Addio a Elisa Penna, madre del fumetto italiano targato Disney

di admin 16

 Il vasto mondo del fumetto italiano ha perso Elisa Penna, grande madre dei fumetti italiani targati Disney. È spirata giovedì 30 Aprile, a 79 anni. È stata una delle persone che più ha contribuito allo sviluppo e al successo del fumetto disneyano in Italia.

Fra gli altri meriti che le vanno attribuiti, va detto che fu lei a creare il personaggio di Paperinik, l’alter ego eroico di Paperino, sviluppato con a Guido Martina (sceneggiatura) e a Giovan Battista Carpi (disegni); la sua prima apparizione fu nella storia Paperinik il diabolico vendicatore, è la versione eroica e giustiziera di Paperino. Dal suo esordio il personaggio è stato presentato come un vendicatore mascherato che fa il verso un po’ a Batman e un po’ a Diabolik, altro grande successo del fumetto all’italiana. È stata inoltre una delle più fervide autrici (e una delle pochissime donne, fatto allora straordinario) di molte storie di Topolino, Paperino e altri personaggi del mondo Disney, e collaborò in maniera indispensabile alla creazione dei Manuali delle Giovani Marmotte, che arrivò a scrivere personalmente.

Diresse anche la rivista Minnie, destinata ad un pubblico prettamente femminile.

Elisa Penna entrò alla Mondadori nel 1959 come redattrice del settimanale “Epoca” e nel 1962 divenne capo redattrice di ”Topolino”. Nel 1972 fu nominata vicedirettrice di “Topolino” e divenne braccio destro del direttore Mario Gentilini, rimanendo in carica fino al 1994, sotto la gestione di Gaudenzio Capelli. La Penna curò a lungo le rubriche di opinioni e di lettere; fra le altre possiamo ricordare La segretaria per tutti e Qui Paperino Quack. La giornalista era nota per la bontà e la disponibilità nel rispondere di persona ad ogni lettera che arrivava in redazione.

La commemorazione per Elisa si è tenuta il 4 Maggio 2009 presso le Onoranze Funebri S. Siro, in via Seguro, davanti al cimitero di Baggio. Alla cerimonia, oltre ad amici e parenti, si è presentato un gran numero di fan cresciuti con le sue storie.

[Fonte: ilsole24ore]

Commenti (16)

  1. Condoglianze 🙁 , sempre stato uno dei miei psg preferiti PK 🙂 .

  2. [quote comment=”29597″]Condoglianze 🙁 , sempre stato uno dei miei psg preferiti PK 🙂 .[/quote]
    :cwy: Vale anche per me :cwy:

  3. idem come sopra 🙁

  4. Anche io idem come sopra 🙁

  5. Beh, una predestinata, la Penna…comunque condoglianzissime, adoravo (e adoro) PK, e Paperinik in genere, un grande esempio delle potenzialit creative della Disney Italia (peccato non sia pi pubblicato).

  6. anch’io sono terribilmente dispiaciuto per la sua morte. mi sempre piaciuto pk e fino a 2 anni fa ancora lo leggevo.

  7. accidenti,mi dispiace un sacco 🙁
    paperinik era un grande poi

  8. accidenti mi dispiace un sacco… trovavo fichissimo paperinik! 🙁

  9. Mi dispiace moltissimo, visto che leggevo e mi piaceva molto questo fumetto.

    Condoglianze
    🙁

  10. nn la conoscevo…ma ki nn conosce pk?!
    tra l’altro era tt sommato giovane…condoglianze…

  11. Tristezza infinita…. come perdere la madre di un grande amico……….

    🙁

  12. Grazie per aver reso noto questo dramma, una cosa nobilissima da parte vostra. Inoltre, io sono cresciuto con Topolino, e con le sue storie, ed anche se non andavo a leggere chi le scriveva, lei era comunque conosciuta da tanti, visto il ruolo che aveva nell’azienda. Condoglianze. 🙁

  13. Dico un caloroso Addio ad una persona che stata un icona del fumetto italiano.

    :angel:

  14. Addio ad una grandissima del fumetto italiano.
    Leggo tuttora le storie di Pk del quale ho il tutto possibile che uscito, sia in versione raccolta che originale.
    Ancora un saluto Elisa… hai creato il personaggio disney che pi preferisco :cwy: :cwy: :cwy:

  15. Un’infinita tristezza, adoro Paperinik!!! Condoglianze! Elisa Penna nei nostri cuori!! 🙁 🙁 🙁

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>