Il padre di Game of Thrones sul futuro di Doctor Strange

di bila 4

È di questi giorni la notizia che vedrebbe George R.R. Martin, padre di Game of Thrones, come vicino alla casa editrice Marvel. A quest’ultima lo legherebbe un possibile futuro come sceneggiatore per uno dei personaggi più particolari dell’intero universo marveliano: Doctor Strange.

Allo scrittore, intervistato qualche tempo fa, è stato chiesto quanto ci fosse di vero, cose ne pensasse del personaggio di Strange e se aveva già un’idea su come poter realizzare una storia incentrata sulle sorti del Mago Supremo.

Alle domande Martin ha risposto, senza farsi troppi problemi, che in realtà, da buon amante dei fumetti, aveva già delle idee su come poter architettare il tutto.

“Personalmente io lo separerei dal resto dell’universo Marvel senza renderlo parte di nessun team. Lui non è certo fatto per  quel tipo di cose; è uno che non dovrebbe nemmeno essere conosciuto dal resto degli eroi Marvel, visto che si trova in una posizione defilata, dalla quale protegge il mondo e la nostra dimensione da pericoli e forze là fuori che gli altri, per esempio Spider-Man e i Vendicatori, non sarebbero in grado nemmeno di immaginare.”

Martin quindi fa capire che la sua idea è quella di creare una storia che sia “per sempre”, qualcosa che rimanga cementata nelle fondamenta di questo personaggio in modo da essere un punto chiave per qualsivoglia riferimento futuro allo stesso Strange; niente a che fare quindi con le solite storie che, come purtroppo l’universo fumettistico ci abituato negli anni, vengono prese e gettate per poi in un futuro essere ricambiate con dei reboot o dei nuovi accorgimenti, al fine di rendere tutto molto più facile ad ogni scrittore che si trovi a lavorare sul personaggio.

“I miei avvocati si sono incontrati con quelli della Marvel per lavorare ad un contratto d’acciaio  che sancisca che qualsiasi cosa scriverò nella storia  continuerà ad esistere per sempre, senza essere mai  cambiata a posteriori oppure vittima di reboot o, ancora, re-immaginata  fuori dall’universo in questione (dove qualche futuro autore potrebbe decidere di piazzarla).”

Richieste niente male da parte dello scrittore americano che, se riuscisse nel suo intento, si troverebbe ad avere un caposaldo della letteratura a fumetti Marvel. Qualsiasi cosa gli verrà in mente di scrivere, di sicuro, sarà frutto della mente di un appassionato e per di più di un grande scrittore, quindi una sorta di sigillo di garanzia per la casa delle idee. Chissà cosa ne pensano in casa Marvel? Per ora non sappiamo altro ma di sicuro nei prossimi mesi (se non già nelle prossime settimane) potremmo fare maggiore chiarezza sul futuro di Doctor Strange.

[ Fonte | IGN ]

[ Fonte | Marvel ]

Commenti (4)

  1. per quanto odi il concetto stesso di operazione di “retcon”, mi viene da pensare che prima dovrebbe scrivere una storia degna della condizione di “intoccabilit”, dato che (fumettisticamente parlando, sia ben chiaro) non nessuno.

    1. hai ragione, infatti si spera nelle sue buone capacit d’immaginazione 😛

  2. Io spero che Martin possa rilasciare il resto delle cronache del ghiaccio e del fuoco e poi pu fare tutto quello che vuole.

    1. non credo tu sia l’unico, anzi sono gi tanti i fan che si stanno mobilitando per “chiedere” a Martin (che sembra proprio un pescatore nordeuropeo) di ultimare i suoi lavori 🙂

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>