Marte), la parte introduttiva della storia finalmente finisce. Koga viene catturato quando scopre che l’Atena di cui si parla non è Lady Isabel, ma una tizia sconosciuta che Marte vuole usare per distruggere il mondo, e si salva grazie al Cavaliere Ninja Haruto del Lupo che entrerà a far parte del gruppo dei regolari. Da quel momento in poi l’obiettivo è chiaro, bisogna fermare Marte che da troppo tempo manipola il mondo dei Cavalieri e ha la maggior parte dei dorati al suo servizio…

Ecco a voi Capricorn, che invece di pugnalarti con Excalibur (che dovrebbe essere nell’Armatura del Dragone, ma lasciamo stare…) come ogni preside che si rispetti ti abbatte leggendo frasi dal suo libro magico…

Voglio essere sincero con tutti voi. In fondo (ma molto in fondo) la trama ha tutto quello che dovrebbe avere una saga di Cavalieri dello Zodiaco, è anche fortemente citazionista della serie originale in alcuni momenti. Ma la somma di tutti gli elementi è tanto disordinata e mal gestita da aver reso la visione di quella quindicina di episodi fastidiosamente irritante (dopodichè mi sono limitato a leggere riassunti qua e là e visionare personalmente alcuni punti). Continuerò la settimana prossima, analizzando più approfonditamente gli elementi presenti, dopo avervi dato ques’oggi un’infarinatura generale. Come sempre ringrazio coloro che hanno la pazienza di leggere le mie folli recensioni, e ricordo sempre che altri potrebbero trovare di gradimento ciò che non apprezzo, ma con Saint Seiya Omega il trauma è stato tale che ho deciso di non usare mezze misure.

A mercoledì prossimo, con Gli Inguardabili di Regola!

Commenti (29)

  1. inguardabile.
    un insulto a tutti coloro che sono cresciuti guardando le avventure di seya e degli altri quattro cavalieri di bronzo

  2. ahahahahahah! par s na cagata pazzesca! la prossima volta ti consiglio di andarci gi ancora pi pesante! non preoccuparti! ahahahah! a mercoled!

  3. “Anche in Omega c crisi, una volta se vincevi un torneo ti davano unarmatura doro.”

    AHAHAHAHAHAHAHAH!!!!!

  4. Sei stato fin troppo buono… parola di chi li ha visionati tutti al solo scopo di vedere dove vogliono arrivare.
    Sono stati capaci di far peggio dell’animazione dei Chapter Inferno ed Elisio, e del Lost Canvas… e dire che si poteva considerare davvero ardua come “impresa” :angry:

    1. ehi, io non ho ancora finito, questo solo il primo round! D:

  5. questa sembra proprio una bestemmia animata su ruote, dannata sindrome di Pokemon/Ben 10

  6. La cosa pi bella che rimane di Omega sono le (poche) recensioni di Alessandro “DocManhattan” Apreda

    1. conosco, ne ho lette alcune 🙂

      1. Ma anche lui ha ceduto dopo alcune puntate… 😀

  7. Voce fuori dal coro…per me non cos brutto!
    Non cos brutto anche in considerazione del fatto che la serie originale non tutto questo capolavoro.
    Prova a riguardarti la serie originale se ci riesci, battaglie interminabili, Seiya che si rialza 375000 volte, mosse che si ripetono milioni di volte ecc. anch’io quando la guardavo da bambino, la guardavo con estrema ammirazione ma avevo 7/8 anni, adesso non mi sembra pi questo granch e mi piace pi che altro ricordarla.

    Concludo dicendo che la migliore serie legata a Saint Seiya sia il Lost Canvas, peccato che lo abbiano interrotto!!!

    1. La serie originale l’ho rivista un’annetto fa (era mosso da strane voglie, puntualmente torno sempre sui grandi classici comunque) e non mi pesata poi cos tanto. Canvas non mi piacque la storia di per se, ma lessi il manga, senza averla vista non potrei dare un giudizio sull’anime.

      1. Ti consiglerei di guardarla, peccato che si ferma alla seconda stagione!

  8. Quando avevo letto l’annuncio di Omega ero davvero pessimista. Non mi aspettavo nulla di buono da amante della serie classica. Tuttavia ho iniziato a guardarlo.

