Zatch Bell! ritorna con un capitolo speciale

di Silvia Letizia 1

Makoto Raiku è il nome dell’autore della fortunata serie Zatch Bell! (Konjiki no Cash Bell!!), iniziata nel gennaio 2001 e, dopo 33 tankōbon, terminata il 18 giugno 2008.

Per celebrare l’uscita del primo volume in formato bunkoban della sua serie più famosa (i bunkoban sono dei volumetti con un numero di pagine pari circa alla metà di un tankōbon, ma delle dimensioni simili a un libro e stampati su carta particolarmente pregiata), l’autore pubblicherà sul quarto numero di Bessatsu Shonen Magazine della Kodansha un capitolo speciale di Zatch Bell! che sarà poi incluso nella stampa della nuova edizione.

La serie narra del bizzarro incontro tra Takamine Kiyomaru, uno studente geniale delle scuole superiori, e un misterioso ragazzino chiamato Zatch Bell. Zatch è stato mandato in Giappone dal padre di Kiyomaro, preoccupato per l’approccio svogliato del figlio nei confronti della scuola e della vita, dopo che quest’ultimo aveva ritrovato il ragazzino privo di sensi e di memoria ai margini di una foresta inglese.
L’unico indizio sull’identità di Zatch è il misterioso libro rosso che lo strano ragazzino porta sempre con sé, il cui contenuto sembra illeggibile per chiunque.
La storia subisce una brusca svolta quando Kiyomaru si accorge di riuscire a leggere una delle parole scritte nel libro. Non appena la parola viene pronunciata, dalla bocca di Zatch escono fuori dei fulmini.
Si scopre così che Zatch è un mamono (mostro) bambino proveniente da Makai (il regno dei demoni), e che è stato mandato sulla terra con altri 99 mostri bambini per combattere una battaglia che decreterà chi sarà il prossimo re della terra dei demoni. Tutti i mostri bambini hanno un proprio libro, che li rende capaci di utilizzare le proprie magie (quelle di Zatch sono legate all’elemento fulmine) non appena troveranno l’essere umano capace di leggerle. Man mano che il rapporto tra Kiyomaru e Zatch si farà più profondo, il ragazzo riuscirà a leggere sempre più parole e ad aiutare Zatch nella lotta con gli altri mostri bambini che andranno a cercarlo per battersi con lui.

La vicenda della serie di Zatch Bell! in Italia è piuttosto sfortunata. La serie animata in 150 episodi prodotta dalla Toei Animation è stata trasmessa, prima su Cartoon Network e poi su Boing fermandosi però al 104esimo episodio. Per quanto riguarda il manga, la casa editrice Play Media Company ne aveva acquistato i diritti per la pubblicazione nel 2007 salvo poi fallire e interrompere la stampa dopo il quarto volume.

Un’ultima nota curiosa che riguarda Zatch Bell! ha carattere giudiziario. L’autore, infatti, alla conclusione del manga, si è ritrovato a dover fare causa alla sua stessa casa editrice, la Shogakukan (la serie originale di Zatch Bell! è stata infatti pubblicata su Shonen Sunday).
Makoto Raiku è uscito vittorioso da un processo che vedeva coinvolta la misteriosa sparizione di alcune sue tavole a colori dal valore ognuna di circa 2000 euro. La Shogakukan, avendo perso la causa, si è ritrovata a dover pagare circa 20.000 euro all’autore di Zatch Bell! che si è dimostrato parecchio soddisfatto, non tanto per il ritorno economico, quanto perché, a suo dire, la sentenza mostrava i grandi passi avanti fatti per il riconoscimento del valore dei manga e del lavoro dei loro autori.

Fonti [animenewsnetwork, wikipedia]

  • Elijah

    Ho visto qualche puntata dell’anime ed era interessante … mi piacerebbe leggerne il manga, spero che lo pubblichi qualche altra casa editrice