Hokuto no Ken 30th, le musiche

di Regola 4

 

Lettori di Komixjam oggi sono in trepidazione. Vi sto per parlare, sulla scia dei nostri articoli riguardo al trentennale di Hokuto no Ken di un argomento (che avrete intuito dal titolo) il cui solo pensiero mi fa sempre venire la pelle d’oca, e rievocare bellissimi momenti che non torneranno mai più… questo è Hokuto no Ken nel 2013, se volete la mia opinione, qualcosa di bellissimo, emozionante, ma che fa parte del passato, è terminato, e quindi rattrista il mio animo. Anche li giace la sua bellezza, comunque.

 

 

Le musiche di Hokuto no Ken sono state, sotto tutti gli aspetti, qualcosa che ha segnato moltissime persone, di tante nazioni e tante età, soprattutto quelle della prima serie animata, che sono un pò anche il riflesso delle atmosfere tipiche del decennio che gli autori stavano vivendo (gli anni ’80). Arriva pertanto alle nostre orecchie un prodotto indubbiamente nipponico, ma influenzato da quella che era la scena hard rock e hair metal di quegli anni. In questo i giapponesi sono stati geniali, viste le influenze cinematografiche chiaramente occidentali del manga decisero di cavalcare l’onda e sfruttare il successo di questi generi musicali, anche essi di origine occidentale. Questo per le sigle è lampante! Ma anche le musiche di sottofondo, e i temi principali, sono un qualcosa che meglio di così non poteva essere: ci sono pezzi che mai dimenticheremo, e che sempre ci commuovono facendoci ripensare alla storia, ai personaggi…

 

 

Responsabili” il compositore Nozomi Aoki (che compose anche le musiche per Capitan Harlock e Galaxy Express 999) e i gruppi Kodomo Band, Crystal King e Tom Cat che quest’oggi voglio ricordare non solo attraverso immagini e parole, ma anche usando le loro note.

 

Kodomo Band

 

Alla Kodomo Band dobbiamo la composizione di pezzi come Silent Survivor e Dry Your Tears, della prima serie; hanno composto le canzoni Heart of Madness e Purple Eyes per il film di animazione del 1986.

 

Crystal King

[youtube 7MDe-v22wqw]

 

Crystal King invece sono da menzionare per Ai wo Torimodose!! (da sempre la sigla preferita del sottoscritto) e Yuria… Eien ni utilizzate sempre nella prima serie. La sigla di chiusura, una delle migliori insieme a Love Song (che però è della seconda serie), la ricordo sempre per la scena del cartone in cui viene rivelata l’identità del sesto cavaliere di Nanto. Ai wo Torimodose!! invece è stata riproposta in versione moderna come sigla nelle parti de Le Leggende dedicate a Raoh (e visto che sono buono metto anche quella).

 

Tom Cat

[youtube GhRMn-j3q3E]

[youtube BbaaI5xf4y8]

 

Sempre nella seconda serie, insieme a Love Song, la band Tom Cat compone il pezzo Tough Boy, considerata una delle sigle simbolo dell’animazione giapponese; queste due sono state usate per tutti gli episodi della seconda serie. Non bisogna neppure dimenticare il contributo di Masato Shimon alla prima serie, con Kill the Fight e Wind&Rain.

 

[youtube SWZ_UqLWjUQ]

[youtube biSI26rKoAg]

 

Spendiamo due parole sulla colonna sonora della prima e seconda serie, composta da Nozomi Aoki. Vi sono pezzi sicuramente indimenticabili che tutti quanti abbiamo sentito più e più volte, e ogni volta hanno lo stesso effetto di trasportarci nelle atmosfere di questo anime. D’altronde, come ho già avuto modo di affermare in passato, un grande anime deve essere curato anche dal punto di vista musicale: è qualcosa a cui nessuno fa caso alle prime visioni perchè concentrati su disegni e storia, ma vi assicuro che le musiche saranno qualcosa che non dimenticherete mai. Con semplici musiche quali Golan o Ichigeki Issatsu tutta la sollenità di alcuni momenti viene trasmessa allo spettatore: i cattivi, i mostri, che tiranneggiano i comuni mortali, e i personaggi che combattono per difenderli vengono valorizzati da pezzi come questi, che definirei “colossali”, “titanici”. Anche i combattimenti di questo cartone, molto statici rispetto a quello che possono essere quelli nei shonen moderni, vengono coronati con pezzi come Aku no Shuugeki. Impossibile non commuoversi alle prime note di Asunaki Tabi e Minagoroshi no Thememagari tutte queste musiche sono state pensate e usate in modo diverso, ma a chi interessa! Sono sempre stato trascinato dal loro potenziale evocativo, al punto tale da usarle come BGM nelle mie partite al gioco di ruolo (che vi descrivevo la scorsa settimana). Ma il tema che nessuno di noi riuscirà mai a dimenticare è questo:

 

[youtube j8ET31df91Y]

[youtube IaVnu3qgdPU]

 

Menzione particolare alle musiche scritte da Kajiura Yuki per le Leggende, nome oramai affermato in questo campo che ha composto svariate colonne sonore tutte spettacolari (./hack, Madoka, Fate/Zero, Gundam SEED) famosa per le artmosfere evocative che riesce a trasmettere e un magistrale uso dei violini. Ascolto spesso le musiche scritte da quest’artista per Hokuto no Ken, e da sempre apprezzo come sia riuscita a combinare tutti gli elementi di questo anime in un prodotto comunque moderno. Pezzi come “Shin” e “Yuria” sono adatti al personaggio, il tema principale Hokuto no Ken è padrone di una solennità che solo la tecnica assassina più potente al mondo può trasmettere, non comunque secondo il tema di Raoh, He is our king. Ma personalmente ritrovo in Hikari no Yukue la massima sintesi di tutte queste caratteristiche che vado elencando, miscelate sapientemente con un tocco di epicità che mi fa sentire fiero di essere nato negli anni ’80.

 

[youtube Vza_Y7I4-vc]

Tranquilli, non me ne sono dimenticato. Non c’è bisogno di descrivere il lavoro di Claudio Maioli:

[youtube Hbiew30JlFQ]

 

..chi mai fermerà, la follia che nelle strade va. Chi mai spezzerà, le nostre catene?

Forse mi faccio prendere la mano, ma che volete farci, è l’unico trentennale che Hokuto no Ken avrà, e se non ne avete avuto abbastanza, se volete ancora ricordare le virili lacrime che solcano sul volto dei personaggi (e quello di noi lettori) di questo manga, allora continuate a seguirci, settimana dopo settimana. Un saluto, da Regola!

 

Commenti (4)

  1. Gran bell’articolo. Probabilmente la migliore OST mai creata per un anime. Ancora oggi quando sono sotto sforzo fisico (tipo portare due faldoni d’acqua per 3 piani di scale) in testa mi suono Asunaki Tabi 🙂

  2. Tiratina d’orecchie per Regola che s’ dimenticato di inserire il link con “Love song”

    1. veramente stato voluto, ho messo solo una selezione dei pezzi nominati…

      1. Eh eh, ma quella non la si pu escludere. No, no…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>