    Devo dire che s, ha un sacco di difetti come serie (difetti di cui nemmeno il tanto osannato Saint Seiya originale ne era sprovvisto -e lo dico con tutto l’amore di questo mondo-), tuttavia ha di buono che, anche se in modo abbastanza ingenuo, tenta di “prendere per mano” sia i nuovi, e piccoli, fan che quelli vecchi.

    Per quanto mi riguarda i primi episodi mi sono discretamente piaciuti e per lo meno mi destavano curiosit. Poi il mio interesse drasticamente calato, nell’arco di episodi che coincidono con quelli di questa recensione. Colpa di personaggi come Haruto il ninja-cavaliere (seriously?), Ionia di Capricorno e anche un po’ il cavaliere del Leone.
    Tuttavia!
    Ho continuato a seguire la serie, e nonostante una mole non indifferente di episodi completamente inutili e mal scritti, ci sono stati anche episodi molto molto buoni. Poi l’attuale ciclo di episodi sulle case dello zodiaco ha tirato su la qualit dell’intera serie. L’episodio 40, senza fare spoiler, riuscito a ricreare quel pathos della serie classica e mi davvero piaciuto.

    Altro punto a favore per la serie Eden, cavolo, il novello Ikki della situazione, non a caso.
    Anche Kouga ha un netto miglioramento. Da apparentemente inutile, sacrificabile e persino un po’ irritante durante la serie cresce e diventa pi che sopportabile (ma d’altronde pure Seiya all’inizio lo odiavo).

    Per il resto… le armature-tutine con gemma che ti fa trasformare manco fossi una Pretty Cure (e il paragone non poi cos lontano) trovano una spiegazione per lo meno accettabile nel corso degli episodi che giustifica anche certe “azioni” dei personaggi della serie classica.

    Avrei ancora molto da dire, ma concludo qua il mio discorso dicendo che, per quanto possa considerarsi un’operetta ingenua fatta per vendere, non da buttare, tantomeno non inguardabile.

    1. Prendi in esame alcuni punti che tratter nella seconda parte. Come usavo ricordare nei primi appuntamenti (poi ho smesso perch mi sembrava ripetitivo) una delle caratteristiche de Gli Inguardabili che si basa su un metro di giudizio personale, che cerco rendere il pi obiettivo possibile. Ogni appuntamento pertanto tematico, ha una sorta di idea di fondo, questo legato al mio essere (e penso di non essere l’unico) fan di determinati prodotti dell’animazione giapponese dagli anni 80… inguardabile quindi, giustamente da un mio punto di vista. Cerco di evitare che sia un soliloquio, comunque, presentando soprattutto uno stile di scrittura che cerco di rendere al contempo fluido e accattivante, ma il succo rimane sempre lo stesso: alla fine per capire se una serie capire se piace o meno va vista, e con questi miei deliri credo perlomeno di fornire indicazioni. Sono sempre contento inoltre dei vostri commenti, soprattutto quando contrari alla mia visione, perch completano le mie recensioni presentando elementi visti da angolazioni diverse.

      Rimane il fatto che come dici te ci sono stati alcuni episodi buoni…ma una mole di puntate inutili: ha davvero senso guardare qualcosa con la premessa “forse quest’episodio interessante”. Se si appassionati di animazione in generale come il sottoscritto forse si (io guardo davvero di tutto), ma sono dell’idea che ci siano tanti lavori migliori che meritano di vedersi dedicati 25 minuti per episodio.

      Per quanto riguarda, inoltre, l’essenziale limite di questa Rubrica (il fatto che molto dipende dai miei gusti), sto lavorando anche su questo: la mia idea e rimarr sempre di sfruttare questo spazio per parlarvi di cose che normalmente non verrebbero trattate, magari in modo piacevole.

