X-men Schism: le strade si dividono

di Manuel 2

Al via dal 4 Maggio la nuova saga dedicata al mondo mutante.

Da sempre la mutants way ha seguito saghe e percorsi differenti rispetto l’universo Marvel del quale fanno parte e nonostante la presenza più o meno costante di molti personaggi di spicco nelle varie saghe (tipo Emma Frost in Civil War) il mondo creato da Stan Lee e Jack Kirby ha sempre vissuto in parallelo le proprie avventure ed esperienze.

Alla faccia dei temi di integrazione e di razzismo che da sempre inondano le pagine degli X-men.

Il futuro degli X-Men è legato a Schism

La nuova saga dedicata all’universo con i genomi modificati è Schism ovvero Scisma e comporterà, ancora una volta, grosse ripercussioni sociali e di status tra molti mutanti del palinsesto a partire da Ciclope e Wolverine, che dalla prima immagine resa disponibile per la pubblicità della saga, si divideranno per sempre nelle loro strade.

L’incipit che sta alla base di Schism è la particolare responsabilità attribuita a chi, nel corso degli anni, ha guidato la fazione degli X-men e indirettamente la scuola per giovani talenti del professor Xavier.

Proprio da Xavier questa storia parte per raccontare il peso e le sofferenze che chiunque è passato al ruolo di “leader” dei mutanti ha dovuto patire per riportare il gruppo alla luce.

Stavolta l’universo degli Homo Superior è di fronte ad un bivio, derivato dagli eventi della saga precedente (Age of X) e stavolta qualcuno dovrà accollarsi il ruolo di comandante con qualche problema in più: molti mutanti infatti non seguiranno questa svolta, si ribelleranno e la divisione sarà inevitabile.

Resta da vedere soprattutto il motivo principale di tale scisma ma soprattutto chi (tranne Ciclope e Logan, che si è capito) si divideranno per sempre.

La storia è scritta dal vincitore dell’Eisner Award Paul Jenkins (Spectacular Spider-Man ma anche creativo dietro le opere videoludiche Legacy of Kain e God of War) ed illustrata dal visionario Robert De La Torre (Daredevil, Iron Man e Thunderbolts) e vedrà il ritorno sulle scene di parecchie personalità del mondo mutante, stavolta di fronte alla scelta della loro vita o perlomeno delle prossime edizioni editoriali che li vedono partecipi.

Per chi segue le avventure dei possessori del Gene X ci saranno sicuramente delle sorprese molto gradite, se non solo per la guida di Jenkins, affermato e riconosciuto autore di moltissime opere d’arte, le tavole che correlano quest’articolo dimostrano anche una grande strategia nel dipingere questo nuovo evento ma come sempre, solo il tempo potrà dirci di più.

Il primo volume chiamato X-Men: Prelude to Schism #1 uscirà il 4 maggio nelle edicole americane, noi dovremo aspettare fine 2011 – inizio 2012 per vederlo.

Ricordo a tutti che in Italia stiamo procedendo a spron battuto sulla saga Second Coming o Secondo Avvento e che la quarta e quinta parte della saga sarà pubblicata in maggio da Panini Comics.

Per chi non lo sapesse Secondo Avvento riprende a piene mani Messiah War, saga mutante del 2009 ed è collegata in maniera diretta agli eventi narrati in Necrosha e alla ben più lontana cronologicamente House of M.

See You In Outer Space…Kowboy

[Fonte | Newsarama]

  • Fabius Bile

    Sperando che non sia una seconda civil war…

  • Logan_alle_Hawaii

    il si divideranno per sempre ovviamente non sar cosi…gli do al massimo un anno, cmq non una cattiva idea per una saga…certo dopo aver fatto di tutto per creare utopia potevano portarla avanti per piu tempo…ma alla marvel son fatti cosi, poca costanza da 10 anni a questa parte nelle decisioni editoriali…