TOHO VS Voltage Pictures, la conclusione della causa

di Silvia Letizia Commenta

Venerdì di questa settimana, la compagnia di produzione e distribuzione cinematografica giapponese TOHO e la compagnia di produzione cinematografica americana Voltage Pictures (The Hurt Locker, American Heist, Dallas Buyers Club, Fathers and Daughters) sono giunti a un accordo per quanto riguarda la causa che la TOHO aveva intentato contro la Voltage Pictures, colpevole di aver infranto i diritti di copyright su Godzilla che sono in possesso della TOHO stessa. La compagnia giapponese, infatti, sosteneva che la Voltage Pictures avesse usato il nome di Godzilla e un’immagine del mostro senza l’approvazione della TOHO per pubblicizzare il suo ultimo lungometraggio, il film Colossal.

toho 1

Le due parti in causa hanno trovato un accordo, sebbene i dettagli siano stati mantenuti confidenziali, ma il sito web di informazione cinematografica Deadline ha pubblicato un articolo in merito al fatto che il regista e scrittore Nacho Vigalondo, della Voltage Pictures, abbia acconsentito a far sì che il mostro Godzilla o un altro mostro palesemente simile a quest’ultimo non fosse presente nel film Colossal.

Stando a una email che la TOHO sostiene sia stata inviata dalla Voltage a potenziali investitori, distributori e agenti, il film Colossal avrebbe come protagonista Anne Hathaway che interpreta il personaggio di Gloria, una donna rimasta intrappolata a Tokyo durante l’attacco di Godzilla e di un robot giganti. La mail contiene immagini del lungometraggio di Godzilla del 2014 prodotto dalla Legendary Pictures e un’immagine del robot Mazinga Z di Go Nagai. La produzione di Colossal è cominciata il 14 settembre di quest’anno e, stando a un’intervista allo stesso Vigalondo, sembra che quest’ultimo abbia dichiarato che Colossal sarebbe stato “il film di Godzilla più dozzinale mai prodotto, è una promessa.”

toho 2

La TOHO ritiene che la Voltage Pictures “intenda utilizzare il personaggio di Godzilla nello stesso modo in cui la TOHO l’ha utilizzato nei suoi primi film – nell’atto di attaccare Tokyo”.

La compagnia giapponese aveva quindi deciso di fare causa alla Voltage Pictures per violazione di copyright, diluizione di un marchio registrato, violazione del Lanham Act, concorrenza sleale e actio de peculio et de in rem verso. La TOHO aveva richiesto che la Voltage Pictures interrompesse la produzione del lungometraggio di Colossal, e che pagasse una cifra per rimborso danni pari a 150.000 dollari dovuta alla violazione del copyright.

[ Fonte | ANN ]

[ Fonte | Wikipedia ]