  9. Ciao volevo farti i complimenti per la rubrica essenzialmente per come scritta, visto che non ho mai visto nessuno degli anime che hai recensiti e non ho intenzioni di guardarli. A me sinceramente Omega sta piacendo, ma non dico che la serie sia esente da difetti, anzi le cloth o come le indossano o il fatto degli elementi lo sono, ma secondo me non molto rilevanti. Alcuni difetti che tu citi come quelIo dei disegni o degli scontri, per me personalmente non lo sono. Lo stile di disegno nel manga di Kurumada molto semplice, come anche in Omega nel quale, anzi, apprezzo sempre di pi i duelli, molto ripetitivi invece nella serie classica. Cose che mi sono piaciute sono la caratterizzazione dei personaggi, sia nemici che buoni, e il fatto che l’aspetto e molte tecniche dei saint rispetto a quelli della serie classica siano state cambiate. Devo dire che a mio avviso ci sono anche tutti quegli elementi che citi come il fatto di rialzarsi sempre nonostante tutto e il voler salvare Atena ad ogni costo e anche un po’ di quell’epicit, forse pi avanti nella serie rispetto a dove penso di aver capito tu sia arrivato.

    1. (Come sopra)
      Sostanzialmente sono informato, e ho visto i punti salienti della storia, fino all’episodio 40. Ovvio come dico, che avrei dovuto vedere tutto per bene, ma non ho solo Saint Seiya Omega da seguire, per intenderci. Ho lavorato a questa recensione, oltre la visione, con una ricerca di informazioni, comparazioni e sguardi rapidi agli episodi per circa due settimane, continuare mi sarebbe risultato impossibile, e vi assicuro tremendamente faticoso.

      Grazie per i complimenti.

  10. Mi hai tolto qualsiasi dubbio sul se guardarlo Regola! :biggrin:

  11. E’ davvero uno schifo, e hanno pure fatto di tutto per far imbestialire i vecchi fan, le armature nelle gemme?
    I poteri elementari?
    Cavalieri donna col viso scoperto?

    Poi metteteci una trama banale, comprimari poco carismatici e una bruttezza imbarazzante delle armature, ed il gioco fatto.

    NON PERDETE TEMPO A GUARDARE QUESTA ROBACCIA

  12. La cosa che meno sopporto di questo anime l’essere completamente scollegato dalla storia che conosciamo noi. Come fa Pegasus ad essere ancora vivo (o almeno non in coma) dopo essersi beccato in pieno la spada di Hades? Perch i cavalieri d’oro sono cattivi di default ? Perch i vecchi saint hanno il problema di quelle macchie nere (la maledizione che becca solo persone di una certa et?!? o.O”).
    Che dio Marte? Non si segue la tradizione Greca e non quella romana ?! Perch vestito da Gabbibo e non si reincarnato in un umano come fanno tutti gli dei perbene? Perch le armature si possono regalare come se fossero gradi militari? Perch le armature sono diventate cos tutine attillate alla Sailor Moon? Perch Atena (quella che conosciamo noi) non conta una pippa ? A cosa servita tutta la prima parte dell’anime dove si andavano raccogliendo le “powerstone” ?! Perch Cristal (Hyoga)l il cigno ancora non si fa passare la fissa per la mamma ? Perch il settimo senso si raggiunge credendo semplicemente in se stessi e non beccandosi 15 pugnalate da scorpio 22 craniate in faccia da Aldebaran 2 Giri di Galaxian Explosion 4 Giorni nella Freezing Coffin e 3 ore ininterrotte di “C’ posta per te?” Perch si chiama Saint Seiya se il Saint Seiya morto? Perch Seiya l’unico che ha ricevuto l’armatura d’oro fra la sua combriccola di amici (vuoi vedere forse che andarsene con il pi alto in grado da i suoi frutti) ? Insomma tutte domande alle quali non avr mai risposta !

    1. per la risposta alla tua prima domanda devi guardare l’OAV dei CdZ contro i cavalieri Lunari 😉

  13. d’accordo su molti punti.
    Le cose pi ridicole per me rimangono:

