299+1 (Rat-man), consigliato da Komixjam

di bila 16

Oggi è lunedì e come ogni buon lunedì arriva puntuale il nostro appuntamento per consigliarvi qualcosa da leggere o da rileggere.

Quest’oggi vorrei tornare in ambienti più familiari, dopo aver parlato ampiamente di comics e manga ( con la  piccola parentesi di qualche settimana fa su Corto Maltese) vorrei tornare sul fumetto italiano; una scuola di fumetto che negli anni, soprattutto negli ultimi 22 ( esattamente dal giugno del 1989) ha stravolto l’idea del super eroe…ancora non ci siete arrivati? Vi do qualche indizio: il personaggio protagonista di questa serie di fumetti si chiama Deboroh La Roccia e indossa un costume giallo….un mantello e una maschera….con delle grosse orecchie. Ora ci siete arrivati? No? Allora “siete spartani” (la capirete un giorno). Va bene bando alle ciance, il personaggio misterioso è “Rat-man”.

Rat-man è un personaggio unico nel suo stile, scritto da un autore altrettanto unico (Leo Ortolani), un personaggio che è riuscito a fare della sua umanità il suo punto di forza…ah, no aspettate, quello era un altro fumetto…Rat-man è riuscito ad allenarsi così duramente da diventare un giustiziere della notte…mi sa che mi son sbagliato ancora…va be’…in pratica Rat-man è Rat-man, uno che è riuscito a…mettersi una maschera gialla con le orecchie da topo ( e vi sembra poco?!).

Le storie di Ortolani sono un piacere per i lettori, tanto per gli habitué, quanto per i neofiti, riescono a tirarti fuori quella risata in ogni condizione ( anche atmosferica…ho letto rat-man al sole o sotto la pioggia, vi garantisco che non cambia); Ortolani negli anni ha prodotto numerose parodie e oggi sono qui proprio a proporvi una di queste, una tra le migliori e, soprattutto, una ancora in commercio sia online che in fumetteria; sto parlando di 299+1.

Trama:

Skrotos (Rat-Man), fratello minore di “Kretone”, è il protagonista di questa parodia che fa il verso ad un classico del fumetto moderno, quel 300, di Miller, che tanto è stato acclamato dal pubblico in ogni salsa, dalla versione cartacea a quella cinematografica. Skrotos è un piccolo spartano deforme (gettato dalla rupe ma sopravvissuto) che decide di partecipare alla spedizione delle Termopili. Che sia il suo intelletto o la sua tenacia da spartano, il fatto è che Skrotos saprà far parlare di lui. Per il vostro bene non vi anticipo altro, altrimenti rischierei di rovinarvi ogni istante di questa lettura.

PRO & CONTRO

PRO

Storia: la storia scritta per questa parodia attinge in maniera quasi scontata dall’originale, ma sa regalare comunque al lettore un paio di attimi davvero unici che, seppur non uguali al 300 originale, ci lasciano un buon sapore in bocca. Di sicuro tutti voi conosceranno 300 e la sua storia quindi non aspettatevi innumerevoli cambiamenti o particolari risvolti…stiamo parlando di Rat-man, non di una spy story.

Comicità: “e che ve lo dico a fare?!” basterebbe una frase del genere a spiegare a tutti i conoscitori di Rat-man cosa aspettarsi, ma bisogna tenere in considerazione che forse non tutti conoscono Deboroh e, quindi, forse non tutti sanno quello di cui è capace. In 299+1 sarete attaccati da ogni fronte, con battute e deduzioni uniche, che solo Ortolani potrebbe portare su un fumetto. Cose del genere:

“Spartani. Appena nati vengono sottoposti al giudizio degli anziani di Sparta.

Se sono deboli, gracili o deformi, vengono gettati dalla rupe.

Anziano: Questo maschio è deforme! [gettando il neonato dalla rupe]

A nulla servono le proteste. A nulla servono i pianti.

Genitore: Ma era una femmina!

Anziano: Il prossimo.

Anziani di Sparta.

Nessuna panchina su cui sedersi.”

