Nuovo promo per l’anime di Tales of Symphonia

di My Funny Valentine 3

L’anime si intitolerà Tales of Symphonia the Animation: Tethe’alla-hen e per ora si sa che uscirà in Giappone nella primavera del prossimo anno. Il video è stato pubblicato in questi giorni sul sito ufficiale dell’anime, e al riguardo, purtroppo si sa ancora poco. Ancora non ci sono notizie nè sul cast nè sullo staff. Si sa soltanto che a produrre la serie sarà lo studio UFOtable, già marchio di fabbrica di Sylvarant Arc (di cui accantop vedete un’immagine). La serie di sylvarant arc in realtà è ambientata in un universo parallelo a quello in cui si svolgono le storie dei vari tales of, che finora, come serie di videogiochi, conta cinque titoli distribuiti tra le varie console (sempre se non vado errata, e vi prego di correggermi nel qual caso ). Tales of Symphonia è uscito per la prima volta nel 2003 in giappone per il nintendo gamecube.
Personalmente trovo abbastanza intelligente questa cosa di ambientare tutta una serie di storie nello stesso mondo, almeno le storie stesse risultano molto più facili da legare (se non concretamente, istintivo) e poi i giapponesi si sono sempre dimostrati ottimi ideatori e realizzatori di rpg. Ovviamente parlo per pura opinione personale, avendo ben poca esperienza di gioco, ma ritengo che vedere tutti i mondi uniti da un unico stile di disegno sia anche più suggestivo. A questo proposito, vi interesserà sapere che il chara dei videogiochi è curato da tale Kosuke Fujishima, noto mangaka e chara designer. Suoi sono Oh mia dea! e Sei in arresto! Non si sa ancora, invece, chi curerà il chara dell’anime.

Voi che, a differenza della sottoscritta, a tales of symphonia a vete giocato, che ne pensate di una possibile trasposizione in anime? Vi interessa? Vi soddisferebbe? che tipo di storia vorreste vedere? A quanto leggo la trama de videogame è abbastanza semplice, ma alla fine quello che conta è come la si fa evolvere, no? una storia semplice può essere giocata in più modi, e si evolve anche da sola… voi come preferite giocare? Che modo di giocare invece fareste proibire da una legge apposita? Fatecelo sapere 😀

Per il video, vi rimando al sito ufficiale dell’anime. Per i partecipanti al contest invece, ecco qui la scheda sulla nostra (e vostra, soprattutto) fumettopedia che aspetta solo di essere compilata 😀 Stay tuned on Komixjam!

[fonte: animenewsnetwork]

Commenti (3)

  1. Wow Primo :tongue: sono curioso davvero di vedere questo anime nonostante non abbia mai giocato a tales of symphonia.
    Solitamente quando usano trame di videogiochi per fare cartoni/film solitamente non viene un gran bel lavoro, per il fatto che il gioco sia un gdr e che i giapponesi sono molto meticolosi (non credo userebbero la trama del gioco solo per rovinarla, spero)

    vedremo vedremo :whistle:

  2. in teoria credo che questa serie (avendo giocato a tos) sia semplicemente il seguito del sylvarant arc (che come scritto nella news non in realt un universo parallelo), dato che nel gioco, i personaggi, iniziano la loro avventura su sylvarant, e in seguito scoprono l’esistenza del mondo tethe’alla. la prima serie di 4 oav non concludeva infatti la storia ma lasciava in sospeso gran parte della trama, finalmente si sono decisi a concludere la storia e ne sono molto felice.

  3. Personalmente ho giocato con la PSP a Tales of Eternia (molto molto bello, un rpg in parte 2d davvero degno di nota!) e mi sto vedendo l’anime di Tales of the Abyss, bello… 😆
    Se volete farvi una idea del mondo di Tales Of, questo il sito italiano! http://www.talesof.it/
    In fondo gli rpg hanno delle trame abbastanza “lineari”, non dovrebbe essere difficile dipanarne la trama per ottenere una sceneggiatura che ricalchi il gioco, peggio sarebbe se volessero cambiare qualcosa e mettere le mani sugli avvenimenti, rischiando di sminuire la storia e i colpi di scena… :happy:
    Speriamo! :sideways:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>