    1) Le trasformazioni alla pretty cure/ Sailor Moon. Manca solo un: Per il potere del cristallo di Luna, vieni a me!
    2) scontri elementali alla Naruto o (come avevo subito pensato) alla pokemon
    3) Silente, cavaliere di Capricorno, col suo libro Magico e la scuola di magia e stregoneria di Hogw…. Palestra/Palaistra (strano tu non abbia citato Silente e Hogwarts :p)
    4)al di l delle trasformazioni, le armature sono pi brutte di per se.
    5) capisco che dovessero togliere di mezzo gli ormai onnipotenti ex bronzini…. ma proprio quello schifo di cosmo nero/oscuro/comecavolosichiama dovevano usare? peggio di tutti i vecchi rapimenti di Atena!.
    6) Haruto, mukenin esiliato da Naruto ed emigrato in Saint Seya… le tecniche dei cavalieri eseguite coi sigilli ancora mi mancavano…

    ho guardato fra le 25 e le 30 puntate credo, ero arrivato a un Haruto che tornava al villaggio della foglia (avete capito che intendo…). Sostanzialmente la serie, almeno fino a l, aveva pi parti brutte che belle… anche se qualche cosa di interessante c’era. Eden e Soma non sono malaccio come personaggi (soprattutto Eden), e sotto sotto anche Haruto.
    Yuna ha per lo meno il riconoscimento di essere la prima sacerdotessa guerriera abbastanza intelligente da capire che portare quella maschera una grande cazzata.
    Piccolo riconoscimento per il cavaliere dell’idra, che per la prima volta ha potuto indossare un’armatura d’argento (poveraccio, mi fa quasi pena…).
    ultime note: Povero Sirio, non bastava cieco, pure sordomuto e paralitico… non ha avuto fortuna. mi chiedo se lo scudo del dragone sia ancora indistruttibile come quando lo usava lui ( XD )
    dubito che riprender a vederlo, anche se mi leggero il sunto degli episodi successivi. In caso di miglioramento potrei darci un’occhiata. meglio il Lost Canvas sotto ogni punto di vista comunque.
    Ultima domanda: che fine ha fatto Phoenix/Ikki?

    P.S. pure per i Saint c’ crisi, proprio vero XD

  14. e io che pensavo di iniziarlo..meno male che ci hai avvisato!!!

  15. Sono assai curioso di sapere dove alcuni utenti abbiano visto “l’epicit della battaglia” negli ultimi episodi.
    Fatta eccezione per lo scontro insito nel 40 (accettabile solo in base al basso livello degli altri), ci sono pecche incomprensibili in ognuno dei duelli (tralasciamo completamente quello dell’episodio 41, altrimenti vien voglia di bestemmiare in austro-ungarico), Dalle tecniche alle caratterizzazioni dei GS, c’ solo da dire (finora): stendiamo un velo pietroso!

  16. a me non e dispiaciuta ….come la prima serie non c’e ne saranno mai e unica e ineguagliabile cmq che c’entra souma del leone minore cavaliere di bronzo( che nella vecchia serie era ban) con ioria cavaliere d’oro del leone (che in questa serie Mikene) ????

  17. Un vero scempio… puro insulto a chi il cartone originale se lo gustato e lo ha amato.
    Avrebbero potuto tirare su il mondo con questa nuova seria. I presupposti li aveva tutti… ma hanno realizzato un prodotto buono solo per i BM

  18. Dopo 88 episodi continua a confermarsi “inguardabile”.

  19. L’unica cosa inguardabile sono i commenti di pecore ignoranti che non hanno ancora capito che Saint Seiya Omega non c’entra niente con la serie originale sono 2 anni che lo seguo non ho perso una puntata e non affatto da bambini anzi l’idea di tenere la grafica vecchia mi piaciuta molto
    hai scritto una pagina di stronzate non capisci niente SAINT SEIYA OMEGA partito un p lentino ma la trama poi diventa bella e assume un senso fino ad arrivare alla Saga Palla di qui mi sono innamorata dovete vergognarvi id quello che avete scritto..

    STENDIAMO UN VELO PIETOSO… MA SU DI VOI…

    SAINT SEIYA OMEGA BELLISSIMO!!!!!!!!!!!!!!!!!

    A qualcuno che ne capisce un p e lo apprezza c ma purtroppo siamo in pochi…ma vergognatevi non capite nulla..

    Scollegato dalla storia?????? Ancora uno spin off non cntra nulla con la serie originale sono senza parole….

    A ME PIACE STO SEGUENDO SOLO QUELLO..

    1. in quanto a stronzate pure tu sei uno di prima classe, eh?

  20. Disegni orribili, trama agghiacciante.. per citare Fantozzi è una cagata pazzesca!!! Non c’era bisogno di fare questa schifezza!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>