Bleach 273 & 275 ITA

di Tou Xi Yang 9

Dopotutto, anche gli Shinigami, gli dei della morte, hanno paura della morte. E l’avversario di Soifon è l’incarnazione della morte stessa. Non bisogna farsi abbrancare: è fondamentale!

Titolo: Il respiro della morte si avvicina, il sovrano che regna sulla morte!

Riassunto: Il cielo si oscura sulla falsa Karakura, mentre ancora Stark e Shunsui si stanno ancora studiando. T?shir? si sta preparando per la più potente tra le sue tecniche: Hy?ten Hyakkas?; capace di controllare l’intera atmosfera, aumentando esponenzialmente i suoi poteri. Un enorme occhio tra le nubi, inizia, al suo comando, a risucchiare l’aria verso l’alto, rendendola fredda, come avviene nei tornadi; un’ enorme mole di cristalli di ghiaccio inizia a cadere, e a nulla vale la cascada di Harribel, se non aumentare la portata dell’attacco del suo avversario: ormai ha perso. Iniziano a formarsi i fiori di ghiacci, e col fiorire del centesimo fiore, tutto è finito.

E ora tocca al Re dell’ Hueco Mundo: Baraggan Luisenbarn, l’espada n°2; E i suoi avversari sono Soifon e ?maeda.

Specialista negli attacchi fisici, Soifon fa il primo passo, attaccando direttamente Barragan, che riesce a evitare facilmente i suoi colpi, rallentandoli, con un potere che Soifon non riesce a ben comprendere. Controlla la gravità? I riflessi dei muscoli? La sua abilità le viene spiegata da Baraggan stesso. Lui è l’espada che incarna la morte per vecchiaia, e vecchiaia significa tempo. Col solo tocco riesce a far marcire le ossa degli avversari e, unita alla sua sorprendente forza e velocità, lo rende il peggior nemico immaginabile per Soifon e ?maeda. Come ne usciranno?

Soifon ha un piano: consiste nell’ingannare l’avversario, lasciando a ?maeda il compito di colpire l’avversario e a Soifon di distrarlo, ma è inutile: ?maeda in preda al terrore, scappa via; Soifon, distratta, viene ancora colpita, facendogli marcire le ossa del braccio sinistro. Soifon non riesce a colpire il suo avversario, troppo veloce e forte, e la sua abilità le crea troppi problemi.

Barragan è stanco di questa pagliacciata.

Marcisci, Arrogante!

Barragan rilascia la sua resurrección, prendendo la forma di uno scheletro, con una corona d’oro, degna del suo titolo. Il semplice passo in avanti, fa marcire l’intero soffitto attorno a lui: la sua abilità si è notevolmente potenziata. Fin da subito, usa la sua abilità: Respira. Il respiro della Morte si spande attorno a Barragan, facendo marcire e distruggere tutto quello attorno. E’ notevolmente veloce, tanto da raggiungere la mano sinistra di Soifon, iniziando a far marcire l’intera mano, risalendo velocemente verso il braccio e ?maeda è costretto a reciderlo.

E’ l’avversario peggiore che poteva capitarle. Come ne uscirà fuori?

Download 275: Bleach 275 ITA by Binkanteam

Download 273: Bleach 273 ITA by Binkanteam

Immagini:


Commenti (9)

  1. questo capitolo mi piaciuto pi del precedente.. odio il bambinetto :\

    1. Concordo, Hitsugaya insopportabile e nenache i suoi poteri e il suo stile di combattimento mi piacciono, come faccia ad essere il personaggio preferito da molti non lo capisco.
      Questo combattimento con il secondo espada mi sembra migliore rispetto a quello precedente…

  2. questo uno dei pochi combattimenti in cui un avversario molto forte viene accoppato in maniera intelligente

  3. grazie mille!
    per se non mettete la 273 non possiamo vederla :p

    1. la trovi facilmente in streaming

      1. lo so ma preferivo guardare quella di komixjam… cmq visto che non voglio accumulare troppe puntate l’ho gi presa da un’altra parte 😉

  4. per la 273… sto mettendo il link.
    Mi scuso ancora.

  5. gi dalla lettura delle scan l’avevo pensato e questa puntata lo riconferma: Barragan uno dei personaggi usciti meglio dalla penna di Kubo. Tra l’altro in questa puntata c’ una tensione crescente davvero bella!
    Bella puntata anche se c’ poca azione e… concordo su Hitsugaya. Questo colpo semplice, ma molto potente mi ha un po’ deluso. Nel manga stao molto pi emozionante!
    alla prossima! e ovvimante grazie KJ!

    ps.: maledetto il giorno in cui stata concepita l’idea per creare Omaeda -.-

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>