Reply To: Saint Seiya Omega

#962455
Bunta-sama
Partecipante

Si, ma bisogna essere quantitativamente efficienti. Ora che ci penso una bella colata di cemento…

Comunque, ora che la prima serie si è conclusa, vorrei proprio porre alcuni quesiti non da poco[SPOILER]1 perché riproporre la scalata alle dodici case nello stesso identico modo e con gli stessi tempi?
2 Che Kiki fosse il degno successore di Mu era quasi scontato, ma è mai possibile che sia diventato, da autodidatta, più bravo del fratello a riparare armature? Ne aggiusta addirittura 5 in una volta sola e senza dover usare, apparentemente, la polvere di stelle.
3 Harbinger non è altro che un bullo investito della sacra armatura. Non ha alcun senso dell’onore, è spinto solo dalla furia cieca e dalla voglia di spezzare ossa. Come cavolo fa uno così, lontano un miglio da Aldebaran, a redimersi ed a restare tra i gold sopravvissuti?
4 Paradox, il nome è tutto un programma: “nun se po guardà” e non aggiungo altro!
5 Schiller è tra i pochi che si salva, come personaggio. Perfido è, perfido rimane e da perfido muore. Promosso!
6 Mykene… un gold dal cuore puro che, in definitiva, svolge egregiamente il suo compito. Peccato muoia in uno scontro mai visto con Amor.
7 Fudo… come Harbinger. Non ne comprendo la redenzione!
8 Gembu, passabile e credibile come gold.
9 Atrocità delle atrocità. Per quanto Sonya fosse inappropriata come saint di Scorpio, proprio non mi è andata giù la storia del suo inutile suicidio. A che pro lasciarsi “esplodere” senza neppure tentare di portar con se il proprio avversario???
10 OH MY GOD! un vecchio gold che torna a rivestire la sua vecchia armatura perché è appassionato delle storie in stile Beautiful?
11 Tokisada, l’han tirato fuori dal cilindro pensando fosse una colomba ma rivelandosi un misero topolino!
12 Amor… la parodia di un gold, nulla più si può aggiungere.[/SPOILER]