Disegni: i disegni di Leo Ortolani sono, per chi non li conoscesse, qualcosa di particolare; l’intero universo è caratterizzato da esseri umani con tratti facciali inconfondibili, e , ovviamente, vale lo stesso per questa opera; probabilmente è uno stile col quale si deve prendere confidenza per poterlo apprezzare ( un po’ come per il chinotto o l’acqua tonica), ma vi posso dare la mia parola che una volta entrato sotto pelle diventerà per voi la cosa più familiare che ci sia.

CONTRO

Ci rinuncio…mi dispiace, ho provato, ma davvero non ne trovo; vi prego di scusarmi, ma forse sono troppo affezionato a queste opere, o forse sono troppo buono (da minimizzare i contro), fatto sta che leggere un’opera come questa (credo) sia un “must”.

SEGNI PARTICOLARI

Senza indugiare tanto vi dico subito cosa ho trovato di davvero unico: la sua pubblicazione in formato “wide screen”; infatti quest’opera è stata pubblicata: sia nella serie regolare ai numeri 62 e 63, sia in una edizione “speciale” chiamata appunto 299+1, versione widescreen, con disegni allargati e, rullo di tamburi, “a colori”. Esatto un Rat-man a colori che meglio non si poteva pensare, i colori sono affidati a Larry (Lorenzo Ortolani), fratello minore dell’autore; i due lavorano insieme già da anni dato che è proprio Larry a colorare le copertine degli albi di Rat-man. Tornando al formato, credo che troverete davvero stimolante il modo in cui colori e impaginazione si legano per un effetto molto “cinematografico”.

Il mio parere personale è che siamo di fronte ad un pezzo da collezione ( io l’ho comprato in tutte e due le versioni) e non leggerlo sarebbe un peccato; poi ovviamente, come vi dico sempre, sta a voi decidere…tuttavia cercherò di darvi  un ulteriore indizio sulla bontà di 299+1 con 2  piccole citazione tratte dall’opera:

“Le termopili.

L’unico punto attraverso il quale l’esercito di Serse può passare per invadere la Grecia.

Una stretta fenditura nella roccia.

Un passaggio che a Serse fa molta… gola. Ah! Ah! Ah!

Molta gola, capite? … stretta fenditura… gola…

Spartani.

Nessuno l’ha capita.”

 

“Serse manda i suoi ambasciatori.

Vuole farci ragionare.

Vuole fare ragionare noi spartani!

Gli stessi spartani di “fenditura” e “gola”!…

Capite cosa voglio dire?

No?

Siete spartani?”

Buona lettura

[ Fonte | Wikipedia ]

[ Fonte | Wikiquote ]

Commenti (16)

  1. “Non sei stato gettato dalla rupe?”
    “Tre volte!”
    Come si pu scartare uno coriaceo come lui? :w00t:

  2. Spartani…permalosissimi!!!

  3. per me una delle parodie meglio riuscite ad ortolani….grande!… :ninja:

  4. “spartani??….qual’ il vostro mestiere??”……”AU AU AU”….”lo shampista!!”…………buahahahhahahahahaha, sono quasi morto!! 😆 😆 😆

  5. Ratman, che mito !

  6. Semplicemente un CAPOLAVORO!
    Io solo per la storia dei sassi lo vorrei nei musei questo fumetto!

    1. perch la questione della pizza? 😀 😀 :biggrin:

  7. Anche se probabilmente la miglior parodia di ortolani l’introvabilissimo “Signore dei Ratti”!

    1. ah s? introvabilissimo? …no perch io l’ho preso meno di un anno fa in fumetteria… 🙂

  8. Anche io. Ma dopo una settimana era esaurito 😀
    Delle tre ristampe che hanno fatto non si trova pi una copia, se non l’hai comprato subito :/

    1. io ce l’ho sul computer, trovato per vie traverse…e anche quello merita…

      1. Anche io lo lessi cos, all’inizio. Ma cartaceo merita molto di pi XD

        Non fosse per le vignette con Saruman e “la mano bianca”

      2. ratman uno di quei prodotti che dovrebbe essere in ogni collezione…anzi no, in ogni scaffale…che sia per collezionismo o, pi giustamente, per piacere 🙂

      3. Concordo pienamente!

  9. A sparta quando una donna incinta sale sull’autobus, la fanno guidare!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>