Reply To: One Piece 717: Ipotesi e Discussione Spoiler

#980118
Dragon
Partecipante

Comunque per me Punk Hazard era una tappa necessaria. Neanche a me piace molto (ovviamente), soprattutto per come sono state gestite le cose da un certo punto in poi, diciamo da dopo l’alleanza con Law., però di informazioni ce ne sono, alcune anche avvincenti: innanzitutto ritroviamo proprio Law, come membro dei 7 e che “trama qualcosa”… era da quando ha salvato Rufy che “tramava”, e la cosa è molto intrigante, anche perché ancora non sappiamo esattamente cosa abbia in mente. Poi rivediamo Smoker in qualità di Vice-Ammiraglio, vediamo che finalmente Rufy può (o meglio potrebbe) battersi con lui, e anzi che lo ha già superato… c’è lo scontro tra Law e Smoker (che probabilmente è la cosa più bella della saga) in cui si vede tutto il potere di Law. Scopriamo il luogo dello scontro tra Aokiji e Akainu (di cui credo che pian piano verranno dati altri dettagli), che ha addirittura cambiato la fisionomia di un’isola… Poi c’è l’alleanza, il segreto di Dofla, l’informazione che tutta la malavita del nuovo mondo è gestita da lui, che ostacolandolo si combinerebbe un macello, che un imperatore usa frutti artificiali, che l’ambizione “nera” non è una prerogativa di rufy…. che Dofla ha l’haki del re, che è tanto forte da restistere a un colpo in pieno petto di baby 5 senza farsi un graffio, e da sconfiggere Smoker in due secondi…. Insomma di cose interessanti e di carne al fuoco ce n’è tanta… Il problema è che PH è solo un saga di passaggio, che serve solo da trampolino per le azioni successive e per dare una serie di informazioni, quindi secondo me sarebbe dovuta durare circa la metà, senza diventare cioè una vera e propria “saga”: quindi senza bambini drogati e tutto il sentimentalismo superfluo, senza la fuga interminabile da un gas mortale che alla fine diventa una barzelletta….
Insomma incontri Law, catturi Caesar e via…una “mezza saga” che poi avrebbe dato il via a una grande saga su Dressrosa.
Comunque l’impressione che ho avuto sul Nuovo Mondo è che Oda diversamente rispetto al passato stia facendo solo saghe “strategiche”: FI serviva a dare alcune informazioni, PH come trampolino di lancio… insomma una volta le informazioni importanti e la trama generale del manga trapelava di tanto in tanto quasi casualmente, all’interno di saghe avvincenti: vedi il poignee griffe e nico robin ad alabasta, o la scritta di roger su skypeia, l’incontro con teach a jaya… tutto rientrava nell’unità di una saga che era gestita alla perfezione: con intriganti misteri, personaggi inutili o macchiette, e combattimenti. Invece ora sembra che le saghe servano solo per impostare la trama generale e dare informazioni, e siccome è quello il loro scopo principale, si perde il pathos, che viene costruito artificialmente inserendo una serie di storielle strappalacrime. Voglio dire che mentre prima c’era una certa unità, adesso le saghe sembrano composte da elementi eterogenei e non ben combinati, con troppo spazio a cose esteriori che servono a “riempire” il fatto che la saga non abbia una vera trama e sia solo una fermata strategica. E’ un’impressione generale, poi ci sarebbe da guardare ai dettagli.
Per Dressrosa le cose invece mi sembrano diverse, o almeno mi sembravano all’inizio, poi Oda mi sa che si è un po’ perso con troppi capitoli allungabrodo…comunque credo che questa saga sia parecchio importante per lui, e che la tenesse in serbo da parecchio tempo, da quando ha cominciato a introdurre il personaggio di Doflamingo (Jaya, Dofla, Noland sono tutti collegati: quindi immagino che avesse già progettato da sempre la saga intorno a gnomi e giocattoli).