Elizabeth Olsen parla del remake di Oldboy

di Silvia Letizia Commenta

In una recente intervista con la rivista di cinematografia Empire, l’attrice Elizabeth Olsen, sorella minore delle attrici Mary-Kate e Ashley Olsen, e già interprete di La fuga di MarthaSilent House, ha espresso la sua opinione circa il remake del film coreano Oldboy di Chan-wook Park a opera di Spike Lee.

Nel corso dell’intervista, l’attrice ha sottolineato come il film racconterà una storia diversa per due ragioni, principalmente. In primo luogo, è ambientato in una non meglio identificata città americana e, in secondo luogo, è ambientato dieci anni in avanti nel futuro rispetto all’originale e presenterà, quindi, delle differenze, con quest’ultimo, anche dal punto di vista tecnologico per quanto riguarda la vita quotidiana. Elizabeth Olsen ha anche sottolineato come il film racconterà una storia diversa perché quello di Spike Lee non è un vero e proprio remake, ma il tentativo di raccontare la storia da un diverso punto di vista. Oltre ad avere come materiale principale il film coreano, il nuovo lungometraggio si baserà anche sul manga originale giapponese di Garon Tsuchiya e Nobuaki Minegishi.

Le riprese di Oldboy cominceranno a Ottobre e la sua uscita nelle sale cinematografiche potrebbe essere prevista già per il 2013.

Gli attori Actor Josh Brolin (Milk, Men in Black 3) e Sharlto Copley (District 9, The A-Team), oltre a Elizabeth Olsen sono già tra i membri accreditati del cast. Il mese scorso, inoltre, il Los Angeles Times ha annunciato che anche l’attore Samuel L. Jackson (Fa’ la cosa giusta, Jungle Fever, Die Hard – Duri a morire, Pulp Fiction, The Avengers) e il musicista Bruce Hornsby, vincitore di alcuni Grammy Awards, parteciperanno al lungometraggio. L’attore Nate Parker (Red Tails, Red Hook Summer, The Secret Life of Bees) sarebbe a sua volta interessato a una delle parti.

Oldboy segue la storia di un direttore pubblicitario, interpretato da Josh Brolin, che viene rapito e tenuto in ostaggio per vent’anni, in una sorta di cella di isolamento e senza nessuna indicazione sul perché si trovi in una situazione del genere. Quando, altrettanto inspiegabilmente, viene liberato, il protagonista si lancia in una missione ai limiti dell’ossessione per scoprire chi ha orchestrato una tanto bizzarra e tortuosa punizione ai suoi danni, solo per scoprire di essere caduto in trappola, in una rete di cospirazioni e tormenti. La sua ricerca di vendetta lo porta a intrecciare una relazione malata con una giovane assistente sociale, interpretata da Elizabeth Olsen, e con un uomo misterioso, interpretato da Sharlto Copley, che detiene le chiavi della sua salvezza.

[ Fonte | ANN ]
[ Fonte | Wikipedia ]