Reply To: Naruto 520: Ipotesi e Discussione Capitolo

#837165
bluclaudino
Partecipante

io mi\vi chiedo una cosa

In Naruto è presente un continuo spostamento, decentramento della figura centrale del cattivo per antonomasia, il cattivo cattivo, quello di ruolo che possa marcare in maniera netta il manga.

Prima si pensava fosse Orochimaru che dopo l’attacco a Konoha ha però seguito una parabola discendente fino alla probabile definitiva scomparsa, poi si pensava fosse Pain quale mente di Akatsuki, con alto potere distruttivo e odio nei confronti dell’ intero mondo Ninja, rivelatosi però come un buono mascherato da cattivo e nel mentre si definiva sempre di più la figura di Danzou come il meschino, abbietto, spregevole macchinatore di tante congiure in combutta con Orochimaru, probabile mandante dello sterminio degli Uchiha, ma ucciso prematuramente da Sasuke e pur definito dagli anziani del villaggio come uno dei più grandi eroi di Konoha e nei suoi stessi ricordi in un rapporto di amore odio nei confronti del terzo, ma comunque pronto anche se con tentennamenti a sacrificare la propria vita per quella dei compagni.
Per arrivare infine alla accoppiata Tobi – Kabuchimaru ancora tutta da svelare, che potrebbe peraltro portare alla volata finale Sasuke in via di imbastardimento pure lui.

Che sensazione vi dà questo continuo spostamento della focale da un personaggio all’altro??, non vi crea spaesamento e disorientamento per mancanza di direzionalità precisa verso una figura di sfogo delle dinamiche degli avvenimenti e dell’intreccio della storia????

Sarebbe assolutamente surreale se ci fosse un nemico solo, una sorta di divisione in saghe, è anche questo il bello di Naruto, non ci sono saghe specifiche.. se nel mondo ci fosse solo Al-Qaida, dimenticheresti la Jihad in generale, la Mafia ed altri gruppi terroristici, coi corrispettivi, numerosi leader..
E’ ottimo soprattutto il ritorno di Kabuto quale cattivo co-protagonista, non dimentichiamoci che ha ammazzato lui Muta, senza pietà alcuna, ed ha condotto Anko al covo solo per prendersi il suo corpo (porcellone:asd:), l’allievo “sostituisce” il maestro, in quanto carisma e cattiveria (basta pensare a quanti innocenti deve aver sacrificato all’Edo tensei, agghiacciante)..