Wild Adapter (J-Pop), in arrivo l’OAV ed altre novità

di shikaku Commenta

Wild Adapter di Kazuya Minekura verrà adattato per la prima volta in una serie animata di due episodi per il mercato home video, secondo quanto riportato sul numero di maggio di Monthly Zero Sum. In realtà Kuboto e Tokito, protagonisti della serie non sono apparsi solo in questo manga, ma erano stati utilizzati per la prima volta dalla Minekura in Shiritsu Araiso Koutou Gakkou Seitokai Shikkoubu, una doujinshi del 1999 adattata poi anch’essa nel 2002 in un OAV in 2 episodi.

Mentre nel manga “prototipo” i due ragazzi erano studenti delle superiori impegnati a risolvere piccoli casi nella scuola, in Wild Adapter la narrazione si fa più seria elevando l’opera al target seinen.
La storia racconta infatti di Makoto Kubota, un ragazzo spietato in grado di uccidere senza esitazione quando necessario e per questo entrerà a far parte di un’organizzazione criminale chiamata Izumokai, in perenne lotta con altre bande per il controllo della città, prima fra tutte la Toujougumi. La relativa tranquillità del ragazzo verrà sconvolta dall’arrivo di una nuova droga, la Wild Adapter, in grado di donare una forza straordinaria a chi la assume ma allo stesso tempo letale. A farne le spese sarà il suo braccio destro, l’unica persona con cui Kuboto avesse stretto un legame di amicizia ed è per questo che dopo la sua morte deciderà di abbandonare l’organizzazione. Incontrerà così un ragazzo moribondo e privo di memoria che presenta i sintomi di chi ha assunto la Wild Adapter ma sembra essere riuscito a sopravvivere. “Tokito” per recuperare la memoria deciderà di unirsi a Kubota nella sua ricerca sulle origini di questa droga che sta devastando i bassifondi della città.

Azione e mistero si fondono sapientemente alle tonalità shonen-ai, comunque leggere e mai eccessive al punto da sfociare nell’esplicito boy’s love. Un’impronta che ha indotto l’autrice, insieme ad altri motivi, ad abbandonare la casa editrice Tokuma Shoten (ceh voleva invece accentuate le tematiche amorose) per passare a Ichijinsha presso la quale già pubblicava i lavori ispirati al classico Viaggio in Occidente (Saiyuki).

Ricordiamo che purtroppo la Minekura ha dovuto sospendere la serializzazione dei titoli su cui stava lavorando a causa di seri problemi di salute che sembrerebbero, comunque, ormai superati visto il suo ritorno su Saiyuki Reload Blast a partire da questo mese. In attesa che riprenda anche la corsa di Wild Adapter, attestatasi sui 6 volumi tutti pubblicati in Italia da J-Pop, la trepidante attesa dei fan potrà essere lenita oltre che dalla serie OAV in arrivo anche da Sugar Coat Excess, artbook in uscita entro quest’anno, un drama CD ed un evento live dedicato alla coppia Toki-Kubo.

Fonte [J-Pop]