Trilogia Millenium, futuro a fumetti per Lisbeth Salander

di bila85 3

Quanti di voi negli ultimi anni hanno sentito parlare di Stieg Larsson, scrittore svedese della trilogia Millennium? Forse avete bisogno di qualche notizia in più, bene allora se vi dicessi che questa trilogia di romanzi polizieschi è nota al pubblico, soprattutto a quello cinefilo, grazie alle sue trasposizioni  cinematografiche, rispettivamente: “Uomini che odiano le donne”, “La ragazza che giocava con il fuoco”, “La regina dei castelli di carta”, questo vi suonerebbe più familiare?

Immaginavo che avrei dovuto darvi un quadro migliore prima di darvi la notizia fondamentale perciò, ora che ho risolto la questione background storico,  posso dirvi che la Dc Comics ha deciso di mettere mano al portafogli e sovvenzionare un progetto che vedrà trasformarsi in graphic novel, i romanzi del, purtroppo, deceduto autore svedese; purtroppo infatti Larsson è deceduto improvvisamente per un attacco cardiaco nel 2004; i suoi romanzi sono stati pubblicati postumi e hanno riscosso grandi elogi in tutto il globo.

La Dc comics quindi con la trasposizione non ha fatto solo un’opera di marketing pubblicitario, ma bensì un grande affare, perché la trilogia Millennium ha venduto 27 milioni di copie in oltre 40 paesi (se vi chiedete se questo sia un numero alto o nelle media vi rispondo subito: è alto…molto alto). Lisbeth Salander e Mikhael Blomkvist, rispettivamente protagonista femminile e maschile di questa trilogia, si troveranno quindi ad affrontare complessi casi di corruzione e violenza questa volta in forma del tutto nuova, il fumetto; una forma che, forse, potrà arricchire la già avvincente saga svedese.

Dopo l’adattamento cinematografico da parte del cinema svedese, in cui Noomi Rapace presta volto e voce all’ “eclettica” (uso un termine delicato) Lisbeth Salander, questo inverno potremo vedere il primo dei tre adattamenti cinematografici rifatti in America e diretti da David Fincher, con Daniel Craig nei panni di Blomkvist e Rooney Mara in Salander.

La Dc comics ha inoltre annunciato che la trilogia di graphic novel sarà rilasciata in maniera quasi conseguenziale ai film, in questo modo: The Girl With the Dragon Tattoo (2012), The Girl Who Played With Fire (2013) e The Girl Who Kicked the Hornet’s Nest (2014).  (ho preferito mettere i titoli in inglese perché cambiano un po’ da quelli in italiano)

Facendoci i dovuti calcoli si può arrivare alla conclusione che l’idea Dc è di quelle da incorniciare, per vari motivi: il primo è il fatto che Millennium è una serie stra-venduta e conosciuta; il secondo è che il materiale è davvero meritevole di lodi; il terzo, e secondo me è una cosa da non sottovalutare, è che il tutto potrà rientrare nella divisione Vertigo, che già è indirizzata sul filone “crime”.

Dan Didio ( non prendetelo in giro per il nome) co-publisher della Dc Comics ha detto che : “E’ un onore lavorare ad una storia come questa, così popolare e con milioni di lettori in tutto il pianeta”; le parole di Didio non fanno che avallare l’ipotesi mia e di molti altri fan nel web, cioè che la Dc abbia trovato una gallina dalle uova d’oro.

Probabilmente in questi giorni dal New York Comi-con ci saranno aggiornamenti sul team che lavorerà all’opera, quindi non ci resta che aspettare…magari nel frattempo ci rivediamo (o ci vediamo, per chi non li ha visti) i film di millenium, ovviamente se avete il tempo di leggere i libri: meglio ancora.

[ Fonte | Ign comics ]

[ Fonte | Wikipedia ]

  • Fauno

    yeah! Sar interessante!

  • madsoulfly

    spero che i disegni siano molto curati , per quel che riguarda la graphic novel

  • Chris07

    se la graphic novel riuscir a essere bella almeno la met della trilogia originale direi che sar un acquisto obbligato :happy: